Pescara, 4 pali e 2 gol. Livorno e Vicenza giù

Pescara, 4 pali e 2 gol. Livorno e Vicenza giù

MODENA-JUVE STABIA 3-0
Sfida tra due gialloblu entrambe tranquille, una situazione che può preludere a partite divertenti. Di Gennaro (insieme alle decisioni -ineccepibili- dell’arbitro Irrati) protagonista della prima frazione: prima realizza il calcio di rigore concesso per fallo su Cellini, quindi causa l’espulsione diretta di Molinari. Gli ospiti, in dieci, si sbilanciano e Cellini fa 2 a 0, prima del tris di Stanco

di Redazione Toro News

MODENA-JUVE STABIA 3-0
Sfida tra due gialloblu entrambe tranquille, una situazione che può preludere a partite divertenti. Di Gennaro (insieme alle decisioni -ineccepibili- dell’arbitro Irrati) protagonista della prima frazione: prima realizza il calcio di rigore concesso per fallo su Cellini, quindi causa l’espulsione diretta di Molinari. Gli ospiti, in dieci, si sbilanciano e Cellini fa 2 a 0, prima del tris di Stanco

ASCOLI-LIVORNO 2-0
Sfida salvezza vera, al “Del Duca”: due squadre appaiate in classifica, appena a +3 dai playout. E’ però la corsa dei padroni di casa a non fermarsi mai: al 37′, Soncin inventa un gol meraviglioso. Al 56′ i marchigiani restano in dieci uomini (espulso Sbaffo), e si perdono d’animo? No: fanno il secondo gol, con Scalise, guadagnandosi tanti applausi dal proprio pubblico. Per il Livorno il calendario delle prossime tre gare fa tremare i polsi: Torino, Verona, Sassuolo

VICENZA-NOCERINA 0-1
Il Vicenza sopravanza di tre lunghezze in classifica proprio la Nocerina; per togliersi d’impaccio, Beghetto rispolvera l’acciaccato Abbruscato e aggiunge peso al proprio attacco. Ma sono i campani a fare la partita, anche se l’occasione più grossa é per i padroni di casa: calcio di rigore al 37′, ma proprio Elvis sbaglia. E la punizione arriva al 3′ di recupero: intuizione di Merino, rete di Farias. Tremenda sconfitta per i biancorossi, che falliscono il terzo penalty in una settimana!

GROSSETO-PADOVA 2-2
Galvanizzato dalla sentenza favorevole di ieri, l’undici di Dal Canto inizia come meglio non si può: con una perla da fuori di Cacia che vuol dire 0 a 1. Lo stesso centravanti raddoppia di testa e si va al riposo con la partita orma in naftalina. Invece, l’imponderabile: in 120 secondi, fra l’8′ ed il 10′ della ripresa, Sforzini la mette due volte dentro, e nell’ultimo periodo di partita sono i toscani a provare qualcosa in più, ma finisce in parità

GUBBIO-PESCARA 0-2
Ci può essere un solo copione per questa gara: Pescara a giocare, Gubbio a restistere e provarci. E così é: nel primo tempo, gli abruzzesi non vanno in vantaggio solo perché Insigne prima prende il palo poi si divora un gol, quindi la traversa viene colpita da Verratti e poi (nella ripresa) ancora da Insigne. Al 77′, Sansovini colpisce il quarto palo ma, stavolta, ribadisce in rete il bell’assist di Verratti; poi, arriva il solito grande gol di Insigne, ed esultano i 5000 pescaresi in trasferta

CITTADELLA-VARESE 0-1
Che “buco”, quello di Gorin che libera De Luca alla corsa solitaria verso la porta veneta, permettendogli di portare in vantaggio i suoi dopo dieci minuti di gioco. Il “Citta” si butta in attacco ma lo fa in maniera insolitamente confusa. Gli uomini di Maran controllano e portano a casa tre punti, tenendo dietro la Sampdoria, al termine di una gara davvero molto brutta

REGGINA-ALBINOLEFFE 1-0
Gli amaranto possono solo vincere, se vogliono provare ad avvicinare una zona play-off ancora alla loro portata. Invece, la squadra di Breda non fa molto per portare a casa i tre punti: i primi 45′ sono soporiferi, e la difesa più battuta della categoria non soffre. Poi, un calcio di rigore per parte: prima Regonesi si fa incantare da Belardi, poi (é il 33′ della ripresa) Ceravolo non sbaglia.

SAMPDORIA-BARI 2-0
E’ una gara molto combattuta, con i pugliesi a giocarsela meglio dei padroni di casa: d’altronde quelli di Torrente sono uomini “da trasferta”. Alla mezz’ora, però, la grande occasione: calcio di rigore per la Samp, per un netto fallo del recidivo Borghese, ma Foggia sbaglia. Nella ripresa, però, é Eder ad aprire e chiudere la frazione con una doppietta che vuol dire 2-0 e rincorsa che continua al quinto (e al quarto) posto

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy