Toro-Inter, cambio di modulo in arrivo?

Toro-Inter, cambio di modulo in arrivo?

Ripresa col botto per i granata. All’ottava giornata di serie A ospiteranno l’Inter di Mazzarri e sarà posticipo serale. Sarà una sfida caratterizzata dagli infortuni, pesanti per entrambe le squadre.

 

Commenta per primo!

Ripresa col botto per i granata. All’ottava giornata di serie A ospiteranno l’Inter di Mazzarri e sarà posticipo serale. Sarà una sfida caratterizzata dagli infortuni, pesanti per entrambe le squadre.

 

QUI INTER – Dopo un brillante inizio di stagione, i nerazzurri hanno vistosamente rallentato. La batosta rimediata in casa dalla Roma e il pareggio esterno di Cagliari hanno riportato sulla terra Mazzarri e i suoi. Le ambizioni rimangono comunque alte ma per la corsa allo scudetto non è ancora, forse, la stagione giusta. Le sedute di psicanalisi a cui il tecnico ha sottoposto i suoi e il ritrovato gioco hanno ridato vigore ad una squadra che negli ultimi due anni si era smarrita. L’impressione è che l’Inter sia tornata ai valori di un tempo ed è certo che giocherà non pochi scherzi alle prime della classe (Roma, Napoli, Juventus). In una squadra imbottita di stranieri, ieri i nerazzurri ne hanno perso uno dei più rappresentativi: l’infortunio muscolare subito da Milito in allenamento terrà l’attaccante fuori dai campi almeno trenta giorni, quello di Torino compreso.

 

QUI TORO – Per Ventura sarà invece un esame dei più difficili. Non tanto per la caratura dell’avversario, vista l’autorevolezza con cui il Torino ha fin qui affrontato squadre di simile caratura, quanto per le assenze che di fatto costringeranno il tecnico a reinventarsi il pacchetto arretrato. Sarà dura, durissima, per chi verrà schierato tra Darmian, Moretti, Maksimovic, Scaglia o Vives arginare un attacco formato da Palacio, Belfodil, Icardi, Alvarez, Taider e Guarin. A dar man forte ai granata però arrivano i rientri di Gazzi e Barreto. Dal brasiliano in particolare il popolo granata si aspetta molto vista la prolungata assenza di Larrondo e un attacco che fatica a mandare a segno tutti gli interpreti.

MODULI A DISPOSIZIONE – Le incognite riguardano anche il modulo con cui Ventura accoglierà i nerazzurri. Prende sempre più piede infatti la possibilità di un ritorno ad una difesa a quattro, questa volta però accompagnata da un centrocampo e un attacco a tre. La possibilità di schierare una mediana muscolare e di interdizione, capace di fare da scudo ad un tridente votato all’attacco e formato da Barreto, Immobile e Cerci, non è così remota. I giocatori dalla cintula in su non mancano e l’idea sollecita non poco la fantasia dei tifosi.

Lorenzo Bodrero 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy