Serie A, Tommasi: “La speranza è tornare a giocare. Si potrà andare oltre il 30 giugno”

Dichiarazioni / Le parole del numero uno dell’Aic (Associazione italiana calciatori) a Radio 1

di Andrea Calderoni

Damiano Tommasi, presidente dell’Aic (Associazione italiana calciatori) ha parlato nuovamente circa la possibile ripresa del campionato: “La voglia e la speranza è quella di poter tornare ad allenarsi e a giocare – ha sostenuto l’ex centrocampista ai microfoni di Radio 1 -, si stanno cercando le modifiche regolamentari per poter andare oltre il 30 giugno con il campionato. Almeno per la serie A serviranno 45 giorni e le settimane di preparazione per poter concludere tutto. Se si ha questa prospettiva siamo contenti di ripartire. Di sicuro il calendario è compresso per finire la stagione e per decretare i verdetti sul campo”.

Uva (vicepres. UEFA): “Salute pubblica inderogabile. La stagione può finire dopo il 30 giugno”

STIPENDI – Lo stesso Tommasi e il presidente del Coni Giovanni Malagò hanno anche parlato di stipendi (LEGGI QUI). A tal proposito Tommasi ha affermato a Radio 1: “Più della metà dei giocatori della Lega Pro, senza dimenticare la Serie D, con lo stipendio paga l’affitto o i mutui e mantiene le famiglie. Per quanto riguarda i professionisti, i giocatori sono già sulla lunghezza d’onda di capire come si possa sostenere il sistema e come andare incontro alle società. Dipenderà se si tornerà in campo o no”, 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy