Il compito del Torino: riconquistare la spinta dei tifosi. Il modello è l’Atalanta

Il compito del Torino: riconquistare la spinta dei tifosi. Il modello è l’Atalanta

Approfondimento / Il modello Atalanta è rimasto negli occhi a chi sa e vuole guardare: serve arrivare ad una situazione simile

di Redazione Toro News

Chi c’era a Bergamo lo sa e lo ha visto con i propri occhi: il legame tra i tifosi dell’Atalanta e la squadra di Gasperini ha raggiunto il picco massimo, e quando uno stadio riesce a diventare un’unica entità a supporto del proprio undici, per gli avversari la difficoltà è doppia. Cori per i ragazzi in campo, per Gasperini, ma anche per la società – per quel Presidente Percassi che nonostante ogni anno venda qualche pezzo pregiato, riesce sempre a rinnovarsi e a rinnovare la rosa. Anche da questo punto di vista, la società granata e il mondo Toro dovrebbero prendere esempio dall’Atalanta, rivalità sportiva a parte.

Atalanta BC v Torino FC - Serie A

I risultati sotto le aspettative del Torino in quest’ultima stagione hanno fatto sì che il rapporto tra tifosi e squadra/società  granata sfiorasse il minimo storico, allontanando ancora di più la gente dallo Stadio. Non è un caso, infatti, che l’affluenza di questa stagione al Grande Torino sia tra le più basse di sempre. E non c’è da sorprendersi, viste le tante delusioni di questo Toro 2017/2018. Tra gli obiettivi di Mazzarri per la prossima stagione, quindi, non può mancare la ricostruzione di un legame saldo tra il Torino e la sua gente, un legame che si può raggiungere con i risultati ma non solo: prima di tutto, infatti, serve che in campo ci siano giocatori da Toro, con un carattere e un temperamento degno della maglia che indossano.

Il riavvicinamento tra l’esasperato tifo granata e la squadra gioverebbe a tutte le parti, perché come visto a Bergamo un pubblico che si rispecchia nei valori portati in campo dai “propri” ragazzi è un pubblico attivo, che indirettamente riesce spesso ad indirizzare la partita stimolando i giocatori. E’ forse tra i compiti più difficili nel taccuino di Mazzarri, ma anche tra i più importanti e fondamentali: il Toro ha bisogno del suo numero 12, e per riconquistarlo servirà una rivoluzione in tutti i  sensi.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torinodasognare - 4 mesi fa

    E poi gli articoli come questo che esprimono opinioni nette andrebbero firmati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13746076 - 4 mesi fa

    Via Cairo e metà del popolo granata sarà riconquistato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. wally - 4 mesi fa

    a proposito di modelli..avete visto il tifo del Liverpool?..quello si!! Comunque il tifo è volere bene alla Squadra.. Stare vicini alla Società e alla Squadra specialmente nei momenti di difficoltà e non sempre criticare contro tutto e tutti.. Almeno..per me è così..Alè Toro..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. torinodasognare - 4 mesi fa

    Che stronzata ‘sta cosa dei modelli! Prima il modello Udinese, ora il modello Atalanta…
    Ma nessuno si è accorto che l’Atalanta ha sempre fatto cagare come e più di noi? Solo Gasperini l’ha fatta decollare, è merito soprattutto suo. Ma vi sembra un modello l’Atalanta di Colantuono? Ma andate a cacare con i modelli. NOI una volta eravamo un modello per tutti, anche per i gobbi. Un modello di impegno, lotta e sacrificio. Non serve altro, a noi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. abatta68 - 4 mesi fa

      …tra un pò, appena si salva il Crotone, il modello da seguire sarà il miracolo Crotone!
      Qui si continua a ridimensionare quello che dovrebbe essere il toro… nessuno si ricorda che per uno spareggio per venire in A eravamo in 70mila?!? ma davvero dobbiamo ambire all’Atalanta?!? una società che in 100anni di storia ne avrà fatti 70 in serie B e che raccogliendo tutti i cittadini di Bergamo riesce a riempire uno stadio da 20mila posti? Dobbiamo imparare dall’Atalanta come si tira su un vivaio, quando per decine e decine di anni siamo stati da esempio per tutta Italia?
      Non non siamo ne l’Udinese, ne l’Atalanta… siamo il Toro e dobbiamo rifarci al “modello-Toro”, quello che ha sempre funzionato, fino a quando qualcuno ci si è messo di impegno per smantellarlo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Il mio Toro - 4 mesi fa

    Solo piu fatti, fatti,e fatti e basta parole , parole, parole…..giocatori veri e allestire una Squadra con la S maiuscola. Questo non è fatto per Cairo…….infatti via lui e metà del popolo granata è riconquistato

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Seagull'59 - 4 mesi fa

    C’è solo un modo per riportare tifosi allo stadio in armonia con squadra e società: fare le cose seriamente, con impegno, umiltà, creando una rosa capace di dare soddisfazioni ad un ambiente ormai depresso da troppi anni.
    Basta illusioni e parole a vanvera.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Esempretoro - 4 mesi fa

      Quoto al 100%,sottolineando il “seriamente”…basta zavorre strapagate e protagonisti non in cartellone che sanno di colpo di N’koulou…

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy