Toro: tra le concorrenti chi si è rinforzato davvero?

Toro: tra le concorrenti chi si è rinforzato davvero?

Il mercato è finito e TN stila un’analisi dei rinforzi delle squadre che lotteranno fino alla fine per evitare la retrocessione in Serie B.

 

Cagliari: 21 punti ed una gran vittoria contro la Roma. Occorre però  analizzare dove finiscono i meriti dei sardi, e dove iniziano i demeriti della Roma, che in questo periodo sono infiniti. Comunque, questo può anche bastare al Cagliari e ai suoi tifosi. In questa finestra invernale di mercato è arrivato Cabrera, l’ennesimo uruguagio in Sardegna. Matìas Cabrera è un agile centrocampista, organizzatore di gioco grazie alla sua abilità nei passaggi. Cellino ha detto ai soldi per Astori, Nainggolan e ha resistito alle offerte dell’Atalanta per Pinilla. Può bastare.  

 

Sampdoria: 25 punti per la Doria ed un rinforzo in attacco: Gianluca Sansone. Transitato senza incidere sotto la Mole, il diesse Osti ha deciso di puntare sull’ex granata per dare agilità all’attacco blucerchiato. Maxi Lopez si sta riprendendo dall’infortunio e, per non rischiare, il tecnico blucerchiato rimane fedele alla coppia Icardi-Eder, ma non appena la Samp avrà qualche certezza in più, Delio Rossi potrebbe provare la suggestione 4-3-3 con Sansone inserito nel tridente offensivo.

 

Chievo: I gialloblù si distinguono sempre sul mercato per gli investimento oculati del suo direttore tecnico Giovanni Sartori. E’ ritornato Acerbi, dopo una parentesi non felice al Milan, che troverà collocazione al centro della difesa della difesa a 5 di Corini. Sull’out di sinistra, l’acquisto del greco Spyropoulos rappresenta un bel colpo. I clivensi hanno ceduto Sorrentino al Palermo, ma in cambio è arrivato Ujkani, altro portiere di sicura affidabilità. In mediana, Seymour è un vero e proprio martello pneumatico e tornerà utile.

 

Palermo: Rivoluzione in casa Zamparini. La squadra cambia per 7/11: solo il campo dirà se è stata una scelta giusta. Sorrentino per la porta e Aronica per puntellare la difesa, che ormai faceva acqua da tutte le parti. Arrivi dall’Inghilterra per il centrocampo: Faurlin e Formica proveranno a dare qualità. Gasperini ha voluto anche Fabbrini, ex obiettivo del Toro, che in teoria è adatto al suo 3-4-2-1.In pratica, vedremo. Per l’attacco, curioso l’ingaggio di Boselli, conosciuto non tanto per le sue doti tecniche, ma per il gol allo scadere che condannò la Sampdoria alla retrocessione nel 2011. Miccoli e Dybala rimangono comunque i due titolari. Come sempre il Palermo fa i botti; a Maggio sapremo se saranno stati d’artificio o meno.

 

Atalanta: Il colpo di mercato, tra le squadre di metà classifica, l’ha fatto l’Atalanta portando a Bergamo Franco Brienza. Dal Palermo, Pierpaolo Marino preleva anche Igor Budan. Il classico usato sicuro. Ceduto Schelotto all’Inter, i nerazzurri si son presi Livaja e cash investiti per Scaloni e Del Grosso. Colantuono non ha più scuse: bisogna segnare. Ed il blitz di oggi a Palermo sembra dare ragione alla società.

 

Pescara: L’esperienza è necessaria in Serie A, e quindi il Presidente Sebastiani ha deciso di affiancare ai numerosi giovani di belle speranze uomini di un certo spessore come D’Agostino (suo il rigore del 2-1 nella sconfitta del Pescara oggi pomeriggio), Sculli e Zauri. In settimana ritorna Quintero, che sta facendo le fortune della Colombia al Sub20,  ma che in riva all’Adriatico sta mancano maledettamente. Domani dovrebbe arrivare la risposta della Lega in merito al trasferimento di Kasami dal QPR, arrivato fuori tempo massimo. Le chance sono poche, ma il club spera nel miracolo. In attacco, Ferdinando Sforzini ritorna in Serie A dopo l’esperienza a Bari: i suoi gol basteranno agli abruzzesi per salvarsi?

 

Bologna: Il mercato, più che dalle entrate, è stato segnato dall’addio tribolato di Portanova. Direzione Genova rossoblù. Solo tre arrivi: Naldo, Moscardelli e Christodoulopoulos. Il primo, difensore brasiliano proveniente dal Granada della famiglia Pozzo: 0 presenze con gli andalusi. Staremo a vedere. Moscardelli lo conosciamo: ha nel cilindro alcuni colpi niente male.

 

Siena: Nonostante il mercato appena sufficiente, il Siena oggi è riuscito nell’impresa di battere l’Inter: in gol il giovane Emeghara, attaccante classe 1989 alla sua seconda apparizione con la maglia dei bianconeri di Toscana. La difesa è stata sistemata con Terlizzi e Uvini, Della Rocca a centrocampo. Il rinforzo in attacco corrisponde al nome di Nicola Pozzi. Il Siena chiederà alla Lega di giocare sempre con l’Inter…

 

Genoa: Altro giro, altra corsa. Ad ogni sessione di mercato, una rivoluzione. Gli innesti sono di qualità, ma la pressione che aleggia sempre intorno al Genoa è capace di schiacciare anche un campione. Matuzalem a centrocampo è un buon affare, così come lo è Mattia Cassani terzino destro. La salvezza, però, arriva attraverso i gol: preso Floro Flores, infortunato. Immobile non ha ancora deciso di fare. Meno male che c’è Borriello, altrimenti…

 

Redazione TN

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy