Padova-Vicenza, un derby per i play-off

Padova-Vicenza, un derby per i play-off

di Davide Agazzi – A sei giornate dal termine di questa stagione, il campionato di Serie B è tanto combattuto, quanto definito. Archiviate le prime due posizioni in classifica, saldamente nelle mani di Atalanta e Siena, le restanti squadre sono in lotta per raggiungere i propri obiettivi. In questo particolare turno pre-pasquale, il campionato cadetto andrà in scena venerdì sera alle ore 19.00, senza posticipi,…

di Redazione Toro News

di Davide Agazzi – A sei giornate dal termine di questa stagione, il campionato di Serie B è tanto combattuto, quanto definito. Archiviate le prime due posizioni in classifica, saldamente nelle mani di Atalanta e Siena, le restanti squadre sono in lotta per raggiungere i propri obiettivi. In questo particolare turno pre-pasquale, il campionato cadetto andrà in scena venerdì sera alle ore 19.00, senza posticipi, ma con due anticipi in programma. Questa sera, alle 20.45, saranno in campo Padova-Vicenza e Pescara-Frosinone. Andiamo ad analizzare, nel dettaglio, tutte le partite di questa 37esima giornata di campionato.

Padova-Vicenza: (stasera ore 20.45) questo ennesimo derby del veneto potrebbe regalare forti emozioni. A poche giornate dal termine, entrambe le squadre sono consapevoli di giocarsi buona fetta dell’accesso ai play-off. I biancorossi di Maran, forti dei tre punti di vantaggio, potranno giocare con maggiore calma, puntando sulla verve di Elvis Abbruscato. Il Padova della gestione Dal Canto non ha mai deluso i propri tifosi e non vorrà tradirli sul più bello.

Pescara-Frosinone: (stasera ore 20.45) i ciociari di Campilongo, nonostante il buon pareggio con il Padova, sono stati agganciati dalla Triestina in fondo alla classifica. Il Pescara giocherà con la mente libera, ma con in testa ancora la cocente sconfitta di Ascoli. I laziali dovranno fare a meno di Santoruvo e Frison, squalificati, mentre Di Francesco non potrà contare su Ganci e Mengoni, anch’essi fermati dal Giudice Sportivo.

Albinoleffe-Grosseto: umori opposti per le due squadre. La squadra di Mondonico, dopo la convincente prova con il Cittadella, vede la classifica con più tranquillità. Il Grosseto di Serena, dopo la sconfitta contro il Siena è in cerca del pronto riscatto. Le squadre, separate da soli due punti, sono pronte a ripetere lo spettacolare pareggio dell’andata, quando in toscana terminò 3-3.

Varese-Ascoli: l’Ascoli, nonostante il buon momento di forma, è sempre impegnato nella lotta per non retrocedere. Avversario di giornata sarà il Varese di Sannino, che nonostante il pareggio interno con il Sassuolo, prosegue la sua folle marcia verso i play-off. I bianconeri di Castori dovranno fare a meno di Giorgi, squalificato e di Maurantonio, infortunato. La squadra lombarda, ad un solo punto dal Novara, sogna il sorpasso ed il terzo posto in classifica.

Crotone-Atalanta: la squadra di Colantuono, dopo aver perso partita e vetta della classifica, tenterà di rialzare subito la testa. Il Crotone, dopo alcuni buoni risultati, si trova a ridosso della zona play-off. I calabresi, che pensano ad una salvezza tranquilla, vogliono approfittare del momento opaco dei bergamaschi. I rossoblu, dopo le vittorie su Frosinone e Livorno, dovranno fare a meno di Ginestra e Tedeschi, ancora infortunati e non convocati.

Piacenza-Cittadella: dopo la sonora sconfitta con l’Albinoleffe, il Cittadella è chiamato al riscatto. La squadra di Foscarini, a ridosso della zona retrocessione, sogna il 3-0 dell’andata, ma sulla sua strada troverà un Piacenza reduce dal buon pareggio con il Novara. Madonna non potrà contare su Guzman, squalificato ed autore di uno dei gol realizzati contro il Novara.

Empoli-Livorno: quasi abbandonate le speranze play-off, il Livorno di Novellino cerca il risultato che possa ridare morale. L’avversario non poteva essere peggiore. L’Empoli di Aglietti, rilanciato dopo la vittoria sull’Atalanta, non perde da tre turni e non vorrà certamente fermarsi ora. Gli amaranto dovranno fare a meno di Barusso, squalificato. Dovrebbe essere regolarmente arruolabile Mchedlidze, leggermente infortunatosi dopo la partita di sabato scorso.

Siena-Portogruaro: la squadra di Conte, da una settimana capolista, non vuole perdere l’onore della prima posizione. I bianconeri dovranno vedersela con il Portogruaro, sconfitto dalla Triestina, ma con molte motivazioni. La squadra di Agostinelli, in piena zona retrocessione, ha sempre dato filo da torcere alle grandi, nonostante il netto divario tecnico.

Triestina-Sassuolo: la Triestina, dopo la vittoria di sabato scorso, ha lanciato un segnale a tutte le concorrenti. Il Sassuolo di Gregucci, dopo l’ottimo pareggio con il Varese, potrebbe accontentarsi di un altro punticino, mentre la squadra di Salvioni è costretta a fare risultato pieno. Per la squadra ultima in classifica, assente Cottafava, squalificato per un turno.

Reggina-Novara: dopo due pareggi consecutivi, il Novara di Tesser deve fuggire gli attacchi del Varese. La Reggina di Atzori, dopo la buona prova di Torino, vuole tornare al successo, per dare un chiaro segnale in chiave play-off. I calabresi vogliono vendicare la sconfitta dell’andata, quando la spumeggiante squadra piemontese vinse per 3-1.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy