Rien ne va plus

Rien ne va plus

Prima che sia troppo Tardy / Torna l’appuntamento con la rubrica di Enrico Tardy: “Ho rivisto il Toro giocare a corrente alternata”

di Enrico Tardy

La canzone di Enrico Ruggeri con il sopra citato titolo si addice assai bene al nostro momento. Mi dispiace, contro il Parma, ho rivisto il Toro giocare a corrente alternata, senza un filo ideale tra i reparti e soprattutto tra i calciatori. Questa è la maggiore preoccupazione emersa in maniera eclatante. Prendiamo gol insulsi, con difensori che si fermano durante la rincorsa o si posizionano in maniera goffa nell’affrontare un avversario: mi riferisco a Nkoulou.

Credit Exhausted

In occasione dell’azione della prima marcatura ha interrotto la rincorsa all’altezza del dischetto del rigore, in quella del terzo gol era a due metri da Gervinho e gli ha lasciato campo per andare sul suo piede preferito rimanendo attardato, inaccettabile. Allora il Camerunese decida cosa vuole fare, visto che il suo disagio per la mancata cessione è lenito da oltre 150 mila euro al mese, dunque si dia da fare o stia a casa e venga trattato come ha fatto con l’Inter con Icardi. E’ pronto, non è pronto, la testa, la parola, direi che questa tiritera ha seccato, la società provveda. Contro il Parma è stato insufficiente tenendo conto del suo valore tecnico. Non mi accanisco certo con Bremer perché le sue capacità non sono certo paragonabili a quelle di Nkoulou.

Toro vivo

Ora il mio timore è che ci sia qualcosa all’interno della squadra che non funziona. Cambiano gli interpreti (sarà questo l’errore?) ma i risultati non arrivano. Troppi errori in ogni singola gara! Il gruppo esiste ancora? Segue l’allenatore o anche lui non riesce più a trasmettere compattezza ed unità di intenti? Ad un minuto dalla fine del primo tempo, punizione per noi, siamo in vantaggio ed un uomo in meno, invece di tenere palla, battiamo in maniera oscena, perdiamo palla e subiamo gol. Situazioni così dimostrano che “non ci sei con la testa”, come si dice in gergo. Il tempo passa, abbiamo perso la metà delle gare giocate, e non si vede una gara intera “gestita” da squadra. Ci salvano tre o quattro calciatori con le loro prodezze e la loro dedizione. Dico di più, chi entra ora negli spogliatoi a strigliare la squadra o a ricucirne le slabrature? Il sig.Bava o Comi?

Teoricamente sì, in pratica ho dei dubbi. Insomma urge ritrovare una logica di squadra ed un ambiente compatto diversamente ogni due partite saremo qui a ripetere gli stessi concetti.

34 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. renato - 2 settimane fa

    Condivido al 100% l’articolo, vorrei solo aggiungere una considerazione.
    Dopo tutto ciò che è successo quest’estate con Nkoulou l’allenatore ha voluto (giustamente, secondo me) ridare allo stesso una chance (fuori casa, ottima scelta) per dimostrare agli scettici che la vicenda era chiusa.
    La prestazione di Parma mi ha lasciato decisamente perplesso. Mi sarei aspettato di vedere un Nicholas assatanato e deciso a far vedere a tutti che aveva ragione lui.
    Ho visto invece un impegno inferiore alle aspettative. Non mi riferisco tanto agli errori (tutti noi ne commettiamo, succede) ma all’atteggiamento che non mi è piaciuto per niente. Mi sembra di capire che forse (e questo mi dispiace molto) non sia più il caso di puntare su di lui in un futuro prossimo.
    Diciamo che la chance che gli è stata offerta secondo me l’ha sprecata. Per carità, diamogliene pure una terza, però mi aspetto fin dalla prossima partita con il Napoli una prestazione all’altezza delle sue, altrimenti… ahimè

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. alexku65 - 2 settimane fa

    Quello che non va è seduto in panchina. Ha insegnato il compitino ma non è entrato nella testa dei giocatori e nel cuore di molti tifosi. Quello che non va è seduto in tribuna che nel piùautentico stile di ex uomo publitalia 80 ha imparato a promettere e a non mantenere mai. La scarsa qualità dei giocatori è certamente una ragione ma non la principale

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Ardi - 2 settimane fa

    Comunque quello che in questo momento si può cambiare è solo l’allenatore. Finché, pur giocando male, dal girone di ritorno si sono avuti risultati, andava bene ed il merito era soprattutto di una difesa granitica, se neanche più quella riesce a garantire, non vedo come possa aiutarci a far rendere al meglio i giocatori che abbiamo, tutti sempre fuori ruolo e, come da lui stesso dichiarato, non terrorizzati abbastanza contro ad esempio il lecce

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi - 2 settimane fa

    Il Napoli intanto in Champions ha sprecato almeno cinque occasioni clamorose, speriamo bene che magari ci vada tutto di xulo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Ardi - 2 settimane fa

    Sono il primo ad essere dispiaciuto di quello che sto per dire perché vivo il Toro visceralmente e la voglia di vederli vincere è così tanta che il risultato condiziona il mio umore di settimana in settimana. Ma quello che volevo dire è che in questi, tanti, quattordici anni di cairo, la parola che mi viene in mente è mediocrità, che il Toro, alcuni nostri giocatori, e soprattutto noi tifosi, non meritiamo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Toro Forever - 2 settimane fa

    Società, Presidenza, quadri “dirigenti”, comunicazione, staff tecnico e giocatori gravemente insufficienti. Si salvano Sirigu, Belotti e Ansaldi. Mi sembra troppo poco. Poi, se a qualcuno interessa, possiamo dare la colpa alla qualità dello shampoo nelle docce, l’acidita’ del terreno di gioco, le brioches non ripiene di marmellata a colazione etc. etc. etc…..all’infinito.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. portapila41 - 2 settimane fa

      Tutto più che vero , per chi vuole vedere le cose come sono e non nascondersi dietro al dito. Ora mi frulla una domanda nella capoccia : fino a quando quei tre che si salvano dal grigiore generale avranno voglia di rimanere in una società così mediocre ?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Athletic - 2 settimane fa

    Sono completamente d’accordo, ed è quello che penso da tempo, proprio da quando è scoppiata la grana N’Koulou. Prima il gruppo sembrava unito e compatto, sembrava esserci entusiasmo, e dai social dei calciatori arrivavano immagini e filmati che confermavano questa sensazione. Ora invece tutto tace, certo non possiamo sapere quali siano i rapporti all’interno dello spogliatoio dai social, ma il sospetto viene. Pur ritenendo N’Koulou un ottimo giocatore, io non credo sia stata una buona scelta reintegrarlo, può portare solo malumore, che si aggiunge quello che già c’è per via della mancanza di risultati. Oltretutto si è visto che con o senza di lui, prendiamo gol lo stesso. Ma questa è una mia opinione che può tranquillamente essere sbagliata, come stanno le cose lo sa chi è dentro, ma se non si torna ad avere un gruppo unito e compatto, uscire dalla crisi sarà durissima.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. GRANATORO - 2 settimane fa

    Anche con maggior atleticita’ e ossigeno giochiamo un calcio brutto e cadiamo con squadre più deboli, l’anno scorso gran girone di ritorno per poi prendere 4 pere con l’Empoli, certo, quando fai punti ti tappi gli occhi e vai avanti, ma il calcio di mazzarri è questo così come le cadute, è così da 1 anno e mezzo, non credo che andando avanti cambierà qualcosa

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Simone - 2 settimane fa

    Chiunque scende in campo è sottoposto a valutazione.
    Ivi compreso il “povero” Bremer

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Toro Forever - 2 settimane fa

    Rispetto i commenti di tutti e non voglio fare polemiche con nessuno. Ma quando si usano, da parte di tutti, troppe parole e fantasiose formule per valutare qualcosa di semplice, c’è qualcosa che non va. Il Torino, nel suo complesso, è una squadra mediocre. Senza offesa per nessuno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

    Io penso si tratti di una condizione atletica deficitaria dovuta a tanti, troppi fattori verificatisi contemporaneamente. Una preparazione anticipata forzatamente ai primi di luglio e con la necessità di preparare il primo incontro ufficiale circa 20 giorni dopo. Molti giocatori impegnati con le rispettive nazionali sono arrivati alla spicciolata nei giorni susseguenti, tra l’altro avendo tempo zero per riposare e staccare dalla stagione appena trascorsa ( cosa non trascurabile). Poi ci si sono messi l’infortunio di Falque Ansaldi e Lyanco che ci ha privato di almeno 2 pedine in grado di fare la differenza.Verdi arrivato all’ultimo minuto di mercato con una preparazione sommaria (è vero che ha svolto la preparazione con il Napoli ma con lo spirito di chi sapeva di andare via e qunidi magari stando attento a non forzare con il rischio di farsi male e far saltare il trasferimento…) A tutto questo ci si aggiunga il caso Nkoulu e la frittata è presto spiegata.
    Sia chiaro, non voglio difendere Mazzarri a tutti i costi, ansi sicuramente anche lui ha le sue responsabilità, ma quelli che sopra elencato sono dati di fatto e nessuno li può negare. In un calcio ormai tutto atletica e corsa come quello che è diventato da ormai tanti anni tu puoi avere anche Messi e Ronaldo ma se non corrono e sul pallone ci arrivano sempre gli altri i risultati sono questi. E da praticante uno sport agonistico , nuoto di fondo in acque libere, posso assicurare che quando si va in debito di ossigeno anche la lucidità ne risente. Tradotto: se le gambe non girano prima o poi anche la testa ti abbandona.Ho fatto questa disamina, sulla quale si può benissimo non essere daccordo, perché nei vari articoli che leggo secondo me si da troppa poca importanza all’ aspetto atletico mentre secondo me potrebbe essere proprio il nocciolo del problema. Le vittorie con Sassuolo, Atalanta e Milan ottenute con la forza della disperazione, chiamatelo anche culo, sono secondo me sintomo che il gruppo è comunque coeso altrimenti le avrebbe sicuramente perse ….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 2 settimane fa

      ..fratello la penso uguale…troppi di questi fattori hanno compromesso l’inizio stagione ed azzerato il vantaggio di ripartire con la stessa rosa rispetto a chi ha dovuto cambiare mister e giocatori…questo calcio gossip e’ pur sempre uno sport dove la preparazione atletica conta tanto..speriamo che questa sosta ci ristabilizzi..siamo ancora in tempo x fare una grande stagione..nkoulu ate permettendo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. eurotoro - 2 settimane fa

        ..e comunque mai piu ai preliminari..piuttosto rinunciarvi..visto e appurato che o arrivi al 5° posto o meglio arrivare 8° e non compromettere la stagione successiva..regolamento del czzo!!!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. suoladicane - 2 settimane fa

          il regolamento vale anche per chi si è qualificato anche a ns. spese, mi sembrate quelli che dicono che tra vincere una coppa italia e partecipare alla champions da 4^ è meglio la seconda; io dico che meglio la prima, come dico che le coppe è meglio giocarle che guardarle in tv, anche se passi dai preliminari;
          poi sta scusa che si è saputo all’ultimo, dai questo è veramente il massimo

          Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. Ardi - 2 settimane fa

        Andavano tenuti certo i migliori, ma alcuni, soprattutto a centrocampo andavano sostituiti, senza attacarsi alla cavolata dei nove e poi 11 no ad altrettanti top player, che non lo sono per niente, se non quattro o cinque

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. suoladicane - 2 settimane fa

      nuoto di fondo in acque libere;
      sono anche io un nuotatore, non di fondo in acque libere, ma la penso al contrario di come la pensi tu, ecco:
      1. il calcio è uno sport di squadra basato sulla tecnica individuale prima e sulla tattica di squadra dopo, la condizione atletica è importante ma non è la componente principale
      2. nella rosa la maggior parte dei giocatori ha almeno 5-6 partite nelle gambe (ne abbiamo già giocati 12 di incontri ufficiali) quindi è impensabile che non siano atleticamente a posto o almeno al 80-90% tutti, escluso Jago che è il solo infortunato lungodegente (che fine ha fatto Jago?)
      3. acquisti: hanno entrambi svolto la preparazione con Milan e Napoli e sono con noi da fine agosto, è possibile che non basti un mese di lavoro con i nuovi compagni per arrivare al loro livello? non ci credo assolutamente questa è una balla enorme, che lo staff tecnico propone periodicamente
      secondo me ci sono sostanzialmente tre problemi:

      a) il mister ha mandato in bambola i difensori cambiando 2 interpreti su 3 per quasi tutte le partite, esponendo Lyanco DIdij e Bremer a figure barbine, accantonando subito Bonifazi, riesumando un Nkoulu che a me è sembrato abbastanza svagato (ed abbiamo visto in che modo ha giocato con il Parma)
      b)la squadra patisce di un grosso problema di approccio alle partite, già manifestato lo scorso campionato e tutt’ora irrisolto; qui il problema è il mister che evidentemente non li sa motivare a dovere (come è possibile che debba terrorizzare i giocatori per la partita contro il Lecce? ultimo in classifica, neopromossa a zero gol fatti e zero punti – abbiamo visto come è andata), ed anche la società ha delle grosse responsabilità perchè è una società che ambisce ad un certo livello di risultati ma non ha nello staff uno psicologo dello sport, nemmeno part.time, questo è molto grave
      c) il torello visto dagli spalti sembra proprio una squadra male allenata sui fondamentali, ed anche sugli schemi a palla ferma: sempre lo stesso schema sui calci piazzati, sempre lo stesso sulle punizioni, mai un centrocampista che tiri da fuori, forse sarebbe meglio fare meno tattica e più tecnica, ma agli allenamenti non si può assistere quindi cosa facciano non è dato sapere (giocheranno a carte?)
      SFT

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. ALESSANDRO 69 - 2 settimane fa

        Libero di pensarla come vuoi, sono daccordo solamente sullo psicologo, effettivamente ormai tutte le squadre di un certo livello ce L’hanno, un motivo ci sarà. Per il resto quelli che io ho elencato sono dati di fatto che ne tu ne nessun altro può negare. Ripeto rispetto la tua teoria ma rimango convinto che fare una preparazione come abbiamo fatto noi rispetto a chi ha potuto lavorare su un programma ben definito e senza i problemi dei ritardatari giustificati, intendo i nazionali,non può essere la stessa cosa. E ti ripeto che quando si va in debito di ossigeno è tutto il corpo che è coinvolto quindi anche la testa. Il nostro corpo non lavora a compartimenti stagni. Poi che ci siamo responsabilità da parte del tecnico, della società e dei giocatori stessi, vedi Nkoulu,Non lo metto in dubbio neppure io ma non possiamo far finta che le difficoltà che ho elencato non esistano..

        Rispondi Mi piace Non mi piace
      2. ddavide69 - 2 settimane fa

        Concordo in tutto

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Simone - 2 settimane fa

      Lyanco non ha MAI fatto la differenza ne a con noi ne a Bologna.
      Onesto mestierante e nulla a più.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. rik - 2 settimane fa

    mah in effetti sulla seconda parte dell’articolo non si può non essere d’accordo :
    qualcuno sembra proprio svagato e soprattutto quando si deve tenere la palla per far passare il tempo , facciamo delle scelte alternative davvero inconprensibili….
    non so cosa ci sia , se solo la condizione fisica di molti non a posto , ma per il momento è peggio dell’anno scorso e non ci sono spiegazioni visto che gli uomini sono gli stessi.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. fabrizio - 2 settimane fa

    quello disegnato in questo articolo e’ il perfetto riassunto della societa’ Cairese. Approssimazione ai massimi livelli.

    Forse il rendimento generale cosi’ scadente e’ perche’ i giocatori si aspettavano investimenti seri per tempistica e qualita’ dei riforzi? Forse solo Nkopulou e’ uscito allo scoperto?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Immer - 2 settimane fa

      Cairese no ma caprese

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. giacki - 2 settimane fa

    Scusate ma bava i giocatori lo.rispettano o conta nulla?cosa aspetta a farsi sentire negli spogliatoi ?tra l’altro da lui nessuna parola su nkoulu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13967438 - 2 settimane fa

    Lunedì sera, immancabilmente ero a Parma.
    Mi sono astenuto dal commentare, ma quel che ho visto è preoccupante.
    La difesa, quando è schierata, traballa da tutte le parti.
    Meglio, molto meglio nelle transizioni e nelle ripartenza degli avversari, dove emerge la ottima tecnica individuale nell’uno contro uno da parte di tutti gli interpreti.
    Ma in fase difensiva più statica si apre la porta della struttura religiosa e si dà il via alla seduta di preghiera intensa.
    Finché mancava N’Koulou poteva esserci il sospetto di imputare il tutto al fattore N’Koulou assente o presente… ma con lui i guai sono rimasti i medesimi.
    Per ora il problema è qualcosa di profondo e generale, nè è corretto imputare ad un singolo (d’accordo che Bremer è stato piuttosto scalcinato a Parma, ma già prima fuori dal settore di sua competenza avevamo buscato gol e due azioni pericolose, una pappata dal broccolo grattugiato e l’altra San Salvador)…
    La soluzione c’è, ma ci vorrà tempo (tanto) e pazienza (a baciare il limite del troppa), perché bisognerà lavorare sodissimo sull’armonia dei movimenti di squadra.
    Papillon

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. portapila41 - 2 settimane fa

    Enrico Tardy scopritore ad honorem dell’acqua calda . E’ dai lontanissimi anni ’75-’76 che il Toro non ha continuità e lui lo scopre ora. Non parliamo poi delle novità ( ?) che qualcosa all’interno della squadra non funziona , che il gruppo forse non esiste più , che l’allenatore forse non riesce a trasmettere compattezza , ecc. Bentornato sulla Terra mr. Tardy .

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. eurotoro - 2 settimane fa

    Tardy mi sa che e’ troppo tardi!..sembra una stagione gia compromessa..ci si sono messi un po tutti..prima il tradimento petrachi..a seguire coppa america coppa africa coppa del nonno..infortunio jago..infortunio ansaldi..tradimento nkoulu sul piu bello a cavallo dei play off…poi lyanco bremer djdj meite aina da comiche..che film horror

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. michelebrillada@gmail.com - 2 settimane fa

    allenatore che non capisce un beneamato c….zo società inesistente nculu deve andare a fanculu non deve giocare piu

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Andreamax - 2 settimane fa

    Stavolta sono in linea con i pensieri di Tardy, dal mio punto di vista il camerunense avrebbe dovuto essere messo fuori rosa, comportamento inaccettabile. FORZAVECCHIOCUOREGRANATA!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Toro Nel Cuore - 2 settimane fa

    In altri commenti fatti su post precedenti avevo espresso le stesse senzasioni del Tardy! Infatti ho notato che alcuni giocatori proprio sono svagati , non vedo una unita’ di intenti come nel girone di ritorno del campionato scorso , vedo una gestione isterica a bordo campo e sicuramente manca qualcuno in societa’ che faccia la voce grossa. Spero di sbagliarmi ma ho la sensazione che il giocattolo si sia rotto. Di chi la colpa? Sicuramente la societa’ e il mister hanno le loro colpe ma anche i giocatori o meglio alcuni non mostrano amor proprio verso la maglia e di conseguenza verso loro stessi come professionisti. Mi auguro anche che sia solo un problema di condizione fisica dovuta a una preparazione affrettata in quanto le altre squadre corrono il doppio di noi e finiamo sempre le gare con tanti giocatori sulle ginocchia. Morale della favola : ci facciamo sempre male da soli in tutti i sensi!
    Sarebbe ora di finirla con sta storia!
    Sempre FVCG

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. FORZA TORO - 2 settimane fa

    nkoulou non ha fatto bene,ma trovo eccessivo alla prima partita dopo un mese criticarlo tropo,se continuerà in questa manier allora saà un altro paio di maniche,invece sulla seconda parte concordo e i timori di Tardy sono anche i miei,speriamo di aver torto entrambi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. user-13952485 - 2 settimane fa

      Tutto molto condivisibile

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. robinhood_67 - 2 settimane fa

      se Nkoulou giocava come sa a Parma, nessuno tornava sulla vicenda estiva. Speriamo riprenda come può e come deve, chi ora lo critica dovrebbe guardare come in passato ha migliorato il rendimento di chi gli giocava vicino. E’ il giocatore che dà equilibrio a tutto il reparto, rinunciarci per ripicca sarebbe folle. Le carenze di gioco sono sotto gli occhi di tutti: 15esimi in serie A per tiri totali (ma la metà non sono in porta) e terzi per numero di parate di Sirigu (e per fortuna non esistono statistiche sulla qualità delle parate, perché un rigore parato in inferiorità numerica non è la stessa cosa di una parata qualsiasi – il nostro portiere ci ha già dato un paio di punti in più)

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. Mario66 - 2 settimane fa

    Analisi corretta e condivisibile. Il giocattolo sembra essersi rotto proprio sul più bello. La denuncia di Ansaldi (perché di questo si tratta) circa la necessità di maggior calma e aggiungerei razionalità anche a bordo campo testimonia la grave confusione mentale di Mazzarri e del suo staf. Proprio di coloro che al contrario dovrebbero in questi casi essere il punto di riferimento per tutti. Manca poi in società una persona di forte personalità e polso che possa intervenire dall’alto.
    La situazione è grave e non so come possa essere affrontata. E domenica c’è il Napoli!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy