Toro: iniziare il Derby al massimo, anche per spezzare il sogno di Buffon

Toro: iniziare il Derby al massimo, anche per spezzare il sogno di Buffon

Sfida alla Juve / Il portiere bianconero insegue il record d’imbattibilità di Sebastiano Rossi, distante solo quattro minuti: motivo di ulteriore carica per segnare subito, come contro il Genoa e la Lazio

1 Commento

Ancora una volta, si avvicina la partita probabilmente più sentita della stagione all’ombra della Mole: il derby di Torino. Le formazioni guidate da Ventura ed Allegri arrivano alla stracittadina in condizioni assolutamente differenti e dopo aver calcato sentieri diversi nel corso di tutta la stagione, ma come si sa il derby è una partita che fa storia a sé e spesso la vittoria viene agguantata non da chi sul terreno di gioco offre più tecnica o abilità, ma da chi è disposto a giocare con più cuore.

derby Bovo Juventus Torino
Nel derby d’andata il Torino andò a segno con un siluro di Cesare Bovo

Inutile elencare le motivazioni le quali ottenere una buona prestazione ed un risultato positivo in una partita del genere, la stracittadina è un match la cui importanza si commenta da sola. In questo Torino-Juventus tuttavia gli uomini di Ventura hanno la grande occasione di entrare in un certo senso nella storia, specularmente: dopo dieci partita consecutive senza subire reti in Serie A infatti, Gigi Buffon è imbattuto esattamente da 926 minuti e punta a superare anche l’ultima barriera e riscrivere il record assoluto del massimo campionato italiano (ultima rete subita il 10 gennaio, da Cassano). Record che è detenuto da Sebastiano Rossi, portiere del Milan che nella stagione 1993-1994 era stato in grado di mantenere la porta inviolata per ben 930 minuti: il primato assoluto dista quindi solamente 4 minuti per Buffon che logicamente sogna di non recuperare la sfera in fondo alla rete anche contro Glik e compagni.

buffon
Gianluigi Buffon insegue il record assoluto d’imbattibilità in Serie A, distante solo 4 minuti

Scendere in campo con la giusta mentalità e con un atteggiamento propositivo potrebbe quindi permettere ai granata di scrivere un pezzettino di storia: impedire a Buffon di raggiungere il record rappresenterebbe una sorta di impresa vista l’imbattibilità mantenuta finora dal capitano bianconero ed inoltre esalterebbe fin da subito la squadra di Ventura, che non può fare a meno di puntare ad un risultato importante. Questa possibilità deve quindi rappresentare per Glik e compagni un’ulteriore motivazione per affrontare la sfida nella giusta maniera fin da subito, dal primo minuto.

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawda - 1 anno fa

    Premesso che questa squadra di cuore ne ha pochino, quando il Toro vinceva i derby non era solo per agonismo o tremendismo granata ma c’era anche tanta qualita’. E’ francamente ridicolo pensare che sia sufficiente mettere in campo un grande agonismo per avere la meglio; senza qualita’ il Toro non avrebbe messo sotto i gobbi, seppure partissimo quasi sempre sfavoriti. Il problema oggi, oltre alle differenze psicologiche con cui le squadre arrivano al derby, e’ la differenza enorme tra un Toro con pochissima qualita’ ed i gobbi che invece ne hanno tanta; confrontando i due undici titolari, non c’e’ un solo confronto in cui non siamo perdenti, difficile anche solo ipotizzare un risultato positivo. Qui non e’ piu’ una questione di fede granata, qui servirebbe solo un miracolo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy