Toro, pranzo indigesto: una tendenza da invertire

Toro, pranzo indigesto: una tendenza da invertire

Verso Sassuolo – Torino / In stagione i granata hanno già abbattuto alcuni tabù: resta quello del lunch match

Tra i tabù già sfatati in stagione dal sorprendente Torino di Giampiero Ventura c’è la vittoria contro una grande del nostro campionato, che mancava dalla stagione 2001/2002 quando al Delle Alpi cadde il Milan: quest’anno infatti i granata hanno battuto l’Inter in trasferta e il Napoli all’Olimpico, abbattendo quella che era diventata una sorta di maledizione.

Sempre alla stagione 2001/2002 risaliva l’ultimo gol in un derby, quello siglato dal francese Benoit Cauet: Bruno Peres ha messo a segno una splendida rete e ha scacciato le streghe ( anche se per il Torino è arrivata un’amara sconfitta).
Domenica contro il Sassuolo c’è un’altra tendenza negativa da invertire, quella relativa al lunch match.
Alle 12:30 infatti i granata sono sempre andati piuttosto male: in stagione hanno infatti perso nettamente e meritatamente per 2-0 a Marassi con la Sampdoria alla seconda giornata, oltre a perdere in casa per 0-1 ( rigore fallito da Sanchez Mino e rete nel finale di Floro Flores) proprio contro il Sassuolo, offrendo una delle prove più opache e deludenti dell’anno.
Se si guarda poi alla scorsa stagione notiamo come il Toro, all’ora di pranzo, abbia perso il derby d’andata all’Olimpico, abbia perso al San Paolo con il Napoli e sia capitolato tra le mura amiche per 1-2 contro il Bologna.
Insomma una tendenza da invertire, magari pensando all’ultima giornata del campionato di serie B 2011/2012, quando nel lunch match contro il Modena i granata festeggiarono una splendida promozione in uno stadio gremito e con il vestito delle occasioni migliori.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy