”Giusto dare spazio al vivaio”

di Enrico Matteoni

A causa dell’abbondante nevicata che si è abbattuta su Torino nella notte (foto), la partita tra Torino e Villacidrese, di comune accordo tra i dirigenti delle due squadre e il direttore di gara, è stata rinviata a data da destinarsi. Ne abbiamo quindi approfittato per sentire il mister degli Allievi granata Longo per fare con lui il punto sul campionato, finora più che positivo,…

di Redazione Toro News

di Enrico Matteoni

A causa dell’abbondante nevicata che si è abbattuta su Torino nella notte (foto), la partita tra Torino e Villacidrese, di comune accordo tra i dirigenti delle due squadre e il direttore di gara, è stata rinviata a data da destinarsi. Ne abbiamo quindi approfittato per sentire il mister degli Allievi granata Longo per fare con lui il punto sul campionato, finora più che positivo, della sua squadra e sulla partita di domenica prossima che vedrà il Torino opposto alla Juventus nel derby.

Mister buongiorno. Oggi non si poteva proprio giocare.
Assolutamente no, il campo è inagibile, non si possono neanche evidenziare le linee laterali poichè il colore scomparirebbe subito. La palla poi diventerebbe una sfera di ghiaccio in pochissimo tempo, rendendo ancora più difficile il gioco. No no, rinviare la partita è stata senz’altro la decisione migliore, l’unica possibile.

Peccato perchè questo turno poteva portare in dote dei punti importanti per voi.
Premesso che io non credo che esistano partite più facili di altre, è indubbio che questo turno, almeno sulla carta, poteva risultare non troppo impegnativo. Non importa, siamo abituati a fare di necessità virtù, vorrà dire che ci giocheremo le nostre carte appena la partita verrà rinviata. Adesso pensiamo solamente alla prossima importantissima partita che sarà il derby con la Juventus.

Infatti, settimana prossima c’è il derby. Ci arrivate carichi?
Certamente noi ci vogliamo sempre giocare tutte le partite, poi va da sè che quella contro la Juve non sia una partita come le altre, ma l’obiettivo è quello di fare rimanere il tutto entro i limiti della sana rivalità sportiva e non caricare i ragazzi di eccessive pressioni. In fondo rimane pur sempre una partita di calcio, anche se dal sapore particolare.

Prima della fine dell’anno il responsabile delle giovanili Comi ha rinnovato il contratto. Arriverà il rinnovo anche per Longo?
Chairamente quello che ci si aspetta è che si dia continuità ad un progetto che ha dimostrato di funzionare piuttosto bene, poi le persone preposte faranno le loro valutazioni e decideranno il da farsi. Quello che possiamo fare noi allenatori è ovviamente cercare di meritarci la riconferma sul campo.

Il vivaio granata sta avendo sempre più spazio sui giornali e sui siti online, e questo è sicuramente un fatto molto positivo.
A noi non può che far piacere tutto ciò, poichè il nostro compito è quello di formare i calciatori che, si spera, entreranno poi nell’orbita della prima squadra e crediamo che il nostro lavoro stia andando bene. Negli anni futuri poi il vivaio nelle squadre rivestirà un ruolo sempre più importante anche per le varie normative della FIGC. Un vivaio storico come quello del Torino poi non può certo non essere considerato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy