Primavera, Atalanta-Torino 4-0: ancora un poker subito

Giovanili / I ragazzi di Cottafava sbagliano praticamente tutto in una partita compromessa già nel primo tempo

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
Celesia e Freddi Greco Torino-Milan 2-0 campionato Primavera 1

Il Torino subisce il secondo 4-0 di fila e ancora una volta esce con le ossa rotte. Contro l’Atalanta i granata sbagliano tutto. Il campo è pesante per la pioggia e i granata provano comunque a palleggiare, mentre l’Atalanta pensa a giocare a calcio: lavoro di fisico, palle lunghe e pochi rischi. Così i nerazzurri vincono meritatamente grazie anche un super Italeng. L’Atalanta (che non è di certo la Dea ammirata nelle passate stagioni, ma una squadra più che abbordabile) stacca proprio i granata, che ora sporofondano in zona retrocessione

Cottafava ritorna al 3-5-2 coperto con cui i granata hanno fatto bene contro Milan e Inter. Unica grossa novità è l’assenza di Karamoko e al suo posto dentro Continella (esordio in granata dopo l’arrivo in estate).

Il campo di Zingonia è un pantano al limite della praticabilità. Le pozze sono le principali protagoniste dei primi minuti. Prima è proprio una pozzanghera a fermare Horvath lanciato in porta, poi Vianni calcia più acqua che palla davanti a Gelmi. Il Toro si esalta e con il passare dei minuti cresce a dismisura. Nonostante il campo pesante i granata provano a giocare palla a terra. Ed è proprio questo aspetto a diventare determinante. L’Atalanta comprende che basta aspettare l’errore (inevitabile viste le condizioni) in impostazione dei granata e così al 14′ i ragazzi di Brambilla (senza aver fatto nulla) si porta in vantaggio. Greco tenta un assurdo retropassaggio che viene smorzato da una pozza e ne approfitta Italeng. L’attaccante bergamasco sei minuti dopo raddoppia. Il gol dell’Atalanta nasce ancora da un errore in impostazione dei granata. Tesio prova a far girare la palla, ma sbaglia. Sul cross dalla sinistra è sempre Italeng il più bravo. Passano altri 6 minuti e i bergamaschi sfiorano ancora il gol. Questa volta è Sidibe che si libera facilmente di Aceto e poi a tu per tu con Sava sbaglia calciando alle stelle. Nel finale cala la pioggia, migliora il campo e torna in avanti il Torino. Al 40′ è Horvath a rendersi pericoloso, che sulla trequarti salta di netto Panada e va al tiro, ma Gelmi respinge in corner.

A inizio ripresa Cottafava passa il 3-4-2-1 inserendo Favale per Continella, ma i granata non creano particolari problemi a Gelmi. Anzi, a sfiorare il gol è l’Atalanta, ma Italeng mette fuori da due passi dopo un buon corner battuto da Panada. Al 69′ l’attaccante bergamasco si rifà calando il tris. Chiare responsabilità di Sava che scende in modo molto goffo. I granata provano quanto meno a raddrizzare una partita ormai chiusa. Nel finale Vianni prende anche il palo dopo una buona giocata di Favale. Eppure a segnare è ancora una volta l’Atalanta.

LEGGI ANCHE: Primavera 1, la classifica: Torino sconfitto a Bergamo, granata penultimi

IL TABELLINO

ATALANTA-TORINO

Marcatore: 14′ Italeng (A), 21′ Italeng (A), 69′ Italeng (A), 87′ Ghislandi (A)

Atalanta (3-4-1-2): Gelmi, Ghislandi, Grassi, Panada, Cittadini, Scalvini, Sidibe (75′ Zuccon), Gyabuaa, Italeng, Vorlicky (46′ Oliveri), Kobacki (62′ Scanagatta). A disposizione: Dajcar, Ceresoli, Hecko, Berto, Bonfanti, Rosa, A. Mehic, G. Renault, De Nipoti. Allenatore: Brambilla

Torino (3-5-2): Sava; Aceto (75′ Nagy), Spina, Celesia; Todisco, Tesio, Kryeziu, Continella (46′ Favale), Greco; Horvath (61′ Oviszach), Vianni (75′ Gymah). A disposizione: Girelli, Portanova, La Rotonda, Karamoko, Cancello, Lovaglio. Allenatore: Cottafava

Ammoniti: 45′ Grassi (A), 49′ Todisco (T), 67′ Aceto (T)

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. ALESSANDRO 69 - 4 settimane fa

    Sarà il caso di restituire pieni poteri a Massimo Bava che almeno a livello di settore giovanile ha dimostrato di avere le palle ottagonali???
    E sarà il caso di mandare a casa Cottafava e soprattutto chi lo ha portato???
    Una società funziona se ogni componente svolge al meglio il proprio ruolo. Quando uno come Vagnati che non sa fare nemmeno il suo si permette di ficcare il naso nel lavoro degli altri, Massimo Bava, i danni sono evidenti……Caro presidente, da quando è andato via Petrachi le hai sbagliate tutte…hai fatto strike….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Mik - 4 settimane fa

    Eh si, più che giusto e lungimirante, se non hai i soldoni per comprarti i talenti già belli che fatti fuori devi necessariamente pescare in casa dal vivaio…vero presiniente?!?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. claudio sala 68 - 4 settimane fa

    Ostinarsi a giocare la palla in mezzo al pantano, dimostra che il mister non ha capito nulla di come si preparano le partite. Ogni tanto in campo bisogna fare la guerra non il balletto

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. tric - 4 settimane fa

    E cosa si aspetta a mandare Cottafava a far compagnia a Giampaolo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. robert - 4 settimane fa

    Il Torino è una Società in sfacelo sia nella dirigenza sia nella prima squadra sia nella Primavera.Ci vorranno anni e anni prima che ritorni una Società seria e rispettabile .Conviene andare in Serie B ,vendere Società e calciatori e ricostruire tutto ripartendo da zero.Inutile sopportare questa agonia…….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. paulinStantun - 4 settimane fa

      Ecco un’altro gobbo… la cosa fondamentale per voi è andare in serie B. Chissà come mai???
      E perchè limitarsi alla B?? NOn sarebbe meglio ripartire dall’interregionale???

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Pavl73 - 4 settimane fa

    O….
    Finalmente.
    È da un po che dico sbandiera ai 4 venti che cottafava nn vale 1 sega.
    Dopo un po che mi condannano i commenti ora c’è quakcuno che comincia a vederla come me
    Io rivoglio capriolo nelle giovanili

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 4 settimane fa

      Io la penso come te da quando l’hanno presentato

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Fantomen - 4 settimane fa

    Forse ha messo qualcuno dei suoi il genio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Fantomen - 4 settimane fa

    Qua ci deve essere lo zampino di Vagnati……

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Jackpot - 4 settimane fa

    Anche la Primavera che era un punto d’orgoglio e di soddisfazione è riuscito a distruggere sto essere che da oltre 15 anni ha messo le mani su Toro rendendolo la cairese; siamo lo zimbello a tutti i livelli quando leverai le tende non sarà mai troppo tardi. Inutile !!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. wally - 4 settimane fa

    ho la sensazione che questo Cottafava che si è portato dietro Vagnati, non sia un granchè..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 4 settimane fa

      A scusa non avevo visto ……ecco che c’era lo zampino dello scienziato……annullo i post successivi ……ottimo lavoro scassato quel poco che c’era di buono

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. Gigiotto - 4 settimane fa

    Sembra che questa società goda a farsi umiliare a tutti i livelli.
    Che sia abbia a che fare con un masochista?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. CLAUDIO - 4 settimane fa

    Cottafava e un altro ex spallino portato al toro dal genio di vagnati.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Fantomen - 4 settimane fa

      C’è qualcuno che lo difende mi spieghi tu chi potrebbe e come puo essere difeso il DS che ha fatto più danni di tutta la seria A raramente si è visto un intervento così dannoso in un solo anno da un DS

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. Fabio19 - 4 settimane fa

    Un genio in panchina che riesce a limitare il passivo a 4 gol a partita. Quando non si è in grado di esercitare una professione è meglio non insistere e provare a portare a casa lo stipendio facendo altro.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy