Toro alla riscossa

Toro alla riscossa

TosoSofia / Torna la rubrica di Elisa Fia: “Nel match di sabato contro il Parma, qualsiasi giocatore scenda in campo, che si tratti di un giovane ragazzo della Primavera o del primo della vecchia guardia, dovrà mettere l’anima”

di Elisa Fia
Le pagelle di Torino-Napoli, Maratona, Torino-Udinese, Toro

Siamo ormai a pochi giorni dal secondo inizio di questo peculiare campionato, che va giungendo verso le battute conclusive.
Se, come detto nel precedente articolo, il Toro nella prima parte di stagione non ha particolarmente brillato è ora, per la squadra, il momento di prendere la rincorsa e, con gambe e cuore, tagliare al meglio il traguardo di questo rocambolesco campionato.
Non ci sono se e non ci sono ma: per quanto la ripresa possa essere difficile, sia dal punto di vista atletico e che da quello psicologico, è giunta l’ora per i ragazzi di Longo di spingere il piede sull’acceleratore e riuscire a concludere la stagione a testa alta.

Il Toro della ripresa: cosa c’è da aspettarsi?

Nel match di sabato contro il Parma, qualsiasi giocatore scenda in campo, che si tratti di un giovane ragazzo della Primavera o del primo della vecchia guardia, dovrà mettere l’anima. Non ci sono scusanti o attenuanti da usare, ma solo la necessità di compiere gesta atletiche che dimostrino che il Toro c’è e, come sempre, non ha alcuna voglia di arrendersi.
L’unica voglia a doversi palesare sul volto e nelle azioni dei giocatori è quella di far prevalere il proprio gioco su quello degli avversari, senza alcun timore alle porte. Vi è la necessità di un Toro che abbassi la testa, punti le corna e vada alla riscossa verso un obiettivo che non può mancare.


Studentessa di Filosofia, classe ’98, presso l’università La Sapienza di Roma. La scrittura ed il Toro sono sempre stati le mie più grandi passioni. Sono una persona determinata ed ambiziosa, che da sempre il massimo in tutto ciò che fa, specialmente se riguarda ciò che amo.
Nei miei articoli cerco sempre di mettere tutta me stessa cercando di coinvolgere chi legge, provando a fornire al lettore più spunti di riflessione possibili.

Disclaimer: gli opinionisti ospitati da Toro News esprimono il loro pensiero indipendentemente dalla linea editoriale seguita dalla Redazione del giornale online, il quale da sempre fa del pluralismo e della libera condivisione delle opinioni un proprio tratto distintivo

4 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Daniele abbiamo perso l'anima - 2 settimane fa

    Un pezzo di anima l’abbiamo persa quando abbatterono il vecchio Fila.
    Un altro pezzo di anima è scomparsa quando la Maratona, bocca di fuoco da 15000 posti si è trasformata in una maratonina da 5000.
    Il resto lo ha fatto Cairo e i tempi moderni che hanno cancellato il cuore di questo sport e lo spirito del vecchio Toro, squadra che fu unica al mondo ma che oggi non la ricorda manco per idea.
    È solo nei nostri ricordi.

    Buona giornata 🙂

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 2 settimane fa

    L’articolo non dice nulla, se non concetti scontati.
    Che altro dovremmo suggerire ai nostri giocatori?
    Di comportarsi da pavidi, e di non lottare?
    Solo che, frase scontata x frase scontata:
    “Tra il dire e il fare ci sta di mezzo il mare”!
    Speriamo che il Toro lo attraversi con successo, questo mare..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. user-14554814 - 2 settimane fa

    Brutto e pericoloso vivere nella retorica

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Ardi2 - 2 settimane fa

    Come mi dispiace che i gobbi e monociglio stiano rodendo per aver perso la coppa Italia… gobbi!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy