La fiducia che merita Massimo Bava

La fiducia che merita Massimo Bava

Editoriale / L’attuale direttore sportivo per capacità e attitudine merita un ruolo di primo piano nel Torino

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Senza voler giudicare le legittime scelte di un presidente, l’eventuale arrivo al Torino di Davide Vagnati, rampante direttore sportivo, aprirebbe un punto interrogativo sul futuro di Massimo Bava. È naturale che quanto si è visto in campo in questa stagione prima dell’interruzione possa portare a dei cambiamenti in seno al Torino, ma a nostro avviso questo non influisce sulla considerazione che si deve avere del lavoro dell’attuale ds granata.

La credibilità di Bava rimarrà a nostro avviso inalterata in qualsiasi caso. Per tanti motivi: innanzitutto perché è uno che è arrivato ai massimi livelli dopo vent’anni di gavetta, quella gavetta che da sempre è il miglior biglietto da visita. Poi perché quando ha avuto tempo e modo per lavorare ha portato risultati eccellenti (vedi i sette anni nel settore giovanile del Torino ma prima ancora i successi nelle categorie inferiori). Per quanto riguarda le due finestre di calciomercato che ha condotto (estate 2019 e gennaio 2020), Bava è sostanzialmente ingiudicabile. Perchè ha avuto uno scarsissimo margine per incidere (essendo stata la strategia societaria basata in entrambi i casi sulla decisione sostanziale di non operare o quasi sul mercato in entrata). Inoltre, ha dovuto fare i conti con tanti compiti da assolvere: tenere in mano le redini della prima squadra, coordinare la Primavera, ricostruire un comparto scouting.

Bava ha fatto molto in questo senso per quasi un anno, parlando poco e lavorando tanto: può aver pagato lo scotto del noviziato alla prima avventura in Serie A, ma di certo è uno che sa adattarsi e – fattore non secondario – dopo tutti questi anni il Toro gli è entrato dentro davvero. Per questi motivi gli auguriamo di conservare a lungo quel ruolo di primo piano nel Torino che senza dubbio merita.

10 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14165930 - 5 mesi fa

    La vedo semplice. Bagnati ds e Bava focalizzato sulle giovanili dove è uno dei migliori in Italia.
    Bagnati è giovane, ha molta fame ed esperienza. Se il filone giovani in questo modo è la linea guida io ci sto.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Se arriverà un nuovo DS,a prescindere dal nome ma se veramente fosse Vagnati la riterrei una scelta “azzeccata”,semprechè il Patron non si ostini nel “vizietto”di “fare Lui il DS”..Penso che questo sarà il punto dirimente per un DS che giustamente vorrà agire in autonomia sulla scorta di un budget certo:in buona sostanza un “professionista” libero di muoversi e non un “dipendente del Capo”.Sarà così? Suol dirsi che “il lupo perde il pelo ma..”Quanto a Bava,profilo competente,disegnerei un ruolo da DG in sostituzione di Comi che..Bava ,tra l’altro e non solo stà seguendo “la vicenda Robaldo “..La sua esperienza sarebbe altresì utile nei confronti di Milanetto in merito al quale..A mio avviso grande attenzione dovrebbe essere posta per questo settore che per vari motivi anche logistici è a rischio scomparsa.Sempre FVCG!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. dattero - 5 mesi fa

    Per ora su vagnati solo parole, su tutti i siti,non ha firmato nulla

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. GlennGould - 5 mesi fa

    L’unico grosso errore che Bava ha fatto, è stato quello di accettare la posizione che Cairo gli ha chiesto di occupare.
    Il presidente, nell’ultimo anno, con una serie di decisioni una più sbagliata dell’altra è tornato indietro di 5 anni.
    Insomma, dopo la prima era Cairo, durata poco meno di 10 anni e di fatto fallimentare, se ne era aperta una seconda, di certo positiva, poco per volta in crescendo, e che è nettamente terminata con l’ultima stagione.
    Bava è bravo a fare il subentro lavoro, che gli facciano fare quello, nella stagione che verrà e che vedrà la gestione Cairo ripartire praticamente da capo.
    Se e quando si ripartirà.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Csko69 - 5 mesi fa

    ma di cosa stiamo parlando? bava non ha mai fatto il ds per la prima squadra, tantopiù che a gennaio si è mosso solo il mercato della primavera…quindi bava resterà responsabile delle giovanili (speriamo), e vagnati o chi per lui della prima squadra…SEMPRE FORZA TORO!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. vecchiamaniera - 5 mesi fa

      Giusto!cosa talmente evidente,ma qualcuno pare non se ne fosse accorto,anche tra giornalisti e addetti ai lavori

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. leggendagranata - 5 mesi fa

    Le persone vanno giudicate dai fatti e, se si vuole fare un bilancio del lavoro di Bava da ds, onestà vuole che sia negativo. Non è tutta colpa sua, ma la campagna acquisti/cessioni della scorsa estate si è rivelata sbagliata, in particolare con un ingaggio dal costo esorbitante per un giocare di valore appena medio (Verdi) e con tutto il resto. La squadra aveva gravi carenze a centrocampo e non sono state rimediate. Evidentemente c’ è un altro responsabile di tutto questo, Mazzarri, che infatti è stato allontanato. Eppure (ammettiamolo) Cairo aveva allargato i cordoni della borsa. Forse ha ragione l’ amico tifoso che dice che è stato un errore (di Cairo) avere promosso Bava a un ruolo per lui troppo gravoso. Spero che l’ arrivo di Vagnati dia alla società quella capacità di trovare talenti, senza fare follie. Petrachi ogni tanto ci azzeccava, ma aveva il difetto di pescare a strascico: ne prendo 10 per indovinarne 1 o al massimo 2. E così siamo rimasti per tre stagioni in Serie B a forza di rincorrere dietro ai Gabbioneta e ai Barusso. Non auspico un allontanamento di Bava, ma un suo ritorno alla dimensione che gli è più congeniale, quella di responsabile del settore giovanile.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fantomen - 5 mesi fa

    Per ma l’errore l’ha fatto cairo a metterlo dove non era in grado di stare

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Mimmo75 - 5 mesi fa

    Il tempo lascia sedimentare le acque rendendole più chiare. Arrivasse Vagnati o chi per lui sarebbe evidente che il lavoro richiesto a Bava è stato solo di ricostruzione dell’area scouting dopo la partenza improvvisa di Petrachi che si portò via l’intero database e i rapporti costruiti nel tempo con procuratori e scout. Apparirebbe più chiaro anche il motivo della non presentazione ufficiale di Bava come DS perché avrebbe significato dover parlare di un progetto pluriennale affidato a lui e oggi e a quella punto la sua sostituzione dopo un anno sarebbe immeritatamente suonata come una bocciatura. Si spiega anche il perché Bava abbia conservato il ruolo di responsabile del settore giovanile: il suo rientro sarebbe suonato come una immeritata bocciatura per il suo sostituto protempore. Bava merita rispetto e non va giudicato per quel che ha fatto sul mercato, al suo esordio, con poteri fittizzi e in una situazione disastrosa dal punto di vista societario e dell’area scouting. Sono certo che vedremo presto i frutti del suo lavoro riorganizzativo, già l’aver voluto Milanetto è stato un investimento che porterà frutti copiosi. Bava merita rispetto perché, come Longo e Asta, ci ha messo la faccia e anche qualcos’altro per il Toro, rispondendo presente alla chiamata d’emergenza di un presidente che avrebbe meritato un bel “arrangiati”. Cairo porti Pulici al Toro e forse (forse) inizierò a credere che un po ci tiene alla causa granata. In caso contrario se ne vada e la smetta di farsi schermo con dei veri cuore Toro. Ci metta anche lui la faccia, dica ho fallito e si scrosti dalle gonadi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Bacigalupo1967 - 5 mesi fa

    Bava è una persona seria che ha lavorato sempre nell’ombra.
    Milanetto è il fuoriclasse che ha voluto subito nella sua squadra e che a gennaio avrebbe già portato almeno un elemento di valore, peccato che il presidentissimo non solo non abia scucito 1 solo € vanificando l’acquisto ed il contatto, ma ha addirittura risparmiato sugli ingaggi di Jago e Laxalt indebolendo ulteriormente la rosa.
    Se il campionato riprenderà noi finiremo in serie b insieme a Spal e Brescia.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy