Toro, testa ai lupi

Occhi sgranata / Torna l’appuntamento con la rubrica di Vincenzo Chiarizia: “Per cui non ci resta che stare calmi, incitare i nostri ragazzi e vincere assieme per arrivare ai gironi”

di Vincenzo Chiarizia

La partita di Minsk è terminata in pareggio, ma mister Mazzarri ha comunque avuto le indicazioni che andava cercando. Aveva detto il tecnico che aveva bisogno di far accumulare minuti a giocatori giunti in ritardo, per cui oltre alle condizioni non ottimali di Izzo, ecco spiegato l’impiego di Bonifazi dal 1’, il riposo precauzionale di Baselli e l’impiego di Rincon e Lukic dall’inizio. Il Toro obiettivamente non ha giocato una gran partita, permettendo allo Shakhtyor di andare al tiro troppe volte, con una traversa a salvare ad inizio gara la porta granata e con Sirigu impiegato a sventare le minacce bielorusse. Oggettivamente quella granata è stata una prestazione incolore che però a mio modo di vedere non deve preoccupare. Intanto perché lo Shakhtyor ha giocato con orgoglio cercando di non sfigurare tra le mura amiche e poi perché siamo ad inizio anno. Certo, è auspicabile che questi approcci molli, neo che ha caratterizzato la prima parte della stagione passata negli inizi delle prime o seconde frazioni di gioco, non si rivedano ancora. Il pareggio allo scadere dei bielorussi è stato figlio del rigore fischiato allo scadere per il fallo di Sirigu che ha cercato di rimediare al ritardo di Singo in marcatura. Un errore di inesperienza che sono sicuro farà bene al giocatore che ormai, assieme a Millico, ha conquistato Mazzarri, il quale ha deciso di dargli fiducia.

Nonostante fosse in diffida, Mazzarri ha voluto schierare titolare Simone Zaza. Forse perché, a ragione, non si fidava degli avversari, o anche perché l’ex Valencia rientrava tra quei giocatori che necessitavano di incrementare lo stato di forma. E su questo credo che la gara di ieri abbia confermato lo stato di grazia che Zaza sta vivendo. Il gol del momentaneo vantaggio granata è stata una vera perla, cosa che l’anno scorso non avremmo mai potuto apprezzare per la condizione psicofisica in cui era sprofondato il bomber lucano. La crescita di Zaza passa anche per l’evoluzione del capitano Belotti. Proprio il Gallo infatti in ben tre occasioni, ha vestito i panni di rifinitore, due volte per Zaza e una per De Silvestri. E’ vero che ci si aspetta che una prima punta sia lì in area pronta a buttarla dentro, ma va anche bene quando quest’ultimo si trova a suo agio nella veste di rifinitore. Questi sono segnali positivi perché fanno capire (e certamente per il Gallo non ce n’era bisogno) come i giocatori si mettono a disposizione per la squadra e per i compagni. Tuttavia, con Iago Falque ai box, un trequartista o comunque un calciatore dai piedi adeguati sarebbe servito già da settimane al Toro, anche per battere le punizioni vista la conclusione, questa volta inguardabile, di Zaza da calcio da fermo.

Insomma il Toro oggi è questo: una buona squadra che la società ha scelto di confermare in blocco, cedendo solo gli esuberi, senza però mettere a segno operazioni di mercato in entrata. Una scelta discutibile che divide la tifoseria tra chi è d’accordo con la società e tra chi, come me, reputa questa scelta un’occasione persa. Perché anche se dovesse arrivare un rinforzo nella settimana entrante, difficilmente Mazzarri potrebbe decidere di mandarlo subito in campo nel Play Off contro il Wolverhampton. Si vocifera da inizio mercato di Simone Verdi e viene indicato un suo probabile approdo per l’inizio della settimana prossima. Se alla fine Verdi tornerà a vestire il granata, malgrado il ritardo, ritengo comunque che sia una cosa positiva. Certo che più passa il tempo e più il rischio di restare con il cerino in mano potrebbe concretizzarsi. Il Napoli sta anche pensando di vendere Ounas e questo potrebbe complicare il passaggio dell’ex Bologna in casa Toro. Siccome non ci sono stati altri nomi che siano circolati in maniera insistente, ciò potrebbe significare che o la società è stata brava a tenere celate le altre trattative, o che alla fine altre alternative non ce ne sono. Staremo a vedere.

Tornando ai nostri prossimi avversari, non vorrei che il 4 a 0 degli arancioneri sul Pyunik possa intimorire oltremodo l’ambiente granata. E’ vero, i lupi hanno dominato gli armeni e hanno mostrato delle interessantissime trame di gioco. Cutrone lo conosciamo e ha messo lo zampino nelle prime due marcature, ma sono certo che il nostro assetto difensivo, ieri per lunghi tratti un po’ anestetizzato, non renderà la vita facile agli inglesi.

Per cui non ci resta che stare calmi, incitare i nostri ragazzi e vincere assieme per arrivare ai gironi. Al mercato torneremo a pensarci negli ultimi 4 giorni della sessione estiva, nella speranza che almeno in quei giorni la società si decida sul serio sul tipo di squadra da dare a Mazzarri per affrontare e ben figurare nelle (speriamo siano tre) competizioni in cui sarà impiegato il Toro.


Vincenzo Chiarizia, giornalista di fede granata, collabora con diverse testate abruzzesi che trattano il calcio dilettantistico, per le quali scrive e svolge telecronache. Quinto di sei figli maschi (quasi tutti granata), lavora e vive a L’Aquila con una compagna per metà granata.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. prawn - 1 anno fa

    Bravo chiarizia, calma e sangue freddo. Sara’ una bella partita e sono troppo contento che riusciro’ a vederla allo stadio.

    Ho un amico di Wolverhampton che mi scrive:

    `The consensus on there is that Torino are a ‘proper team with proper fans’`

    Parla del forum dei Wolves, ci rispettano, e gia’ questo e’ fantastico.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mario66 - 1 anno fa

    Ho visto gli inglesi contro il leichester (come si scrive non lo so) nella prima partita si campionato e non mi sembrano trascendentali. Si chiudono molto bene per ripartire velocemente e su questo ho un po’ di timore perché noi tendiamo a scoprirci troppo ( vedi partita con Parma e Bologna). In ogni caso non partiamo battuti e non siamo complessivamente inferiori. FORZA TORO.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Tifoso da Malta - 1 anno fa

    Quanto e possible di aver un giocatore che diventa specialista in battere i calci di punizione?
    Forse un centrocampista o un playmaker come Baselli?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. charles - 1 anno fa

    Tensione ai massimi livelli,palpabile anche tra chi scrive su questo forum.
    Gli stessi bookmakers inglesi ci danno lievemente favoriti nella prima partita all’olimpico (2,60), vittoria dei lupi a (2,80). Una partita importantissima ( se passiamo sono sei partite in piu’) che vale tra premi UEFA e diritti televisivi acquisiti, un bel po’ di milioni di €, con i quali pagare gli ingaggi dei nostri giocatori piu’ onerosi( Belotti, Sirigu,Zaza) senza mettere mano al portafogli.
    Avrei preferito sinceramente giocare l’andata in Inghilterra, e’scontato dire di cercare assolutamente di non prendere gol qui a torino.
    Squadra di estrazione puramente latina ( 6 portoghesi, 2 spagnoli) non ha nulla di inglese fuorche’ il nome.
    E quei portoghesi sono forti, quasi tutti nel giro della nazionale reduce dalla fresca vittoria in Uefa nation league + il vecchio Moutinho, (campione Euro2016) a centrocampo capace di saltare l’uomo e creare superiorita’ numerica.
    Verrebbe da dire…appena ci saltano, stendiamoli subito ! Loro lo sanno e spereranno in questo… Rincon, Baselli, Ansaldi sono avvisati.( non vorrei giocare in England con formazione rimaneggiata causa squalifiche ).
    I nostri punti di forza,parlo ad alti livelli, sono riassunti sull’incredibile forza del nostro portiere, che al momento penso ( non e’ una bestemmia) essere uno tra i portieri piu’ forti del mondo.
    Hanno paura anche loro ? Forse un po’meno? chi puo’ dirlo.. Sono previsti quasi 1500 wolves affamati a torino..speriamo bene. I pub zona centro si stanno gia’ fregando le mani.Ribadisco che abbiamo avuto una sfiga pazzesca ad incontrarli…date un occhiata agli altri spareggi !
    Nessuno vuole mitizzare gli inglesi…cerchiamo solo di fare un confronto reale tra le potenzialita’ delle due squadre e sono sicuro che il Toro ci mettera’ tanto cuore e grinta …e speriamo anche in un pizzico di c..o che non guasta mai…ne avremo bisogno !

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. bergen - 1 anno fa

      Il turno è difficile non soltanto per la qualità dell’organico ma anche del tecnico e perché è una squadra in ascesa, con voglia di riscatto. In questo ci assomigliano.
      Il tema secondo me è: la nostra motivazione è più forte?
      Forse si.
      Ma è su quello che dobbiamo puntare.
      Orecchio a ogni parola che esce dalla bocca di Mazzarri che a questo riguardo è maestro.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ardi - 1 anno fa

    Si può anche vincere, non mitizziamo i Wolves. Certo è che se si fossero presi per tempo, un secondo portiere un terzino un centrocampista e un trequartista, anche se perdessimo avrei meno rimpianti, in quanto si sarebbe fatto tutto il possibile per iniziare bene la stagione

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Veyser - 1 anno fa

      Scusa ma non capisco il tuo ragionamento… A cosa ci serve un secondo portiere, un terzino che farebbe panchina, un centrocampista che farebbe panchina ed un trequartista che significherebbe lasciare fuori Zaza in questa partita? In che cosa saresti più sereno? Li avessimo sei certo che passeremmo il turno?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. zaccarelli - 1 anno fa

        Condivido il ragionamento di Ardi.
        Magari, anzi sicuramente non é garanzia di passaggio playoff però é/ sarebbe stata programmazione, tentativo di migliorare l’assetto della squadra.
        Invece NO, a differenza di quanto affermato da Cairo subito dopo la fine del campionato ( 3 acquisti mirati subito) siamo passati a 2 e poi forse 1, dopo l’eventuale passaggio ai gironi.
        C’è qualcosa che non torna.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. policano1967 - 1 anno fa

          a sto punto penso ci sia una cessione societaria.e l unica cosa plausibile.altrimenti nn ha senso tutto questo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. policano1967 - 1 anno fa

        pero nemmeno vorrei sentire in caso di eliminazione che con verdi o chi per lui avremmo avuto piu possibilita di passare il turno.cairo ha deciso questo e la scelta e sua.ma nn possiamo perdonargli sempre tutto se poi se ne esce con la solita frase che e andata male ma ci riproveremo quest anno.dovra pur pagare il conto per le sue scelte oppure dovremmo essergli grati a vita per aver comprato il toro che lui gestisce e quaando le cose vanno male e sempre colpa del mister di turno.ha scelto di nn spendere?bene chi gli e lo vieta.oramai il toro grazie a lui e una societa sana.ma che senso ha essere sani ma stagnati.nn serve tanto per crescere.pochi rinforzi ma mirati.ma fatti prima e nn aspettare l esito con gli inglesi perche poi resta campionato e coppa italia.nn e mica scontato che ripetiamo lo scorso ampionato anzi e piu dura quest anno.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Ciccio Graziani - 1 anno fa

    Il Wolverhampton e’ piu’ forte, questo e’ sicuro, ma la partita verra’ giocata e lottata alla pari. Pero’ la Societa’ si deve svegliare con gli acquisti, siamo in ritardo e non capisco cosa stiano aspettando.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Alè Toro - 1 anno fa

      Ormai è tardi, intendo dire per i play off. Si gioca con gli uomini che abbiamo e speriamo bene. Tuttavia non capisco anch’io perchè in un mese e mezzo non è arrivato nessuno.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. magnetic00 - 1 anno fa

    Rispetto si, e anche tanto, ma mai paura.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. marco1967 - 1 anno fa

    ho paura che contro i lupi usciremo. questo perche’non sono stati fatti gli acquisti indispensabili un fantasista(de paul)e un centrocampista di qualita’

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. charles - 1 anno fa

    Caro Vincenzo, questa squadra composta da giocatori di HQ portoghesi ha un ‘arma letale nei confronti del toro : saltano l’uomo come birilli con un Moutinho che non ha bisogno di presentazioni (esperienza,classe. europei 2016 e uefa nation league vinti ! ,giocatore che fara’ pesare tantissimo sul la sua esperienza pluriennale….Occhio a non scassarli dunque, loro lo sanno e punteranno a farsi buttare giu’…. avvisati i Rincon, i Baselli,gli Ansaldi….non vorrei giocare il ritorno nella loro tana, a ranghi ridotti, causa squalifiche.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. wendok - 1 anno fa

      effettivamente basta digitare Moutinho su youtube e ” spaventarsi” solo per come calcia le punizioni ( oltre al resto )

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROHM - 1 anno fa

        Rispetto si paura mai.
        Il nostro Gallo suonerà la carica già all’Alba della sfida , e con il suo complice Zaza annientera’ i Lupi.
        Forza Toro ,preparati a caricare.
        FVCG
        Tutti uniti li battiamo.

        Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy