Urbano Cairo: “Lo stadio deve essere un posto sicuro. Punizioni severe per chi sbaglia”

Urbano Cairo: “Lo stadio deve essere un posto sicuro. Punizioni severe per chi sbaglia”

Il presidente granata: “Il derby vinto? Il coronamento di un percorso di quattro anni”

Il presidente del Torino Urbano Cairo ha parlato ai microfoni di Radio Uno: “”Dobbiamo tutti quanti abbassare il tono della dialettica verbale che a volte supera limiti che non vanno mai oltrepassati. I tweet sono un modo molto veloce di comunicare ma alcune volte sono pietre che vanno a colpire in maniera sbagliata. Per quanto riguarda Pallotta non credo che abbia fatto bene a usare epiteti del genere.

“Purtroppo spesso il tifo supera i limiti : lo dimostrano l’episodio del pullman della Juventus e quello della bomba carta. C’è una generale situazione di eccesso e tutti dobbiamo pensare ad abbassare i toni.
“Dobbiamo prendere esempio dall’Inghilterra: lì gli stadi ora sono un posto pacifico, chi sbaglia viene punito in maniera severa. Le leggi credo ci siano, ma le parole contano poco, contano fatti concreti e immediati.
” Le bombe carta vanno fermate prima della partita non facendole entrare nello stadio, servono controlli più rigidi e attenti. Il calcio deve essere uno spettacolo senza nessun tipo di rischio, e chi va alla partita deve essere tutelato e sicuro.
“Il derby vinto? È stato il coronamento di un percorso di crescita partito quattro anni fa e che ci ha portato grandi risultati in Italia e all’estero. È stata una grande giornata, abbiamo sfatato un tabù che durava da vent’anni. Abbiamo giocato un ‘ottima partita, creato palle gol e tenuto bene il campo. In estate abbiamo ceduto due giocatori importanti ma abbiamo anche acquistato un elemento come Quagliarella , che sta facendo bene sia in fatto di gol sia in fatto di assist. Come lui anche altri giocatori come Maxi Lopez ,Bruno Peres e Benassi. In difesa poi abbiamo tenuto giocatori fondamentali come Glik e Maksimovic
“Il futuro? Puntiamo a migliorare sempre, il nostro obiettivo è quello di andare alla ricerca di giocatori sconosciuti ma con talento da sviluppare grazie all’abilità del nostro Mister. Ventura ha fatto bene al Toro ma anche il Toro ha fatto bene a Ventura, che qui ha fatto le cose migliori della sua carriera”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy