Un mese caldo attende i granata

Un mese caldo attende i granata

di Edoardo Blandino

L’amaro in bocca rimane, ma forse rimane ancora di più la sconsolatezza nell’accorgersi che i tempi passano, gli arbitri sbagliano, ma sbagliano sempre in una sola direzione. L’unica cosa da fare è prenderne atto e attendere che la società parli con chi di dovere, nella speranza di non più rivedere obbrobri del genere. Ma intanto bisogna…

Commenta per primo!

di Edoardo Blandino

L’amaro in bocca rimane, ma forse rimane ancora di più la sconsolatezza nell’accorgersi che i tempi passano, gli arbitri sbagliano, ma sbagliano sempre in una sola direzione. L’unica cosa da fare è prenderne atto e attendere che la società parli con chi di dovere, nella speranza di non più rivedere obbrobri del genere. Ma intanto bisogna avere la forza di guardare avanti, perché il calendario continua e le partite incalzano. Non sono previsti turni infrasettimanali in tutto novembre, ma sono in programma cinque gare delicate.

La prima si è conclusa ieri, tra l’incredulità e lo stupore di tutti per il risultato finale. La prossima sarà l’anticipo di sabato delle ore 18.00: il Palermo verrà a Torino per continuare il buon campionato fin qua disputato e bissare il 2-1 rifilato all’altra squadra all’Olimpico poco tempo fa. Artefice della buona stagione rosanero è mister Ballardini: l’allenatore subentrato dopo la prima giornata a Colantuono, ha convinto il mangiallenatori Zamparini a rinnovargli il contratto fino al 2011, proprio dopo la vittoria a Torino. Seguirà un’altra sfida contro dei siciliani, ma questa volta in trasferta contro il sorprendente Catania di Zenga. Gli etnei hanno brillato in questo avvio di stagione, ma adesso stanno subendo un fisiologico calo e sono reduci da un pareggio e due sconfitte. Però la squadra dell’Uomo Ragno è una buona compagine in grado di ottenere risultati importanti e si prevede una trasferta molto calda, anche dal punto di vista ambientale. Nella tredicesima giornata i granata se la dovranno vedere in casa nel posticipo contro gli attuali leader della Serie A. Il Milan è partito male in campionato, nonostante l’importante campagna acquisti, tanto che si vociferava di un possibile esonero di Ancelotti. Poi i rossoneri sono usciti dalla crisi, grazie anche all’importante vittoria nel derby, ed hanno iniziato a scalare la classifica fino a raggiungere il primo posto in campionato, vero obbiettivo di questo anno. L’ultima partita del novembre granata si giocherà il 30 pomeriggio a Siena. La squadra di Giampaolo, per ora, sta disputando un campionato positivo, in centro classifica. La stagione è lunga, ma questo allenatore ha dimostrato di essere in gamba e sapere fare bene il suo lavoro. Tanto dipenderà comunque dallo stato di forma e dai risultati con cui le due squadre arriveranno all’appuntamento.

Sarà quindi un mese importante per il futuro della stagione: tre partite difficili (Palermo, Catania e Milan), una trasferta molto calda (Catania) ed una gara dove sarà necessario fare punti (Siena). Sempre sperando di non rivedere più certi arbitraggi…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy