Coppa Italia Primavera, le pagelle della finale: Rauti croce e delizia, Singo che ingenuità!

Coppa Italia Primavera, le pagelle della finale: Rauti croce e delizia, Singo che ingenuità!

Le pagelle / Petrungaro uomo in più, Konè corre per due

di Nicolò Muggianu

Finisce 1-2 la finale di Coppa Italia Primavera tra Torino e Fiorentina. Dopo il 2-0 dell’andata, al Filadelfia la formazione di Bigica mantiene il vantaggio e si laurea campione contro un Toro mai domo. Di seguito le pagelle dell’incontro.

GEMELLO 6: Il portiere granata non riesce a bissare la serata magica di Sesto San Giovanni. Dopo aver messo le sue manone sulla Supercoppa giocata contro l’Inter, questa volta l’estremo difensore granata non riesce a ipnotizzare Vlahovic dagli undici metri. L’attaccante Viola lo supera con uno scavetto che fa infuriare il Filadelfia. Spettatore non pagante nel secondo tempo.

FERIGRA 6.5: La sua leadership si avverte: è lui a comandare la difesa, dando grande sicurezza a tutto il reparto. Una buona prestazione dal punto di vista individuale. Sufficienza piena. (dal 28′ st MURATI 6: Dà peso al centrocampo, ma tocca pochi palloni).

SPORTELLI 6: Avvio di partita ordinato, poi è sfortunato sull’episodio che indirizza il match. Si infortuna in occasione del corpo a corpo con Vlahovic che, sullo sviluppo dell’azione, porta al rigore trasformato da Vlahovic. E’ costretto a dare forfait: un indizio in più sul probabile fallo dell’attaccante Viola. (dal 40′ MARCOS 6: La Fiorentina non crea quasi nulla nel secondo tempo. Tiene alta la squadra, fa il compitino).

SINGO 5.5: Paga cara l’ingenuità che  al 34′ costa cara al Torino: steso Vlahovic dentro l’area di rigore e penalty regalato alla Fiorentina. Errore che pesa, ma si intravedono buone qualità. Si rifarà.

Primavera, Torino-Fiorentina 1-2: niente impresa, la Coppa Italia è Viola

GILLI 6: Solita prestazione attenta ed ordinata. Quando il compagno è in difficoltà lui c’è sempre.

ONISA 6: Uno due incredibile a inizio ripresa: due pali nel giro di 5′, che avrebbero potuto indirizzare diversamente il match. Insieme a De Angelis porta sulle spalle il peso dell’intero centrocampo.

DE ANGELIS 5.5: Si vede poco in attacco, ma la sua presenza in mezzo al campo si sente eccome. Da una sua imprecisione nasce il gol del 1-2 di Maganic. Ma è un gol che non influisce più di tanto sulle sorti del match.

PETRUNGARO 6.5: Schierato come esterno a tutta fascia nel 3-4-1-2, l’ex Roma è tra i più propositivi del Torino. Una buona prestazione la sua, bravo a creare la superiorità numerica. Ottimi segnali in vista del finale di stagione.

KONE 6.5: Già tra i migliori del match d’andata, Kone dimostra di voler fortemente il trofeo in palio anche nel match di ritorno. Partita di grande cuore e polmoni: sono meritati gli applausi del Filadelfia.

Torino Primavera, Coppitelli: “Resta una stagione straordinaria: certo che con Millico…”

BELKHEIR 5.5: Si fa vedere poco in zona gol. Discontinuo. Ha qualità, per questo può fare molto di più (dal 20′ st MOREO 6: Coppitelli lo manda in campo per giocarsi il tutto per tutto. Le punizioni sono la specialità della casa, ma questa volta la conclusione si infrange sulla barriera).

RAUTI 6: Porta sulle spalle l’intero peso dell’attacco in un match non facile. Prima trova il gol del pari con un bel tiro da fuori, poi fallisce un rigore che avrebbe potuto riaprire il match. Croce e delizia.

All. COPPITELLI 6: Prima di questa sera il tecnico granata aveva vinto tutte le finali dal suo arrivo a Torino. Una Coppa Italia a San Siro lo scorso anno e la Supercoppa di quest’anno contro l’Inter. Il suo Toro riceve comunque gli applausi convinti e meritati del Filadelfia al termine dell’incontro. Segnale che questa, con un trofeo alzato e il campionato ancora aperto, resta una ottima stagione.

1 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. user-14204460 - 6 mesi fa

    petrungaro 8 ma che partita avete visto!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy