Toro, Comi e Gomis i giovani protagonisti di giornata

Italia Granata / Torna titolare Fiamozzi, si conferma Scaglia, solo panchina per Chiosa. Turno da dimenticare per Verdi e Bellomo. Stasera Parigini e Suciu vs Stevanovic

di Diego Fornero, @diegofornero

Un weekend, quello appena concluso tra Serie B e Lega Pro, che ha visto ancora protagonisti molti dei giovani del Torino, sparsi per l’Italia in prestito e comproprietà, e che, soprattutto, avrà il proprio epilogo stasera, nel monday night match della cadetteria, tra la Juve Stabia di Vittorio Parigini e Sergiu Suciu ed il Palermo di Alen Stevanovic

Analizziamo nel dettaglio la situazione dei giovani granata:

SERIE B

VERDI – Serata da dimenticare quella della sfida casalinga dell’Empoli, superato di misura dall’Avellino per 1-0, per Simone Verdi. L’esterno offensivo classe ’92, in comproprietà tra Torino e Milan ma in prestito in Toscana, schierato titolare, gioca una gara decisamente opaca, seppure in buona compagnia, e viene rimpiazzato al 14′ della ripresa da Pucciarelli 

FIAMOZZI – Torna titolare l’esterno basso classe ’93 in comproprietà tra Torino e Varese, Riccardo Fiamozzi, pur in una sfida certamente non felice per i biancorossi. La formazione di Gautieri, infatti, deve inchinarsi alla Ternana per 1-0, in virtù della rete di Zito al 18′. E’, comunque, positivo, che un giovane così interessante, che nella passata stagione aveva anche raggiunto la Nazionale Under 21, si sia finalmente riaffacciato da protagonista nel calcio che conta. 

CHIOSA E COMI – Compagni da sempre nel settore giovanile granata, questo weekend si sfidavano il Bari di Marco Chiosa, ’93 di proprietà del Torino ma in prestito ai galletti, e la Virtus Lanciano di Gianmario Comi, ’92 in comproprietà tra Toro e Milan. Il duello tra il difensore e l’attaccante di scuola granata, però, non si è visto, perché il tecnico pugliese Alberti ha lasciato Chiosa in panca per tutti i 90 minuti, mentre Baroni ha puntato sul “figlio d’arte” fin dal 25′, quando il titolare, Piccolo, ha dovuto lasciare il terreno di gioco per infortunio. Per Gianmario, che è addirittura tra i convocati di Prandelli per lo Stage della Nazionale maggiore, una gara di sostanza ed una rete sfiorata, quando al 46′ Guarna compie un vero e proprio miracolo per negargli la via della rete.

GOMIS, DIOP E SCAGLIA – Crotone contro Cittadella, per un tifoso granata, non può che significare Alfred Gomis e Abou Diop contro Pippo Scaglia. Se l’attaccante senegalese classe ’93 assiste alla vittoria per 2-0 dei pitagorici dalla panchina, gioca, ovviamente, titolare il portierone ex Primavera, in una gara nella quale non arrivano grandi insidie dall’attacco dei granata veneti. Inamovibile, nella retroguardia di Claudio Foscarini, il “Ferguson” italiano, il ’92 Pippo Scaglia, che gioca una discreta partita ma nulla può contro le reti di Giannone su punizione dopo soli 2′ e di Ishak all’80’.

SPEROTTO – Ancora panchina per Nicolò Sperotto a Carpi, nella sfida interna persa per 3-0 dai suoi contro la Reggina. Il difensore classe ’92, in comproprietà col Torino, viene usato col contagocce dal tecnico carpigiano Vecchi, ed ha totalizzato in stagione una sola presenza da titolare, a Bari lo scorso 14 dicembre 2013, e due spezzoni di gara a tempo pressoché scaduto. Decisamente poco proficua la soluzione adottata per il giocatore, che forse avrebbe potuto disporre di un minutaggio più importante in Lega Pro per confermare il proprio valore. 

BELLOMO – Cade, a sorpresa, lo Spezia a Novara: un 1-0 che premia la formazione piemontese, partita da dimenticare per Nicola Bellomo. Il classe ’91, in comproprietà tra Torino e Chievo ma in prestito in Liguria, gioca soli 45′, costantemente raddoppiato ed osservato speciale della difesa novarese, e riesce soltanto ad esibirsi in un bell’assist no-look per Lisuzzo, che sbaglia, però, l’appuntamento con la rete. Nella ripresa, Mangia lo sostituisce per far posto a Catellani. Così come per Comi, però, anche per il talento barese ora si spalancano le porte dello Stage della Nazionale maggiore, che vede il centrocampista tra i selezionati di Prandelli.

SUCIU – PARIGINI – STEVANOVIC – “The best is yet to come”, verrebbe da affermare: la sfida del “Romeo Menti”, tra il Palermo capolista ed una Juve Stabia sempre più con un piede in Lega Pro, in programma questa sera alle 20.45, se non riveste molto interesse per la classifica, lo riveste sicuramente per i tifosi granata, che potrebbero vedere all’opera sia il duo Sergiu Suciu – Vittorio Parigini, tra le vespe, sia il “talento sregolato” Alen Stevanovic, tra i rosanero.

LEGA PRO 1 

GATTO – Non salta una sfida che sia una, Emanuele Gatto: il regista classe ’94, ex capitano della Primavera del Torino, in comproprietà con i lombardi del Lumezzane, viene schierato titolare anche stavolta da mister Marcolini, collezionando la ventesima presenza stagionale, di cui 17 da titolare. Un ottimo ruolino di marcia quello del giovane granata, che gioca anche stavolta una discreta partita, ma viene superato, coi suoi, per 2-0 dal Pavia. Esperienza, comunque, decisamente proficua la sua in Lombardia.

CINAGLIA – MILANI – Il duo granata, composto da Davide Cinaglia e Daniele Milani, in forza al Feralpi Salò di Beppe Scienza, si divide anche stavolta. Se il centrale difensivo classe ’94, che ha ormai pienamente recuperato dalla pubalgia patita ad inizio stagione, stacca la tredicesima presenza giocando titolare, pur senza brillare particolarmente, e viene sostituito al 72′, per il centrocampista si tratta dell’ennesima sfida vista dalla panchina. 

LEGA PRO 2

VITA – Non si ferma il Monza di Antonino Asta, che punta, tra i titolari, sul talento offensivo classe ’93 Alessio Vita, in comproprietà con il Torino. Ancora una vittoria per i brianzoli, ancora una buona prova per l’ex Primavera granata, che si conferma uno dei prospetti più interessanti della categoria, sicuramente destinato a palcoscenici più importanti. Per i biancorossi, ora, l’attesa è tutta per la finalissima della Coppa Italia di Lega Pro contro la Salernitana, gara di andata al Brianteo mercoledi 19 marzo.

FUMANA – Si conferma titolare Giorgio Fumana, attaccante classe ’94 del Torino, in prestito a Bra. Nel derby, in trasferta, contro il Cuneo, i braidesi, pur giocando una gara più gagliarda del solito, cedono il passo e perdono 1-0, confermandosi tristemente ultimi in classifica con soli 9 punti. Per il giovane attaccante un paio di buone occasioni, ma nulla di più.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy