Toro, l’ora di Maksimovic

Toro, l’ora di Maksimovic

Battesimo nel fuoco. Non c’è definizione migliore per descrivere l’esperienza che, con ogni probabilità, attenderà Nikola Maksimovic alla ripresa del campionato dopo la sosta per le nazionali.
Il giovane centrale…
Commenta per primo!
Battesimo nel fuoco. Non c’è definizione migliore per descrivere l’esperienza che, con ogni probabilità, attenderà Nikola Maksimovic alla ripresa del campionato dopo la sosta per le nazionali.
Il giovane centrale serbo in forza al Torino, infatti, sarà chiamato a giocare al centro della difesa granata, vista l’indisponibilità di Bovo, la squalifica di Glik per doppia ammonizione e le condizioni fisiche di Guillermo Rodriguez, ancora alle prese con i postumi del derby.
Nel pre-campionato Maksimovic ha sicuramente fatto un’ottima impressione, dimostrandosi preciso, attento, forte fisicamente e dotato di grande personalità.
Dall’inizio della stagione però per lui non c’è stato spazio: le gerarchie nella difesa di Ventura sono precise e bisogna mettersi in coda attendendo l’occasione giusta.
E il momento è arrivato: domenica 20 contro l’Inter, a meno di un improbabile ingresso in campo di Filippo ‘’Pippo’’ Scaglia aggregato alla prima squadra, la maglia da titolare dovrebbe essere sua.
Certo esordire contro avversari del calibro di Milito, Palacio e Alvarez non è cosa semplice, ma per uno che in nazionale mise il silenziatore a Ibrahimovic, nulla è impossibile.
 
Roberto Maccario
(foto Dreosti)
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy