Malagò: “L’agenda dello sport la detta il governo, per ora nessuna certezza”

Le parole / Le dichiarazioni del presidente del CONI in una lunga intervista rilasciata a Il Corriere della Sera

di Redazione Toro News

Giovanni Malagò, presidente del CONI, ha parlato quest’oggi ai microfoni del Corriere della Sera soffermandosi sull’impatto dell’emergenza coronavirus sullo sport. “Rinviare l’Olimpiade è stata la decisione più giusta – ha detto Malagò -. Serviva dare un messaggio chiaro e univoco, tenendo conto di diverse situazioni. La posizione del governo giapponese, che controlla gli enti locali e il comitato organizzatore e gli aspetti contrattuali con le televisioni americane. Eppoi, bisognava fare i conti con il convitato di pietra, cioè il virus”.

Cairo: “Stagione rovinata, stiamo attenti a non rovinare anche la prossima”

Sul destino del calcio italiano invece, Malagò ha aggiunto: “Ho contatti frequenti con il presidente Gravina che mi tiene aggiornato su tutto e per questo lo ringrazio. È chiaro che stiamo parlando di un mondo a parte e mi riferisco alla serie A che deve affrontare situazioni economiche diverse da tutte le altre realtà. Credo che giocherà la sua partita e io non posso fare altro che rispettarla. L’organizzazione dei campionati per statuto spetta alla FIGC che poi si affida alla Lega. Il calcio, come l’Olimpiade, deve fare i conti con il virus. L’agenda la detta il governo. E al momento non ci sono certezze”.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Granata - 7 mesi fa

    Tappetino ha sentenziato, “l’agenda dello sport la detta il governo…”. Qualcuno mi spiega la sua utilità? Io proprio non la comprendo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy