Viareggio Cup, le pagelle di Torino-Livorno 1-0: Traore suona la carica

Viareggio Cup, le pagelle di Torino-Livorno 1-0: Traore suona la carica

I voti di TN / Gjuci si ritaglia uno spazio importante nella storia di questa stagione. Mantovani tiene su Cragno, Tobaldo e Candellone oggi non incidono

Al termine di Torino-Livorno, che ha visto una vittoria pesantissima che per i granata vale gli ottavi di finale della Viareggio Cup, è il momento delle pagelle ai ragazzi di Longo.

DI SEGUITO LE PAGELLE DI TORINO-LIVORNO

CUCCHIETTI 6: non deve fare grandi interventi, ma è attento su Sagnini nella ripresa. Svolge bene l’ordinaria amministrazione.

CARISSONI 6: dietro non commette sbavature, davanti lo abbiamo visto più arrembante. Ha il merito di aver effettuato la lunga rimessa con le mani che è stata l’assist buono per il goal di Gjuci.

MANTOVANI 6: il capitano non sbaglia nulla, anche se deve sbuffare per contenere Cragno. Ma non è nuovo al prendersi carico di buoni attaccanti.

FRIEDENLIEB 5.5: passetto indietro rispetto alle ultime ottime prestazioni, oggi è un po’ meno concentrato e sbaglia qualche disimpegno di troppo

PROCOPIO 6.5: tra i migliori nel Toro, è uno dei pochi a spingere senza soluzione di continuità. Questa Viareggio Cup può essere molto importante per lui.

KOUAKOU 6.5: mezzo voto in più perchè si trattava dell’esordio da titolare in Primavera. Il classe 1998 dimostra di poter reggere la categoria per qualità tecniche. Gli manca un po’ di esperienza e malizia, ma arriveranno col tempo. (15′ st PICCOLI 6: gestisce bene la sfera, spinge l’assedio finale)

OSEI 6: solito perno imprescindibile della mediana di Longo, gestisce con tranquillità e agio la mediana, ben supportato comunque dai compagni.

SEGRE 6: tiene la posizione e prova anche a sganciarsi in avanti in un paio di occasioni. (15′ st TASSI 6: protagonista nel recupero finale: prima si mangia un goal di testa, poi ha il merito di sparare verso la porta il tiro sulla cui respinta Gjuci segna il goal decisivo).

CANDELLONE 5.5: ci prova di continuo, ma gli manca lo spunto decisivo. Resta una spanna sopra gli altri per le doti fisiche, ma oggi non gli riesce di essere decisivo come lo è stato in molte altre occasioni. (35′ st TRAORE 6.5: entra negli ultimi minuti e si rende pericoloso due volte. E’ lui a suonare la carica).

TOBALDO 5.5: il “motorino” dell’attacco di Longo oggi è un po’ spento. Prova un paio di conclusioni, ma non è stato il suo pomeriggio. (23′ st GJUCI 7: si ritaglia uno spazio importante in questo Viareggio: con un goal di rapina all’ultimo secondo manda la squadra agli ottavi di finale)

BERARDI 6: ringalluzzito dal goal contro l’Helsingor, ci prova anche oggi: bel sinistro, che chiama il portiere avversario al grande intervento. (35′ st COMPAGNO 6: entra nell’azione decisiva prolungando di testa in modo semplice ma molto efficace)

1 commenti

1 commenti

Inserisci qui il tuo commento

  1. ddavide69 - 1 anno fa

    Se solo un po ‘dello spirito della primavera arrivasse in prima squadra….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy