Ci vuole un vaccino anche per questo Toro

Editoriale / Occasione persa contro una Juve abbordabile, nessun passo avanti: c’è da prendere atto della situazione a tutti i livelli

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto
Juventus-Torino

Chissà se Pfizer, Moderna e AstraZeneca hanno in serbo una soluzione anche per risolvere i mali di questo Torino. Oltre che un vaccino contro il Covid-19, ce ne vuole uno anche contro i mali di questa squadra. Purtroppo tira un vento non piacevole, intorno al Toro: la classifica parla chiaro e la narrazione della squadra in crescita evidente a cui mancano solo i dettagli per svoltare inizia a fare acqua.

Il derby perso con l’ennesima rimonta subita è difficile da digerire per molti, perchè è sempre la partita più sentita ma soprattutto perchè un risultato positivo era assolutamente realizzabile contro una Juventus tutto fuorchè trascendentale. I bianconeri l’hanno vinta in primis sul piano motivazionale, qualcosa che non può che ferire particolarmente il Torino. Occorre prendere atto della situazione: nessun passo avanti sui difetti principali (tenuta mentale e solidità difensiva), il tempo inizia a scarseggiare e le altre squadre non aspetteranno che il Toro metta a posto “le virgole”, come ha detto Giampaolo.

In realtà non si parla di virgole: la crisi di identità c’è ed è profonda. Perdere così tanti punti (19) da situazione di vantaggio è un’aggravante. Una crisi che affonda le sue radici a fine 2019. Qui ci sentiamo di aprire una parentesi: Moreno Longo, sottovalutato da molti, conquistò una salvezza faticosissima facendo risultato nelle partite che non si potevano sbagliare. Riuscendo a entrare con risultati tangibili nelle imperscrutabili menti di giocatori come Zaza ed altri: la squadra era sostanzialmente quella di oggi (nell’undici del derby erano tre su undici i giocatori nuovi, contando tra questi anche Singo). Poi gli è stato (frettolosamente) dato il benservito, per dare il via a un nuovo progetto con Giampaolo, affidando al tecnico abruzzese il compito di fare una rivoluzione tecnico-tattica senza però accertarsi che ci fossero i presupposti per farlo.

Il tecnico è stato costretto dalle circostanze a derogare dal suo credo tattico; ma ha anch’egli la sua bella fetta di responsabilità. In questo inizio di campionato, il peggiore di sempre al pari della stagione 2002-2003, si sarà anche vista qualche bella azione, ma clamoroso è il regolare ripetersi delle rimonte subite. Giampaolo non è riuscito per ora ad imprimere un impatto emotivo, a dare certezze, a smussare le insicurezze. Ha l’attenuante, bella solida, di non aver potuto lavorare a contatto con la squadra per venti giorni visto il Covid. Ora ne ha di fronte sette di lavoro, in vista della gara casalinga contro l’Udinese. Sabato prossimo per il Torino non sarà questione di “virgole”, ma servirà fare punti o altrimenti gli scenari diventeranno imprevedibili.

 

 

48 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. giacki - 2 mesi fa

    Ci vuole una società presente e scelte nette.Sirigu fa il minimo …non esce mai si accomodi un po in panchina e il mister impari a usare i cambi e a far giocare solo chi si impegna in allenamento

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. microbios - 2 mesi fa

    La situazione è quella che è, ma non è ancora disperata e c’è qualche motivo per essere ancora speranzosi:

    – il rientro di Baselli: senza di lui il rendimento della squadra è crollato

    – il calendario: nelle prossime 8, 5 partite sono “abbordabili”. 4 di queste sono in casa.

    – la squadra ha dimostrato di potersela giocare con chiunque per 70 min: si tratta solo di colmare in qualche modo questa lacuna.

    Il momento del panico e degli isterismi non è ancora arrivato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    cambierei il titolo in ‘Ci vuole più TORO (e meno cairo) in questo vacchino’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. ToroNelCuore - 2 mesi fa

    Ma la società che fine ha fatto? Dove sono finiti Cairo, Vagnati e Comi? Dopo i solito proclami altisonanti di inizio stagione sono spariti…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

      a) sono troppo impegnati negli autoscatti per il calendario 2021 di For Men
      b) stanno girando un film la cui direzione è stata sapientemente affidata ad un emergente regista venezuelano, tale Tomas Rincon
      c) stanno aspettando che il maestro svolti ma non si ricordano se gli hanno dato una macchina con o senza volante

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. oscarfc - 2 mesi fa

    Non serve un vaccino ma solo un allenatore che sappia leggere la partita e fare im cambi al momento giusto e sugli uomini giusti.
    Ansaldi non regge 90° minuti, non va oltre 60-65 minuti, andrebbe cambiato entro il 20° del secondo tempo, Meitè ha cali di concentrazione, più passa il tempo di gioco più aumenta lo svagamento, anche lui andrebbe sostituito con Ansaldi. Anche Rincon comincia ad avere una certa età andrebbe sostituito nel secondo tempo ma non al 90°.
    Mi si dirà la panchina non è all’altezza ma con il sistema attuale, di non cambi oppure di cambi dopo l’85°, abbiamo perso 19 punti. Con cambi sostanziali della linea mediana entro il 20° del secondo tempo probabilmente avremmo portatto a casa anche solo la metà di quei punti, tuttavia con 9 punti in più la nostra classifica sarebbe molto tranquilla a 14-15 punti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. come un pugno chiuso - 2 mesi fa

    servirebbe molto più semplicemente un ritorno a certi valori, quelli che, nonostante l’inferiorità tecnica, non ti fanno perdere 19 derby in 15 anni (l’ultimo dei quali con una delle rubentus più dimesse del nuovo secolo), quelli che non permettono a nessun avversario di calpestarti 7-0 in casa, quelli che non consistono nell’apparire solo quando vinci ed eclissarti quando perdi, quelli che nascono da una passione sincera, da una convinta appartenenza e da un sano orgoglio e non (solo) dal gonfiore del portafoglio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. oscarfc - 2 mesi fa

      Le squadre che tu hai in mente non arrivavano quasi mai dopo il decimo posto in classifica, spesso arrivavano a ridosso delle prime nelle prime 6 del Campionato.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. bergen - 2 mesi fa

      Come darti torto ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. fabrizio - 2 mesi fa

    scenari imprevedibili? sono molto prevedibili invece. Serie B, inutile illudersi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. fabrizio - 2 mesi fa

    basta un presidente…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. miele - 2 mesi fa

    È praticamente da un anno che stiamo disquisendo sulle disgraziate vicende del Toro: allenatori, giocatori, tattiche, mercato. Tutto comprensibile visto cosa ha combinato, ma ora, in piena bufera, quello che forse è più significativo è l’assoluta latitanza della società, Cairo in primis, naturalmente. Ho la netta sensazione che ci stia preparando qualche sorpresina.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Giancarlo - 2 mesi fa

    Lo scoramento è ormai totale. Si legge di tutto, dai quotidiani ai social, ma credo che il male vero del Toro sia ancora oscuro, a noi, ma forse qualcuno lassù sa. Ottimisticamente parlando abbiamo messo in difficoltà per 60 minuti almeno quasi tutte le migliori squadre della serie A per venire poi regolarmente, quasi fatalmente, rimontati. In società, penso, si sia perso il controllo della situazione, la squadra mi sembra abbandonata, ma è comunque composta di elementi, professionisti, di valore (anche se sovente non lo dimostrano), uno staff che comunque si guadagna (deve guadagnarsi) il lauto stipendio e perciò dovrebbe avere ben altro rapporto con la sfida agonistica. Perciò non credo a tante congetture od ipotesi che pure mi sono passate per la testa. Io temo ci sia un serissimo problema di rapporti nello spogliatoio e tra lo spogliatoio e la società. Soldi? A pensare male si fa peccato, ma sovente … Se così fosse non potrebbero tirare ulteriormente la corda per non inguaiarsi perdendo credibilità e capacità di importanti ingaggi, per cui osserveremo la “svolta”, i punti e la comoda salvezza. La faccia è salva, il potenziale, personale, dimostrato, ed addio; altre squadre, altri regali.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. GlennGould - 2 mesi fa

    A noi non serve un vaccino, quello serve pla chi purtroppo non sta bene.
    A noi serve che Cairo se ne vada.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Toro1964 - 2 mesi fa

    il vaccino è cosa seria…
    il problema del Toro è cosa seria…
    per favore evitiamo di fare ironia, che proprio non è il momento…
    l’unica cosa certa ed inevitabile da fare subito è trovare un tecnico che bada al sodo e faccia risultati! Niente professori né maestri, solo un mister vecchio stampo che faccia correre e tenere botta il gruppo. Che a mio parere non è neanche così scarso, che se messo in quadro senza troppi fronzoli tattici può giocarsela con tutte. Non voglio neanche pensarci che scivoliamo in B senza provarci, senza lottare, non è da Toro.
    Quindi via subito GP è salviamo il salvabile con un nuovo tecnico.
    FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. nopainnogain - 2 mesi fa

    anch’io resto convinto che l’unico modo di venirne fuori sia continuare con GP.
    Certamente l’orrore dei 2 goal di media subiti a partita ha un unico inevitabile sottotitolo: SERIE B. Ma solo un’idea di gioco può portare alla salvezza questa rosa PIETOSA, non certo gli allenatori che vedo proporre come sostituti, che certamente non fanno giocare a calcio le loro squadre e si nascondono dietro la presunta “garra”. Insegnare come stare in campo e cosa fare è possiible. La grinta, invece, è dentro i giocatori: se non c’è, non basta certo Ballardini a farla nascere. Due paroline su Zaza: se dopo una partita come quella di ieri, ha anche il coraggio di protestare per la sostituzione, vuol dire che è davvero stupido e arrogante, oltre che paurosamente scarso. Chiudo con un pensiero a quei “tifosi” che scrivono “meglio la serie B”: evidentemente siete i primi ad esservi ormai asseffuati al concetto che per il Toro sia normale andare in serie B. Quindi, fate il favore di andarvene. Siete l’ultima cosa di cui abbiamo bisogno adesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. Fede Granata - 2 mesi fa

    Fossero solo le virgole che mancano al Toro…..Ieri potevamo benissimo vincere avessimo giocato come nel primo tempo e si fossero usati i cambi ( 5 se ne possono fare lo sa Sig. Giampaolo?) appena si vedeva l’appannamento dei soliti…ridicolo usare i cambi al 90 esimo. ..che nervoso avevo…Certo capisco che la nostra panchina non ha grandissimo valore, ma non disprezziamola). A noi tifosi mancano le risposte ai nostri punti interrogativi che sono moltissimi. In primis: Dove sono finiti Cairo & C.??? Che fine farà questo Toro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. rossomalpelo - 2 mesi fa

    E’ sempre colpa degli altri, perchè Cairo è innocente e pulito.

    E poi, dopo la sontuosa e danarosa campagna acquisti di quest’anno, sotto la sapiente regia del duo Cairo/Vagnati, Giampaolo dovrebbe fare faville ed essere posizionato in classifica perlomeno nei posti che danno accesso alla CL.

    l’unico vaccino disponibile è quello del “latte alle ginocchia” che ci fanno puntualmente venire certi spettacoli degni della cairese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. Faustoro - 2 mesi fa

    Primo: dobbiamo fare punti con squadre alla nostra portata,non con Inter,Atalanta,gobbi..ecc.
    Secondo: via il mister visto che tutti i giocatori non di possono cambiare,e prenderne uno grintoso, non ci serve un “maestro di calcio”.
    Terzo: la prego in ginocchio,signor Cairo, venda a un vero presidente tifoso….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. CalcioFanto - 2 mesi fa

    Sentivo ieri Marani su Sky nel prepartita e temo proprio che abbia ragione.
    Questa squadra un anno e mezzo fa ha fatto 63 punti con Mazzarri arrivando in Europa, battendo record su record e sognando quasi la Champions ad un certo punto della stagione.

    E lì, lasciando da parte il contesto societario, invece che creare un blocco granitico intorno alla squadra e all’allenatore ci siamo imborghesiti e diventati presuntuosi, pensando che dovessimo lottare per non so cosa.

    Risultato: squadra e soprattutto allenatore massacrati follemente sin dalle prime difficoltà l’anno scorso, creando un clima di totale “masochismo”, per usare le parole di Marani di ieri.

    Dopo l’addio di Mazzarri, la storia è nota: abbiamo una media punti da piena zona retrocessione, per non dire peggio.

    Probabilmente trattasi di una sorta di punizione divina.
    Chiediamo ufficialmente scusa a Mazzarri (io lo faccio per primo) per tutto ciò che non abbiamo capito, sperando che possa esserci un minimo di redenzione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 2 mesi fa

      Il declino era cominciato già in estate durante le qualificazioni per la EL, si vedeva che la squadra non era più la stessa. Poca lungimiranza nel gestire la rosa e nell’investire sul mercato. Mazzarri ha sbagliato a non cercare aiuto nei tifosi quando era in difficoltà, dimostrandosi arrogante ed incapace di gestire la crisi di quel momento

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Torello di Romagna - 2 mesi fa

        Declino ? Il girone di andata del campionato scorso abbiamo girato a 27 ! Quest’anno facciamo fatica a raggiungere questa cifra a fine campionato .
        WM sarà anche stato poco simpatico e disponibile verso la piazza ma con il materiale a disposizione ha fatto miracoli …. Dopo il settimo posto aveva chiesto 4 giocatori …. Gli è stato comprato solo Verdi (non utile alla causa) l’ultimo giorno di mercato .
        Moreno invece ha dovuto fare le nozze coi fichi secchi (rosa spolpata a gennaio) ma ha vinto le partite che doveva vincere

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. ddavide69 - 2 mesi fa

      Certi giocatori volevano andarsene già allora, poi la storia dei premi non pagati, la squadra rinforzata con verdi all ultimo minuto dopo essere usciti dall Europa…se il primo a non far crescere la squadra è il presidente, cosa speriamo ,che lo facciano i calciatori?? Inoltre dove è questa società, tu l hai sentita? Mazzarri già non aveva più in mano la squadra dopo il casino di petrachi , nkoulou e il mercato del cazzo. Potevi metterci pure mourinho ! Gli allenatori ti possono far fare dei punti in più ma non fanno i miracoli . La rosa va allestita da gente capace che spende dove serve , noi abbiamo dei triploni e nello stesso tempo dei buchi assurdi, lo vede anche un cieco. Gente che gioca dove non dovrebbe e per finire nessun trascinatore. È il modo perfetto per non fare risultati

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. giacki - 2 mesi fa

      Mazzarri aveva chiesto 4 innesti…Giampaplo 7 per portare aria nuova

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. user-13758938 - 2 mesi fa

    Forse sarebbe ora di aprire gli occhi e smettere di raccontare e raccontarsi bugie. In verità si doveva retrocedere il campionato scorso, visto che non si è programmato veramente nulla per risalire in questo. Si è solo posticipata la tragedia visto che non si è intervenuti chirurgicamente questa estate. Scelte sbagliate allenatore, rosa, moduli e calciomercato. Ormai le squadre avversarie ci vedono e ci prendono per un incontro favorevole con i 3 punti assicurati per loro. Quando vieni intrappolato nel vortice della confusione totale è difficile risalire senza schemi e cambiamenti dolorosi. Sarà inutile fare voli pindarici e fantastici pronostici sui prossimi incontri tanto al 95 minuto risulteremo sconfitti e li giù a menarcela con baggianate del tipo … siamo una squadra unita, tosta con margini di miglioramento e vedrete dove saremo a Pasqua eccetera eccetera…il passo è le scelte fatte ci condurranno dritti dritti in serie B, purtroppo questa è la realtà. Forza Toro comunque vada.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Nero77 - 2 mesi fa

    Più tempo passa e più comincio a credere che la situazione in cui siamo e dove staremo a maggio è stata preparata.Un tecnico strampalato con le sue idee fisse che ha bisogno delle sue pedine altrimenti non sa esprimersi,che puntualmente non è stato accontentato,un DS senza nessuna voce in capitolo e senza soldi.Una società,assente che sa guardare solo ai bilanci.Urbanetto prima di lasciare vuole spedirli in b?Ovviamente dopo aver svenduto tutto e tutti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 mesi fa

    Come quasi tutti i vaccini, anche quello per il Toro arriverà quando non servirà praticamente più a nulla.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. claudio sala 68 - 2 mesi fa

    I problemi sono tecnici e atletici. Smettiamola di dire che basta avere carattere e grinta per vincere le partite. La squadra è quella dello scorso anno con tutti i suoi difetti, lo dimostra anche il ritorno al 352. A questo punto era meglio tenere un tecnico motivato e carico come Longo ed investire sui giovani, ma questa società non è stata in grado di pensare ad un qualsiasi tipo di progetto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Messere Granata - 2 mesi fa

    Virgole? Esorcisti? Vaccini? A me basterebbe un allenatore che sapesse fare i cambi e leggere le partite per intero. Di tutto il resto non parlo per decenza. E il “resto non parla per vergogna. Ridicoli.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. bordeauxgranata - 2 mesi fa

    Buffa la vita, miha fu esonerato dopo un girone d andata a 25 punti e dopo un derby di coppa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. claudio sala 68 - 2 mesi fa

      Miha era stato massacrato anche su questo forum, il suo licenziamento fu gradito a tanti tifosi, segno che Cairo capisce bene quando intervenire per avere il consenso. Miha con tutti i suoi errori è stato l’unico tecnico che ha provato a cambiare la qualità e la mentalità a questa squadra.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Fantomen - 2 mesi fa

        C’era un DS che dava segnali sia ai giocatori che all’ambiente…….infatti ne facemmo 30 il girone di ritorno ……senza neanche un DS dopo la sventata retrocessione cairo ha ringraziato Longo che ha fatto peggio di chi l’ha preceduto……..poi chiama un ds scarso che peggiora la squadra che con 2 allenatori bravi a momenti va in B …….tornando all’esonero di sinisa la differenza che adesso cairo ha ufficializzato da due anni che il toro lotta per non retrocede quindi 25 punti forse li faremo in tutto il campionato come la Spal di Vagnati dell’anno scorso …….quindi tutto va bene siamo in linea con gli obbiettivi.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 2 mesi fa

        E infatti io lo stimavo ma venivo costantemente criticato. Mi ha era un po’ avventato , ma anche lui con gli uomini giusti avrebbe fatto meglio. E sempre una questione di uomini.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Fantomen - 2 mesi fa

          Mi mancano le liti su sinisa si sinisa no Mazzarri si Mazzarri no …….ora è tutto finito orami assistiamo impotenti alla distruzione di un incapace…..bravo a comprare imprese e sanarle con il taglio dei costi , ma disastroso nel calcio ……sta svuotando la passione granata……

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  24. Bilancio - 2 mesi fa

    No non serve nessun vaccino.
    Oramai perso per perso bisognerebbe fare allenamenti senza palla, 4 ore di fondo alla mattina e 4 ore di fondo al pomeriggio per 5 giorni su 7 e chi rimane vivo va in campo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  25. Fantomen - 2 mesi fa

    In corso a Cairo di management sil calcio …….io non credo sia in malafede………ma proprio non c’è la fa è scarso……il calcio non roba per lui fa degli errori da principiante dopo 15 anni di calcio …….ha svuotato il toro ha veramente creato la cairese …….una società senza ne capo ne coda ……..25 ml per dei bidoni è un impianto sportivo societario da promozione……..tutto assurdo ……a sto giro andiamo giù e ci rimaniamo ……e mi sa che la cairese quando sarà finito sto maledetto COVID non se ne accorgerà…….lo stadio rimarrà vuoto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  26. Blasphemous !Sentenza.3! - 2 mesi fa

    Vaccino? No, ci vuole una Cairectomia in urgenza!
    Ma tanto è colpa di Mazzarri che ha voluto la rosa corta, del traditore Kuku, di Sirigu che non para, di Jumpy che ha voluto i suoi pupilli, di chissà chi che fece bla bla bla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  27. granataLondinese - 2 mesi fa

    Il gioco di Giampaolo, con qualsiasi modulo mal di adatta alla pasta di cui sono fatti i nostri giocatori.
    Questo è un fallimento societario altamente prevedibile dopo la scarsa, anzi le scarse campagne acquisti degli ultimi 2-3 anno, ossia da quando Petrachi se n’è andato.

    La costanza nello stile di gioco e nel modo di perdere è tutta colpa dell’allenatore.

    Ci sono meriti nelle belle azioni, ma la partita contro la juve è la fotocopia della partita contro l’Inter.

    Con le piccole ancor peggio, pareggio col Crotone e quasi rischiato di non vincere col Genoa.

    Giampaolo in principio mi piace, ma è ora che la società intervenga.

    Non so quale allenatore possa prendere in mano questa delicata situazione ma un cambio alla guida urge, se non facciamo tee punti tondi con l’udinese è ora di cambiare.

    Poco conta chi, uno che bada al solido, che non insta pensando che rincon possa fare regia, che non insista che Lyanco possa difendere (lo fa giocare come regista arretrato!), che si accorga che Ansaldi e Singo col suo gioco durano un’ora.
    Uno che sappia gestire le teste calde, Zaza, Sirigu.
    Uno che magari recuperi Izzo.

    Il Toro è un patrimonio italiano, dei tifosi, il toro con un organico e budget da settima ottava squadra non può essere terzultimo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  28. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

    Coraggio ragazzi il nostro munifico presidente dichiarerà….”sono sicuro che il prossimo anno non perderemo neppure un derby di campionato”

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 2 mesi fa

      Ahia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  29. Gigiotto - 2 mesi fa

    Anch’io sono lontano dalla squadra, ma al 65 minuto ho visto, come penso tutti voi una squadra che fisicamente stava crollando.Non ci voleva un naestro a sostituire 3/4 giocatori da subito, certo alcuni non in condizioni ottimale ma, non ci si venga a dire che non potevano correre per 25 minuti!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  30. Mimmo75 - 2 mesi fa

    Giampaolo ha la sua fetta di responsabilità? Per non aver dato certezze e sicurezze? E Longo ci sarebbe invece riuscito, salvando la squadra? Siamo alla follia! Dunque, partiamo da Longo premettendo che son d’accordo sul fatto che avrebbe meritato la riconferma. Ma non per i risultati ottenuti sul campo, che ha fatto molto ma molto peggio di Mazzarri che, lui si, con i suoi 27 punti (oggi firmerei a occhi chiusi per avere quella media punti per quanto non esaltante) ci ha tenuti in serie A. È matematica, piaccia o no. Ma Longo aveva e ha un difetto: è cuore Toro H24, non all’occorrenza. E Cairo non ha mai voluto investire su un certo tipo di valori, quelli incarnati da Moreno. Serviva un osso da dare alla torma di cani ululanti che ormai avevano preso a fischiare e bombardare la squadra e Mazzarri anche se avevano nell’ultimo mese in corso una media da CL (la squadra viaggiava a quei ritmi quando trovò ad attenderla una bomba carta, di ritorno da una vittoria esterna). Finita la stagione Moreno chiede pubblicamente a Cairo di subordinare il suo rinnovo a determinate condizioni: ciao Moreno, ciao, cazzu cazzu iu iu… E dentro Giampaolo, altro tecnico che stimo per le sue idee di calcio e che fino a un mese fa affermava pubblicamente e a più riprese di essere stato chiamato per portare avanti il suo progetto e le sue idee di gioco e che pertanto il modulo non sarebbe mai stato in discussione. Ma il 352 è ormai tornato a essere lo schema base. Perché? Ovvio, il mercato è stato fallimentare, Rincon non si è trasformato in crisalide, la “priorità” che ha sottratto risorse per il play langue in panchina, gli scontenti sono ancora tutti qua e in difesa (dove una “virgola” fuori posto spesso ti costa un gol) si è costretti al gratta e vinci per indovinare chi mettere in campo tra i tre più scontenti e desiderosi di andarsene (NcK, Izzo e Lyanco) mentre il quarto (Sirigu) ha alternative imbarazzanti. E nonostante tutto Giampaolo ha dato un gioco piacevole e una certa identità alla squadra ma lo ha potuto fare nei limiti del possibile appoggiandosi al sempre leale e proficuo Gallo, alla voglia di esplodere di Singo, ai suoi senatori Linetty, Murru e Rodriguez. Troppo poco per poter davvero incidere. Tutto il resto è MELMA, per usare un termine ormai noto. Gente con la testa altrove che ha mollato ormai da quasi due anni e che ha bruciato via via Mazzarri, Longo e sta arrostendo ben bene Giampaolo. Non c’è peggior sordo di chi non vuol sentire e non c’è allenatore al mondo che possa incidere su situazioni così complicate senza l’appoggio e il supporto deciso della società. Proprio quel che è mancato a Mazzarri quando chiese 4 calciatori e ne ottenne uno giocandosi l’Europa con mezza Primavera. Quel che è mancato a Longo preso a mercato di gennaio appena chiuso e costretto ad arrangiarsi con quel che c’era. Quello che è mancato a Giampaolo preso per rivoluzionare tutto e costretto a fare le nozze coi fichi marci (che secchi sarebbero pure buoni). Quello che la peggior tifoseria d’Italia ha fatto mancare a Mazzarri e a quella splendida unità d’intenti e di squadra che era riuscito a costruire e che faticosamente stava portando avanti nonostante tutto con, ripeto, contestaziini a suon di fischi e bombe nonistante una media da CL nell’ultimo mese in corso. Da quel momento in poi in troppi mollarono, Sirigu e Belotti provarono a far capire ai tifosi che stavano sbagliando. Ma loro niente: il capolavoro imbastito da Cairo qualche mese prima meritava una degna cornice e la peggior tifoseria d’Italia batté l’ennesimo colpo sciagurato contribuendo ad affondare il Toro. E Giampaolo avrebbe la sua fetta di responsabilità? Si, per non denunciare pubblicamente le promesse disattese di Cairo, dimettendosi. Ma capisco che ci son di mezzo un paio di milioni di buone ragioni per non farlo e allora più di tanto non lo condannò!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. BACIGALUPO1967 - 2 mesi fa

      Mimmo, cosa osi scrivere? Mazzarri voleva 4 calciatori e Cairo non li ha comprati?? No no secondo qualche tifoso/a voleva la panchina cortissima!!! Cosi come Giampaolo vuole solo ex sampdoriani

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. Synesthesy - 2 mesi fa

      Parole sante e analisi lucida che non nega le colpe di nessuna delle parti.
      Comunque la crisi ce la teniamo e quest’anno va così…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Blasphemous !Sentenza.3! - 2 mesi fa

      Mimmo, tu sei il Capo Ultrà incontrastato dei peggiori cani ululanti d’Italia.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. pandaniels - 2 mesi fa

      Mimmo leggo spesso i tuoi commenti e oltre a stimarti, spesso li condivido, ma ti chiedo: uno che è definito “talebano” di un certo modulo, che si ritrova ad adattarsi ad un altro modulo, non contribuisce a destabilizzare anche lui le teste di questi (pseudo)pedatori? Fermo restando che manchi un Centrocampista che faccia rifiatare, far salire, ragionare la squadra, dia “sicurezza” (e anche qui c’è la responsabilità del mister che ha avallato la campagna aquisti) ritengo che anche Giampaolo (ahimè) ha perso la rotta… non sa dove sta andando e come ci vuole andare: è in confusione. Prova lo sono i cambi tardivi e quasi sempre sballati… Aggiungo, tra le disgrazie dell’annata abbiamo una nota positiva: sta esplodendo un giocatore “nostro”, Singo, ma permettimi di far notare come questo sia accaduto per puro caso… Se Voivjda non si fosse reso indisponibile, temo che Singo stava ancora a scaldare la panca come Segre…
      Concludo: ora esonerare GP sarebbe l’ennesimo errore, ma siamo veramente appesi a un filo… Che si desse una svegliata!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  31. leggendagranata - 2 mesi fa

    Non è questione di virgole, ma di scelte. 1) Giampaolo ha fatto prendere gente scarsa o mediocre, e parlo dei quattro della sua “scuderia”: da Rodriguez a Murru, da Lynetti a Bonazzoli. 2) Ha voluto cambiare modulo, ma senza avere gli interpreti giusti (trequartista e regista) e infatti ora sta utilizzando un modulo diverso 3) Insiste su una linea di mediana (Lynetti-Rincon-Meitè) che non dà sufficiente affidabilità (anche come tenuta fisica) 4) Tarda i cambi o li sbaglia (vedi il caso Zaza-Lukic). 5) Fa scaldare la panchina ai giovani più interessanti (prima Singo ora Segre).

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  32. cuoretoro - 2 mesi fa

    Ci vorrebbe anche un portiere che aiuti la difesa sapendo uscire, sirigu gli anni passati non usciva ma in porta faceva miracoli adesso continua a non uscire e in porta non ne prende una, è ora di cambiare portiere tanto peggio di lui non può fare nessuno ogni tiro in porta è un gol. SIRUGU IN PANCA!!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy