Notturno Granata

Per i tifosi più ‘anziani’ del Toro domani il cuore e la memoria torneranno indietro di 45 anni. Quel giorno, le nostre vite si unirono prima in un sentimento di sgomento e poi di angoscia e abbandono alla tristezza. Non era un giocatore come altri, nel campo e fuori dal campo era diverso da tutti, un artista che amava il calcio e la vita e li interpretava alla sua maniera. Per questo e non solo per le sue doti pallonate chi ama i colori…

di Redazione Toro News

Per i tifosi più ‘anziani’ del Toro domani il cuore e la memoria torneranno indietro di 45 anni. Quel giorno, le nostre vite si unirono prima in un sentimento di sgomento e poi di angoscia e abbandono alla tristezza. Non era un giocatore come altri, nel campo e fuori dal campo era diverso da tutti, un artista che amava il calcio e la vita e li interpretava alla sua maniera. Per questo e non solo per le sue doti pallonate chi ama i colori granata non può che identificare con quello di Gigi il proprio modo di vivere il calcio tifando Toro.

Senza stadio, con pochissimi tifosi eppure sta dominando la serie B. Parliamo del Sassuolo del proprietario della Mapei e attuale presidente della Confindustria: Giorgio Squinzi. Quel signore che lamentandosi per i torti arbitrali patiti dalla sua squadra durante gli scorsi play off disse che era meglio dedicare più tempo al ciclismo che al calcio. In effetti durante l’estate ha cambiato allenatore, attirato da altre più importanti offerte economiche, ha ceduto la stella Sansone e ridimensionato la rosa, badando più al contenimento dei costi che ad un campionato di vertice. L’ha fatto però nel segno di una continuità di gestione societaria, senza stravolgere per una squadra di calcio la filosofia imprenditoriale che è alla base del suo successo. Se ce ne fosse bisogno è l’ennesima conferma che innanzitutto anche nel calcio contano molto la struttura societaria, la sana gestione e una seria programmazione.

Buona notte a tutti i fratelli granata

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy