UFFICIALE, il Torneo di Viareggio è sospeso a data da destinarsi

News / Alessandro Palagi, presidente della manifestazione, l’ha annunciato in conferenza stampa

di Roberto Ugliono, @UglionoRoberto
viareggio

Il Torneo di Viareggio, come anticipato sul nostro sito nella giornata di ieri, è stato sospeso a data da destinarsi. L’ha annunciato in conferenza stampa il presidente della manifestazione Alessandro Palagi, che con un po’ di commozione ha comunque confermato che il torneo non viene cancellato, ma solamente spostato: “Il Torneo di Viareggio lancia questo messaggio di solidarietà e rispetto a volontari, medici, infermieri e forze dell’ordine che tutelano la nostra salute, ma soprattutto dei più deboli che ne hanno più bisogno. La nostra è una decisione coraggiosa per la solidarietà. La salute dev’essere avanti a tutto. Non c’è denaro che paga la salute. Anche le preoccupazioni di imprenditori, commercianti e statisti che riguardano una possibile crisi finanziaria non ha senso se non c’è la saluta. Per questi motivi e per la salute dei ragazzi il consiglio direttivo ha deciso di sospendere momentaneamente l’edizione numero 72. Attenzione il Torneo di Viareggio non è cancellato. Il consiglio continuerà a lavorare per preparare l’edizione numero 72, ma per i motivi che vi ho detto lo faremo per quando sarà il momento“.

Sempre durante la conferenza stampa Palagi ha anche raccontato dei primi ‘no’ arrivati da due società straniere, tra cui il Rayo Vallecano, che avrebbe giocato nel girone del Torino di Capriolo. La situazione non è ancora definita e le porte della manifestazione rimangono aperte alla società spagnola nel caso dovesse accettare di partecipare quando verrano definite le date: “Abbiamo messo in piedi questo piano d’azione, abbiamo iniziato a contattare le squadre straniere per condividere il loro pensiero. La condizione nelle loro nazioni, la volontà di partecipare comunque al Torneo di Viareggio nonostante quello che stava succedendo. Abbiamo continuato questa indagine con il passare dei giorni, monitorando la situazione quotidianamente. Quindi con le squadre straniere siamo arrivati a capire che in due avrebbero rinunciato, vedi il Rayo Vallecano e il Botafogo. Nel contempo siamo partiti con un nuovo piano d’azione, perché in caso di ulteriori rinunce, sarebbe stato necessario contattare altre società italiane, che abbiamo sentito e ci hanno dato la loro disponibilità a partecipare in qualsiasi momento“. Intanto le società italiane per coprire eventuali buchi sono state trovate e il Torneo si potrà svolgere regolarmente quando saranno decise le date ufficiali.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy