Giovanissimi Torino: il futuro è dalla vostra

Giovanissimi Torino: il futuro è dalla vostra

Giovanili, il bilancio dell’andata dei classe 2000 / Un buon terzo posto per la squadra più talentuosa e “Made in Torino” del settore giovanile: ci si aspettano grandi cose nel ritorno

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

Girone di andata certamente positivo per i Giovanissimi Nazionali del Torino: la squadra di Roberto Fogli ha una bella classifica e sta mettendo in mostra ottimi talenti. La prima parte di stagione ha destato impressioni positive per i classe 2000, che hanno ulteriori, notevoli margini di miglioramento che fanno sperare in un 2015 positivo.

I NUMERI – Alla fine dell’andata, la classifica del Girone A del Campionato Giovanissimi Professionisti vede il Torino al terzo posto a quota 28 punti in tredici partite, staccati di nove lunghezze dal Genoa capolista e di tre dalla Juventus. La casella dei gol fatti dice 44 reti fatte (secondo attacco del campionato, dietro solo alla Juventus) e 13 subite (terza difesa dietro alle prime due della classifica). Numeri che evidenziano la bontà del cammino del gruppo dei 2000, che per le prime settimane è stato capace di appaiare la Juventus in testa alla classifica per diverse giornate. Poi, la sconfitta nel derby e qualche punto perso di troppo, che hanno evidenziato che c’è ancora un gap da colmare con rossoblù e bianconeri: ma con un gruppo così talentuoso, agli ordini di un tecnico che conosce bene le dinamiche di questa categoria come Roberto Fogli, non si può che essere ottimisti.

I GIOCATORI – Il gruppo granata dei 2000 vede quasi esclusivamente giocatori cresciuti nella Scuola Calcio granata, ad eccezione di Nicola Rauti, attaccante prelevato dal Novara l’estate scorsa e messosi in mostra come centravanti dall’ottimo fiuto del gol. Sicuramente è uno da tenere d’occhio, insieme al vero leader della squadra che è Vincenzo Millico. Il trequartista classe 2000, punto fermo della Nazionale Under 15, è tra i talenti più fulgidi del settore giovanile granata e non solo. In grande forma nelle prime settimane, è calato un po’ col mese di novembre a causa di qualche malanno di troppo e così la classifica della squadra. Certamente non è un caso perché stiamo parlando di un giocatore che sa fare la differenza; ma non è l’unica risorsa offensiva importante a disposizione di Fogli, che là davanti conta, tra gli altri, anche sul talentuoso esterno Gonella e sugli interessantissimi Ekra e Tassone, due classe 2001. Dietro, le colonne sono il centrale Ambrogio e il terzino sinistro Samake, mentre a centrocampo il punto di riferimento è capitan Paolo Matera.

PROSSIMI IMPEGNI – I granata di Fogli saranno impegnati, intorno all’Epifania, al “Memorial Tappari”, tradizionale appuntamento di calcio giovanile organizzato sui campi del Lucento. Poi, si ritornerà a buttarsi nel campionato: l’11 gennaio i granata ospiteranno il Novara, formazione che appaia i granata al terzo posto in classifica, che il Torino all’andata è stato capace di strapazzare per 1-4 fuori casa.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy