Gli scienziati gelano la Serie A: “Quarantena soft sì, ma bisogna cambiare la legge”

Gli scienziati gelano la Serie A: “Quarantena soft sì, ma bisogna cambiare la legge”

Campionato / Nuovo ostacolo sulla via della ripartenza. Palla al Governo

di Redazione Toro News

Il caso da Covid-19 registrato al quinto giro di tamponi al Venezia in Serie B ha riaperto scenari cupi sulla Serie A e sul calcio professionistico in Italia. La cosiddetta “quarantena soft”, proposta dalla Figc, che sembrava essere stata accettata in toto dal Comitato tecnico scientifico (Cts), è stata rimessa in discussione. Il verbale che il Comitato tecnico scientifico della protezione civile ha inviato al Governo ribadisce infatti le “chiare disposizioni riguardanti la quarantena di un soggetto risultato essere positivo a Sars-Cov2 e la quarantena precauzionale dei contatti del soggetto di cui sopra”. Il Cts poi ribadisce quanto espresso nella seduta dell’11 maggio evidenziando che “qualora anche un solo membro dell’equipe risulti positivo al test molecolare (tampone, ndr), tutti gli altri componenti del gruppo dovranno da quel momento, per ovvie ragioni di prevenzione epidemica, essere oggetto delle misure che valgono per ogni persona residente nel Paese”. 

Covid-19, il bollettino della Protezione Civile: meno di 25mila attualmente positivi in Italia

E ORA? Cosa significa? Semplicemente che nella settimana che ci conduce alla ripartenza della Serie A Gabriele Gravina e la Figc devono sobbarcarsi una doccia fredda non preventivabile fino a qualche ora fa. La proposta della Federcalcio è stata valutata e considerata positivamente, ma viene ritenuta “non compatibile con il decreto legge del 16 maggio attualmente in vigore. Insomma bisogna cambiare la legge anche se il Cts considera ricevibili dal punto di vista medico-scientifico “in virtù dell’attuale evoluzione epidemica favorevole, la proposta di effettuare test per la ricerca dell’RNA virale il giorno della successiva gara programmata per tutto il gruppo squadra”. In altre parole, c’è un via libera medico-scientifico per la procedura che dovrebbe consentire alle squadre di giocare la partita “dopo aver verificato la negatività di tutti gli altri membri del gruppo”, ma c’è l’ostacolo del decreto legge che deve essere cambiato. Quindi la palla passa al governo.

9 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 3 mesi fa

    Cito:
    “Nella settimana che ci conduce alla ripartenza della Serie A Gabriele Gravina e la Figc devono sobbarcarsi una doccia fredda non preventivabile fino a qualche ora fa”. 

    Ma allora noi tifosi del Toro, che avevamo in buon numero considerato “preventivabile” ciò che oggi è accaduto, e cioè che ci sia tutt’ora la possibilità di nuovi contagi anche tra i calciatori, cosa siamo??
    Stregoni o scienziati??
    O solo persone di buon giudizio che trattano con cautela un così grave problema sanitario??
    In quanto alla “doccia fredda” a Gabriele Gravina e alla Figc: gli sta bene!
    Incauti e pasticcioni, loro e i ministri che li assecondano.
    Non so come facciano i componenti del “Cts” ad avere così tanta pazienza e ad essere disponibili a perdere così tanto tempo per i
    “lor signori” del calcio!!

    Cito ancora:
    “Qualora anche un solo membro dell’equipe risulti positivo al test molecolare (tampone, ndr), tutti gli altri componenti del gruppo dovranno da quel momento, per ovvie ragioni di prevenzione epidemica, essere oggetto delle MISURE CHE VALGONO PER OGNI PERSONA RESIDENTE NEL PAESE”

    Questo il punto principale:
    “LA LEGGE È UGUALE PER TUTTI”!
    Quindi la palla passa al “governo”.
    E, per favorire il volere dei padroni del calcio, in Italia siamo persino disponibili a cambiare la legge!
    E il “governo” non ha nessun altro problema urgente ed importante, se può perdere tempo per cambiare la legge sul calcio??

    Ultimo appunto: coloro che lavorano x le riprese TV lo fanno senza controllo alcuno: per loro i tamponi non esistono!
    Ed il “sierologico” se lo fanno a loro spese, se vogliono!
    L’unica cautela è stata: “portatevi i panini da casa”!
    Data per scontata a questi uomini la sicurezza: lavorate con gente controllata, che non può infettarvi!
    Appreso il caso-Venezia: veramente questi ragazzi sono tutelati, e possono proprio stare sicuri??

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Granata - 3 mesi fa

    Questa cosa elementare l’ho scritta giorni fa in un post ( anche se a qualcuno non piaceva ). Ora l’uomo solo al comando che farà? Se cambierà decreto amministrativo ( non è una legge ) dovrà giocoforza cambiare tutto anche per la popolazione. A me viene da ridere.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. maxx72 - 3 mesi fa

      Confermo l’hai scritto e i cugini di Conte e grabina ti hanno riempito di meno. Graby e C. sono dei pazzi e andrebbero rinchiusi.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Granata - 3 mesi fa

        I meno li hanno messi perché ho definito qualcuno l’uomo solo al comando. Capirai quanto me ne frega. Mi fanno pena perché non capiscono la gravità delle cose successe e che succederanno. Sono beoti.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. maxx72 - 3 mesi fa

        Oh da fastidio dare dell’uomo solo al comando al Conte! È vero è inesatto: è anche in compagnia di una banda di mentecatti che sono i suoi ministri. Dai cuginetti date i meno…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Granata - 3 mesi fa

      Il decreto legge è un atto emesso dal presidente della Repubblica dietro indicazioni del consiglio dei ministri ed ha carattere di urgenza. Ha la forza di legge provvisoria ( pubblicato in G.U.) ma deve essere convertito in legge dopo un breve lasso di tempo dal parlamento. Il dpcm è un atto amministrativo emesso dal presidente del consiglio in autonomia ma deve poggiare su un decreto legge che gli definisca aree e tempi di competenza certi. Non ne possono conseguire sanzioni penali ma amministrative contrariamente al decreto legge.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. maxx72 - 3 mesi fa

        Per me Granata i ministri dovrebbero venire a ripetizioni da te, ma dovresti prima insegnargli a leggere.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Granata - 3 mesi fa

          Io ho solo espresso cose alla portata di tutti meno che a qualcuno di quelli che ci comandano. Incredibile!!! Meglio mi fermi qui sennò altro che meno….

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. bertu62 - 3 mesi fa

    Hummmmmmmmm………..
    La BANDA BASSOTTI sarà già al lavoro, senza dubbio!
    Certo, appena appresa la notizia della positività di un giocatore del Venezia alla vigilia della ripresa del campionato “in sospeso” sarà venuto a tutti Loro un coccolone ma, sfortunatamente per noi, non abbastanza serio da mettere Loro “in sospensione” per un po’….

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy