Mondiali Under 20, la FIFA elogia Zaccagno: “L’Italia è in buone mani”

Mondiali Under 20, la FIFA elogia Zaccagno: “L’Italia è in buone mani”

In Corea / Le prestazioni del portiere di proprietà granata non stanno passando inosservate agli addetti ai lavori

3 commenti

Il Mondiale di Andrea Zaccagno si sta facendo notare eccome: dal rigore parato all’esordio contro l’Uruguay, alla rete inviolata contro il Sudafrica, alla grande prestazione messa in mostra contro la Francia, dove il portiere di proprietà granata, campione d’Italia con la Primavera di Moreno Longo nel 2015, ha salvato il risultato a più riprese.

Una prestazione del genere, soprattutto agli ottavi di finale della massima competizione mondiale di categoria, fa notizia, soprattutto se realizzata da un portiere che ha vissuto in panchina gran parte della propria stagione, e quando è stato chiamato in causa non ha risposto come ci si poteva aspettare.

zaccagno, torino-Pro vercelli

E allora ha atteso quando più contava Andrea Zaccagno, che riceve anche i complimenti pubblici dal sito della FIFA, messo a confronto con i due talenti della nazionale francese Lafont e Bernardoni, giovani e promettenti ma costretti a tornare a casa prima del previsto, visto che i transalpini giungevano in Corea con il titolo di campioni d’Europa, guadagnato proprio ai danni degli azzurrini, sconfitti in finale 4-0.

Zaccagno: una stagione in ombra e il Mondiale come riscatto

La vendetta è la più dolce, e intanto Zaccagno si gode le luci dei riflettori, che ne fanno emergere finalmente il talento che chi lo ha seguito nel suo percorso giovanile ha sempre riconosciuto, come fece Massimo Bava quando lo strappò alla concorrenza dopo il fallimento del Padova. Ora Zaccagno, tra gli applausi generali, ha la testa al Mondiale. Poi arriverà anche il momento di pensare al futuro.

3 commenti

3 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. FVCG'59 - 3 mesi fa

    Zaccagno è l’ennesima prova che, dare in prestito i propri giovani talenti Senza garanzie di poter giocare, Non serve a niente, anzi, è un anno perso!
    Certo, non ha il fisico e l’altezza di Milincovic-Savic ma Zaccagno sa parare e viene dalla scuola dei grandi portieri italiani, di cui il Toro è sempre stato all’avanguardia: sveglia allora, apriamo gli occhi e teniamocelo ben stretto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. osvaldo - 3 mesi fa

    Lasciamo perdere SIRIGU.
    Guardiaamo oltre, in CASA NOSTRA,per favore!!!!
    in ragazzo (Zaccagno) è bravo e farà una grande carriera!
    Se Sirugu deve essere,perchè è GRATIS, fare un contratto di 1 anno o maximo 2,per favore!
    Osvaldo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. rossogranata - 3 mesi fa

    Spoeriamo si ponga fine a questi giovani come per Zaccagno la fine di “madarli a fare esperienza in altre squadre… BASTA!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy