Toro terzo nei recuperi da situazioni di svantaggio: 16 punti rimontati

Toro terzo nei recuperi da situazioni di svantaggio: 16 punti rimontati

Solo Verona e Napoli hanno fatto meglio in questa speciale classifica, a testimonianza della grande capacità di reazione dei granata

Commenta per primo!

Cagliari, Roma, Juventus, Milan, Genoa, Sassuolo, Fiorentina e Palermo, queste squadre hanno in comune un cosa: sono state rimontate dal Toro. In una se non addirittura in più occasioni quest’anno. Abbiamo sottolineato più volte la capacità dei granata di reagire agli schiaffi presi e di recuperare situazioni di svantaggio piuttosto complicate, cosa accaduta spesso in questa stagione.

E a confermare questa tesi c’è anche una speciale classifica. I granata infatti sono terzi nella graduatoria delle squadre capaci di recuperare più punti da situazioni di svantaggio in questo campionato. Al primo posto compare l’Hellas Verona di Andrea Mandorlini, con 18 punti, seguito dal Napoli di Rafa Benitez con 17 e proprio dal Torino di Giampiero Ventura con 16.

Tutto era iniziato a Cagliari, con la gaffe di Padelli e la rete di Cossu. Il gol subito diede la scossa ai granata che rimontarono prontamente già nel primo tempo con Glik e Quagliarella, illuminato da un colpo di tacco di El Kaddouri. Poi venne il turno del Palermo, 14ª giornata, con i ragazzi di Ventura capaci di raddrizzare per due volte il risultato con Martinez e Glik.

Un ulteriore segnale della forza d’animo di questo gruppo, che in stagione è riuscito a superare molte situazioni di difficoltà e che lotta sempre, fino all’ultimo minuto, per fare risultato. Come, quando sotto l’albero di Natale, arrivò il Genoa che dapprima passò in vantaggio con Iago Falqué, poi subì la doppietta di Kamil Glik. Ancora il capitano, due  giornate dopo, pareggiò lo svantaggio di Menez su rigore contro il Milan. 

Un altro esempio? Sicuramente la rimonta nel derby, in cui Darmian e Quagliarella sono riusciti a ovviare allo svantaggio siglato da Pirlo su punizione, riportando la stracittadina dalla spoda granata del Po. Un digiuno interrotto dopo 20 anni esatti, con l’esterno di destra che realizzò il gol numero 2000 del Torino in Serie A. 

Continuando a parlare di rimonte- pur avendone tralasciate alcune (le trasferte di Sassuolo e Palermo, ma anche la gara in casa contro il Cagliari di Zola) – chiudiamo il cerchio con la Roma: De Rossi si tuffa, Florenzi fredda Padelli dal dischetto e Maxi Lopez entra, proprio in occasione del rigore, e segna pochi istanti dopo il gol del pari.

Una serie di rimonte che accertano il carattere della squadra, che fino a qualche anno fa molto probabilmente non sarebbe stata capace di reagire, e partite del genere le avrebbe con ogni probabilità perse.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy