Giù dall’ottovolante

Giù dall’ottovolante

Maicuntent / Perdere un derby fa sempre male, anche ad esserci abituati. E riporta tutti per terra

di Stefano Gurlino

“Di derby ne ho già visti e persi tanti” mi dice Alberto con voce roca e sconfitta, canellese e granata doc. E fin qui, non possiamo minimamente contestare. Il problema è che Alberto non ha ancora versato un anno di contributi. Insomma, noi giovani mai cuntent e i derby siamo come la storiella della regina del Celebrità di Max Pezzali: bella, bellissima da vedere, ma che alla fine si concede sempre ad altri. E gli altri sono sempre loro: con quelle maglie orribili, con un confetto al posto dello stadio, con la fortuna che solo chi è forte davvero sa accaparrarsi.

FC Torino v Juventus FC - Serie A

Ecco, lasciamo stare la retorica da pc e partiamo da un concetto chiave: sono i più forti. Magari non la macchina indistruttibile che erano quando li allenava Conte, ma un’antipatica Ferrari che Allegri guida non proprio con maestria ma con grande furbizia e, cosa a noi ignota, un’indomabile esperienza. Si, perché il calcio, oltre agli episodi, lo si fa con gli occhi di chi è partito (tanto per fare un paragone) da un -20 per arrivare a 100. E così, se possiamo accettare l’idea di far calciare lungo un pallone da Chiellini a sette minuti dalla fine, amaro è lo scotto da pagare se questo pallone, tutto solo, lo si fa stoppare, girare e poi calciare da Higuain, mica Pellicori. Ma guai a dare colpe a “chi”: perché è quando ti soffiano la merenda sotto il naso che poi il giorno dopo capisci di doverla nascondere per bene. E per tornare al paragone di prima, il nostro Barreca, ieri pomeriggio, alle 17, non ha fatto altro che togliere dai suoi gettoni quel “-20”. Perché al 100, questo ragazzo, ci arriva e arriverà eccome. Così come il Baselli bello nell’assist quanto brutto con quel pallone fatale perso a metà campo; come lo Zappacosta dinamico e impreciso; come un “100” (milioni) vero quale Belotti, così “goffo” quanto letale, implacabile, dal cuore enorme che piace a noi.

Belotti

Ma la sconfitta di ieri è riassumibile così: giù dall’ottovolante. Giù dalla giostra tutti, anche se la caduta fa meno male del solito. Giù dal trenino Iago Falque, folletto (quando vuole) devastante e (troppe volte) discontinuo. Giù dal carro la retroguardia, specie una coppia centrale certamente troppo abbandonata a se stessa ma troppo, troppo colabrodo. E giù dal trenino anche te, Sinisa. Hai avuto il merito di capire dove ti trovi da luglio, domanda che il tuo predecessore non si è mai posto più di tanto, ma stai attento: le lune di miele finiscono presto. Poi parte il matrimonio, quello vero. Va bene portare il pubblico a stretto contatto coi ragazzi, ma lo stesso pubblico va tutelato davanti quelle terribili arpie che siamo noi media. Col popolo (granata) ci fai la rivoluzione, col populismo la rivoluzione la fai da casa. E certi colpi di teatro, ahinoi, portano più sfiga della poi effettiva profezia del grande Socrates, quello del: “So già il risultato, ma non lo dico per spocchiosità”. Socrates, in realtà sto risultato lo sapevamo già tutti. Basta(va) solo chiudere gli occhi e sognare di essere un mai cuntent.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ex calciatore - 4 anni fa

    Riassumo, siamo una squadra da metà classifica.oggi abbiamo l’attacco , mezzo centrocampo e non la difesa ,se la dirigenza non si mette in testa e mano al portafoglio di costruire una SQUADRA ,saremo sempre degli incompiuti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Mtrxx - 4 anni fa

      alta meta’ classifica..

      ci voglio credere, a gennaio rinnoviamo un po’ la panchina e la difesa, sarebbe troppo stupido non investire, manca veramente poco per sistermare le cose

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Simone - 4 anni fa

    Giocare alla pari coi primi è sempre piacevole. Vedere un centrale lasciare l’attaccante più pericoloso della serie A a Barreca senza supportarlo è un errore imperdonabile!
    Buttata via una prestazione maiuscola.
    Se poi ogni tanto invece di mettere sempre 4/5 punte ci si coprisse un poco di più saremmo tutti più contenti.
    Ci si può anche accontentare di 1 punto…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. giancator - 4 anni fa

    vinciamo e siamodei fenomeni,perdiamo e siamo dei brocchi! Invece siamo seplicemente una squadra giovane nuova e con una mentalità completamente diversa dagli ultimi anni! Abbiamo anche delle grosse lacune e lo sappiamo(vedi la difesa)pperò abbiamo perso una partita ,contro una squadra con un fatturato dieci volte il nostro,gicandocela fino in fondo,e subendo anche il solito aiutino arbitrale(vedi iol fallo di Rugani su Belotti da ultimo uomo).Io non mi demoralizzerei più di tanto,abbiamo già fatto tanti punti,ne faremo ancora,e anche se quest’anno non andiamo in Europa,ci andremo il prossimo anno,perche con una squadra così giovane ed entusiasmante il tempo non può che giocare a nostro favore|

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. abatta68 - 4 anni fa

    Stiamo terra-terra, il succo è questo… non siamo splendidi, ma neanche dei brocchi patentati. Imezzi attuali son quello che sono, con alcuni elementi che promettono bene e alcuni che hanno poco da promettere. Io credo che quest’anno serva a Sinisa e alla società di capire quanto occorra veramente cambiare l’anno prossimo per puntare in alto. Questo è l’anno zero per Mhjalovic e credo che a lui vadano molte attenuanti… ma il prossimo anno no, ne a lui ne alla società, che di margine ne ha per dire chiaramente cosa vogliamo diventare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Mtrxx - 4 anni fa

      Penso a partite come quelle contro la roma, il cagliari, il bologna, partite che il toro non giocava da una vita.. e persino l’ultimo sfigato derby..

      meglio dell’anno scorso, l’importante e’ migliorare un pochino anno dopo anno..

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. al_aksa_599 - 4 anni fa

      Mi scuserete se io continuo a pensare che Miha sia inadeguato e sia stata una scelta sbagliata. Di solito parte bene e finisce male, spero non sia questo l’ennesimo anno che lo farà. Le sue squadre sono disequilibrate e giocano male, di spogliatoio ne costruisce poco. Comunque, mettiamo da parte l’allenatore che, nel malaugurato caso, in due giorni si può sostituire.
      Volevo fare due parole su Cairo che, lui si, ce lo si deve tenere.
      Pregi ne ha, ha rimesso in carreggiata una società fallita e allo sbando, è uno che sa come fare affaroni, ma di calcio ne capisce poco e ci vuole guadagnare.
      Quest’anno si è migliorata la squadra, dite. Vero. Sicuramente c’è un centravanti devastante e un portiere finalmente di livello ottimo. Tanti giovani interessanti. Ma ricordate che il mercato è stato fatto in attivo, per ottenere questi vantaggi si è smantellata la difesa e si vede. Non ci si può presentare in cambio con un ragazzo volenteroso come Rossettini e un ex campione un po’ squinternato e confuso come Castan. Poi, la gestione del reparto da parte di Miha mi pare abbastanza disordinata e credo stia creando danno al morale di qualcuno.
      Ricordiamoci poi che Hart e pure Castan sono in prestito. L’anno prossimo che si fa, si torna a Padelli e si inserisce Friedenlieb? Oppure si vende Belotti? Io penso che Belotti rimarrà un altro anno, ma una cosa è certa: non pensate che Cairo faccia un mercato, di gennaio o di luglio, in passivo!
      Ecco perchè frenerei gli entusiasmi da “ottovolante”. Il jolly non lo si può pescare ad ogni mercato, più probabile pescare un altro Rossettini.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Alberto Fava - 4 anni fa

        Mi scuserai tu, se come Tifoso Granata, penso sinceramente che il colore non ci accomuni, visto i contenuti del tuo post.
        O forse mi sbaglio?
        FVCG

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. al_aksa_899 - 4 anni fa

          Ti risulta che a tutti i tifosi granata piacciano Miha e Cairo? A me no.
          Quelli come te forse sono gli stessi che hanno prima glorificato e poi contestato altri allenatori e che tempo fa volevano che Cairo vendesse.
          La coerenza non è da tutti.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
          1. Alberto Fava - 4 anni fa

            Non so e non penso che a tutti i tifosi piacciano sia Miha che Cairo, posso solo dirti : a me si.
            Poi ti garantisco che da quando ho iniziato a tifare Toro da bambino, ho contestato soltantoper una volta, per la cessione di Lentini, mentre per il resto ho sempre sostenuto per come potevo i nostri colori, e (magari a volte a torto ) ho cercato di darmi delle giustificazioni per i falliment che purtroppo abbiamo incontrato.
            Insomma amo il colore Granata a prescindere dai momentanei interpreti, si chiamino essi Cairo, Cimminelli, Rossi, Gerbi, Belotti, Silenzi, Ferrante, Santin, Cravero o Graziani.
            Il Toro per me è appartenenza.
            Questo intendevo con la mia critica al tuo post dopo che l’ho letto, e che nel caso ti abbia offeso me ne scuso pubblicamente .
            FVCG

            Mi piace Non mi piace
  5. antares - 4 anni fa

    Capisco la sofferenza che si prova per una sconfitta amara e che porta a sfogarsi, ma questo pezzo non ha due frasi consecutive che siano una collegata all’altra, è letteratura sperimentale o solo io non capisco quale sia il punto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. The Mtrxx - 4 anni fa

      il punto e’ calmi tutti, non e’ che se non andiamo in europa al primo anno e’ una disgrazia.

      quest’anno ci sono volute giornate per trovare l’11 titolare, per scoprire barreca, per far esplodere il gallo, per recoperare ljacic e falque (e anche maxi..)

      in difesa ci siamo fatti fregare dalla dipartita di maksi (lui e castan andrebbero piu’ che bene assieme..) e quell’altro affare non andato in porto.

      ci siamo ritrovati con una scommessa (castan) vinta a meta’ (per ora) e con una riserva (rossettini) a giocare titolare. Bovo e Moretti non sembrano all’altezza. L’altra scomessa e’ Ajeti e non possiamo che fidarci di Miha, la serie A non e’ il Pisa e forse il ragazzo non e’ manco lui all’altezza.

      Ci siamo ritrovati con un De Silvestre in netta difficolta’ / problemi fisici che ha per fortuna fatto esplodere Zappa.

      E Baselli? Miha ha dovuto andare a ravanare per tirargli fuori le palle..

      Valdifiori cresce di domenica in domenica, meno male. Benassi ormai pilastro granata.

      Le riserve sono da serie B, non raccontiamoci frottole, Martinez, Lopez a fine carriera, Boye che ha bisogno di imparare ancora tanto…

      Il timore e’, se facciamo una buona annata, magari arriviamo che ne so in finale di coppa italia e settimi/ottavi.. L’anno prossimo il Gallo resta? Lo teniamo sul serio?
      Gli Altri? Ljacic si fa un altro annetto? Spero di si..
      Ma Hart, Castan… Oddio Castan se non migliora puo’ anche andare, ma insomma, la crescita e il percorso si fanno anche rinnovando certi contratti, riscattando gente…

      In ogni caso, mai cuntent, ma meglio soffrire e restare fuori dall’europa che soffrire per restare fuori dalla lotta per la non retrocessione..

      Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy