Termine della Champions entro il 3 agosto, la UEFA smentisce: “Non sono stati posti limiti”

Le parole / Arrivata, con una nota inviata alle agenzie di stampa, la smentita da Nyon

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Dopo il piccolo terremoto creato dall’intervista rilasciata da Ceferin ai tedeschi di ZDF, nella quale si riportava che il termine ultimo per finire Champions League 2019/2020 sarebbe stato il 3 agosto, la UEFA ha smentito.

Tramite una nota inviata alle agenzie di stampa, l’organismo continentale ha infatti chiarito la posizione in merito.

Ecco il testo del comunicato: “È stata riportata dalla Zdf in Germania una frase del presidente della Uefa, che avrebbe fissato nel 3 agosto il limite per terminare l’edizione 2019-20 della Champions League. Non corrisponde alla verità. Il presidente è stato molto chiaro nel non voler porre una data limite per la fine della stagione. La Uefa sta analizzando tutte le opzioni possibili per far sì che si portino a termine sia le competizioni nazionali che le coppe europee con l’Eca e l’European League nel gruppo di lavoro istituito il 17 marzo. Naturalmente la priorità per tutti resta la salute pubblica. Di conseguenza, vanno trovate soluzioni per la calendarizzazione di tutti gli eventi. Attualmente sono al vaglio opzioni per giocare partite a luglio e ad agosto, se necessario, a seconda delle date di ripresa e dell’autorizzazione delle autorità nazionali“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy