Anteprima 14esima giornata di Serie A

di Nino Mancini

 

La quattordicesima di serie A festeggia i cento anni di storia granata, con una giornata intera piena di appuntamenti da non perdere; il clou sarà all’Olimpico, dove lo spettacolo, che inizierà alle 13, dovrebbe concludersi, questo è l’auspicio di tutti, con la terza vittoria consecutiva della squadra contro l’Empoli,…

di Nino Mancini

di Nino Mancini

 

La quattordicesima di serie A festeggia i cento anni di storia granata, con una giornata intera piena di appuntamenti da non perdere; il clou sarà all’Olimpico, dove lo spettacolo, che inizierà alle 13, dovrebbe concludersi, questo è l’auspicio di tutti, con la terza vittoria consecutiva della squadra contro l’Empoli, che è una delle rivelazioni del campionato, ma alla portata di Stellone e compagni.

Gli anticipi del sabato vedono impegnate le due battistrada del torneo, l’Inter ospita il Siena mentre la Roma riceve l’Atalanta; sembrano due match dal pronostico chiuso sia per la differenza di valori tecnici che per il diverso stato di forma degli organici. La terza al vertice, il Palermo, fa visita al Parma e prova ad interrompere la striscia negativa che l’ha visto sconfitto ed eliminato anche nel turno di Coppa Italia.

Ci aspettano emozioni e spettacolo a Firenze, dove arriva la Lazio in striscia positiva e con i cannonieri particolarmente ispirati, mentre il Milan chiede strada al Cagliari per provare ad iniziare una rimonta che lo riporti in zone più consone al blasone e all’organico a disposizione di Ancelotti. La Sampdoria prova a dimenticare la goleada subita dalla Roma andando a far visita al Messina, apparso in ripresa nell’ultimo incontro; il Catania prova a tenere il passo delle grandi affrontando ad Ascoli una squadra che dovrebbe aver recepito gli schemi e le idee di mister Sonetti, Marino da parte sua confida nella vena realizzativa dei suoi goleador Spinesi e Corona.

Il Livorno vuole lasciarsi alle spalle la rimonta subita a Reggio ospitando il Chievo, reduce dal primo successo di Del Neri dal suo ritorno in panchina.
L’Udinese ospita la Reggina, a cui Mazzarri ha dato gioco e mentalità vincenti; non è forse l’ultima spiaggia per Galeone, ma una sconfitta aprirebbe una crisi di risultati che potrebbe portare la famiglia Pozzo a soluzioni diverse.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy