Inzaghi pre Benevento-Torino: “Granata squadra da Europa League”

Le parole / L’allenatore della Strega analizza i temi principali in vista della sfida alla squadra di Nicola

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto

Domani Benevento e Torino si sfideranno al Vigorito. La Strega arriva da una brutta prestazione contro il Crotone, ma la sua stagione fin qui è stata decisamente positiva. Filippo Inzaghi, però, dovrà far fronte ad alcune assenze. Questi i temi da cui è partito: “Non vediamo l’ora di scendere in campo. L’ultima una partita difficile da commentare, abbiamo prodotto un numero incredibile di occasioni da gol senza riuscire ad andare in vantaggio né in seguito a pareggiare. E’ una parentesi da chiudere quanto prima, il calendario ci offre subito l’opportunità di riscattarci, ma guai a sottovalutare il Torino che soprattutto in avanti ha giocatori fortissimi”.

VERONA, ITALY – NOVEMBER 02: Filippo Inzaghi head coach of Benevento Calcio gestures during the Serie A match between Hellas Verona FC and Benevento Calcio at Stadio Marcantonio Bentegodi on November 02, 2020 in Verona, Italy. (Photo by Alessandro Sabattini/Getty Images)

SUL TORO – Proprio sulla squadra di Nicola ha continuato così: “Sono convinto che la squadra farà una grande prova e che si riscatterà subito, ma il Torino non può essere considerata una diretta concorrente. Ha un organico da Europa League e il centravanti che disputerà l’Europeo con la Nazionale. Occorrerà massima attenzione, ma i granata non hanno nulla a che vedere con la zona retrocessione. Il cambio in panchina per loro è un vantaggio. Mi dispiace per Giampaolo, un amico e uno dei migliori tecnici in Italia. Allo stesso tempo faccio un grande in bocca al lupo a Nicola. Io penso alla mia squadra: giochiamo in casa e, pur senza tifosi, ci teniamo a chiudere alla grande un ottimo girone d’andata“.

BENEVENTO, ITALY – OCTOBER 04: Iago Falque of Benevento Calcio during the Serie A match between Benevento Calcio and Bologna FC at Stadio Ciro Vigorito on October 04, 2020 in Benevento, Italy. (Photo by Francesco Pecoraro/Getty Images)

ASSENZE – Poi Inzaghi continua parlando delle assenze. A partire da Insigne che non è al top della forma: “Vi anticipo che Iago Falque non può partire titolare. Quanto a Roberto, sta recuperando e domani mattina farà un test decisivo. Ha saltato 4-5 allenamenti e ciò mi porterà a fare delle riflessioni. Ho provato anche Tello sulla trequarti, oltre al solito Improta che ha ricoperto praticamente tutti i ruoli e con buoni risultati. La duttilità dei miei ragazzi è un’arma in più”. A centrocampo potrebbe ritrovare giocatori importanti: “Dobbiamo cercare di recuperare al meglio tutte le forze, cambiare tutto per una sconfitta anche strana sarebbe un grosso errore. Siamo stati penalizzati dagli episodi, per fortuna continuiamo a creare occasioni e perciò sono fiducioso. In mediana possiamo contare su Viola, che ci è mancato per tanto tempo e che si sta avvicinando alla condizione ottimale”. Al centro della difesa è mancato a lungo Caldirola“Mi piacerebbe fosse pronto per giocare dal primo minuto, ma non credo sia ancora nelle migliori condizioni. A inizio settimana ha avvertito qualche dolore, ricordiamo che è reduce da un’operazione delicata e che è rientrato addirittura in anticipo rispetto alla tabella di marcia. Domani andrà in panchina, chi scenderà in campo offre comunque ampie garanzie”. In conclusione parla delle difficoltà dovute a questa stagione tanto anomala: “Il Covid purtroppo sta condizionando tutti, siamo stati anche fortunati sotto questo punto di vista. Dispiace che Schiattarella si sia fermato nel suo momento migliore. Lo stop di Letizia lascia tanto amaro in bocca: è qualcosa di serio, non lo avremo a disposizione ancora per molto tempo”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. christian85 - 1 mese fa

    Ok Pippo, ma pippa di meno !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Sono 18 partite che leggo gli altri allenatori dire alla vigilia che siamo da Europa league e che Gianpaolo è un grande allenatore.
    Lo dicono per motivare i loro giocatori a non prenderci sotto gamba…e nello stesso tempo volendo o no, ci prendono per il culo.
    Beh, non so voi, ma io mi sono rotto le palle.
    Un po’ di orgoglio i nostri lo dimostreranno prima o poi e non troppo tardi spero.
    E idem per quel cane di presidente che abbiamo. Avrà un briciolo di ambizione sportiva al di là dei ricavi economici ! ?
    Prima della chiusura di calciomercato si spingerà a fare un paio di acquisti degni ? Di rinforzi veri ?
    Si sarà rotto le scatole anche lui di fare figuracce in giro per l’Italia ?
    E se così non fosse, un pensierino almeno agli introiti che gli arriverebbero il prossimo anno in serie A non lo starà facendo ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. valex - 2 mesi fa

    A Pippo, nun ce pià per culo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Aca Toro - 2 mesi fa

    voleva dire champions league

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. user-13984311 - 2 mesi fa

    Anche questo ci prende per il culo

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy