Museo del Grande Torino all’ex M.O.I. invece che al Filadelfia: c’è la proposta

Museo del Grande Torino all’ex M.O.I. invece che al Filadelfia: c’è la proposta

Mondo Granata / Si valuta l’ipotesi di uno spostamento dei cimeli del Torino da Villa Claretta a Grugliasco a Torino in via Giordano Bruno

di Redazione Toro News

Il Museo del Grande Torino e della Storia Granata potrebbe cambiare sede. Per spostarsi non al Filadelfia, come da progetto originario, ma all’ex Mercato Ortofrutticolo di via Giordano Bruno a Torino, nelle arcate da tempo abbandonate che si trovano a pochi passi dal Filadelfia. La città di Torino ha proposto questa soluzione all’ente che ospita i cimeli della storia del Torino, attualmente situato a Villa Claretta (a Grugliasco); nell’area dell’ex mercato di Borgo Filadelfia. Ipotesi che allontanerebbe l’ipotesi di veder sorgere il museo all’interno dello Stadio Filadelfia, sul lato di via Giordano Bruno, ma a distanza di 500 metri dall’impianto sportivo. Una soluzione che sicuramente allevierebbe le spese per la Fondazione Filadelfia, che infatti per bocca del presidente Luca Asvisio si è detta eventualmente favorevole alla nuova sistemazione. E soprattutto accontenterebbe l’Amministrazione comunale: l’idea sarebbe infatti quella di riqualificare e occupare gli spazi – oggi in disuso e in preda al degrado – che un tempo ospitavano il mercato ortofrutticolo. L’idea sarebbe di farlo sorgere nella struttura vetrata (ampia 2 mila metri quadrati) subito dopo l’ingresso alle arcate che porta alla passerella olimpica, di fronte a piazza Galimberti.

Ipotesi confermata anche dal sopralluogo effettuato nei giorni scorsi delle massime cariche dei vertici della Fondazione (il presidente Luca Asvisio), quelli del museo Grande Torino (con il presidente Domenico Beccaria) e quelli del Parcolimpico, che ha in gestione l’area delle arcate. Un progetto che, tra le altre cose, comporterebbe un risparmio consistente da parte della Fondazione Filadelfia in quanto la struttura è già esistente e i fondi per la ristrutturazione sono già stati stanziati. La proposta c’è, ora occorrerà capire quale sarà il parere del Museo, che è sempre stato incline a prendere in considerazione l’idea di spostarsi da Grugliasco solo ed esclusivamente per approdare al Filadelfia.

13 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 5 mesi fa

    L’ex mercato ortofrutticolo è sicuramente un posto “NOBILE” x il nostro MUSEO: lì sì, che si è “consumato un pezzo di storia” dwella nostra città.
    Grazie e complimenti a chi ce lo ha offerto!
    Area in disuso, decadente: neanche un supermercato pronto ad affittarla o acquistarla. Insomna un peso x il comune, che non sa a cosa destinarla, non vuol spendere per “riqualificarla”, e si domanda come “occupare quegli inutili gli spazi”!
    Giusto, trovato: offriamola a quelli del Toro, alla Fondazione che intende far rivivere in un museo la Storia Granata!
    Domanda: ma come mai la nostra sindacessa juventina, così tanto premurosa nei nostri cinfronti, non ha prnsato di proporre riqualificazione ed uso di un così importante sito alla dirigenza bianconera?
    Potrebbe nascere in città un secondo “polo juventino”, dopo quello sorto intorno allo stadio di loro proprietà!
    O forse, no: il “nobile” sito non sarebbe così tanto gradito!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Granata - 5 mesi fa

      Sindacessa juventina è da Oscar!!! 🙂 🙂

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Madama_granata - 5 mesi fa

        Può sempre esserci una svista! Gli errori di ortografia nascono così.. Dal nulla, e dal cuore!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-13973712 - 5 mesi fa

    da torinese e torinista residente in centro Italia da 24 anni, mi sembra una soluzione abbastanza sensata. Se il Torino fc avesse più a cuore i tifosi e i curiosi di Toro, potrebbe abbinare visite guidate al museo con un breve salto al Fila, magari con ciceroni quei tifosi storici che spesso stazionano davanti al Fila, malgrado sia chiuso quasi sempre. Avere il museo accanto al Fila e poter visitare entrambi in poche ore sarebbe ottimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CUORE GRANATA 44 - 5 mesi fa

    Da sempre sostengo che l’habitat del Museo dovrebbe essere al Fila.Nel contempo rammento però una frase passata alla Storia pronunciata durante il Congresso di Vienna dal Principe di Metternick: “le questioni di principio sono come una baionetta che è talmente scomoda da non poter essere utilizzata come seggiola”. E’ il manifesto della realpolitik con la quale piaccia o meno occorre confrontarsi e quindi senza essere un “voltagabbana”ritengo non sia una proposta aprioristicamente indecente.D’altro canto se il Presidente Asvisio(tifoso vero) si è detto eventualmente favorevole a tale soluzione avrà avuto buone ragioni e non credo solo di natura finanziaria(anche se importanti) bensì anche,ritengo,dettate dalla difficoltà di fare “atterrare” il Museo sull’area Fila(penso a questioni urbanistiche,viabili,norme di sicurezza,permessi edilizi e quant’altro il Moloch della burocrazia sà inventare con tempistiche difficili da quantificare).L’ubicazione indicata se progettata e realizzata in modo adeguato risponderebbe anche come superficie alle esigenze del Museo in un’area comunque adiacente al Fila.E’ un “piano B?”forse, ma prima di bocciarlo penso che le varie componenti dovrebbero valutarlo secondo il “criterio Metternich”. Direi che in caso positivo dovranno essere evitate “soluzioni amm.ve pasticciate” stante la pluralità dei soggetti interessati:Città di Torino,Parcolimpico,Fondazione Fila,Fondazione Museo senza dimenticare Patron Cairo che deve sempre ottemperare alla promessa di versare 1mln. alla Fondazione…FVCG!!!

    PS Meglio l’uovo oggi od una improbabile gallina domani? E’ un mio personale sondaggio che rivolgo a tutti i “fratelli di virus”che avranno tempo e bontà di leggere il post.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. peluches - 5 mesi fa

    Perché non farlo in Corso Grosseto al posto del cavalcavia….ridicoli!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. alexku65 - 5 mesi fa

    La Fondazione fa quello che può. L’idea è infelice ma temo che senza la possibilità di raccogliere nuovi fondi o di sostenere il debito poi non rimangano moltissime possibilità. Del resto manca all’appello rispetto al piano originario qualche milione che il mediocre presidente della manica di ebeti pretini che scrive da queste parti aveva promesso.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Granata - 5 mesi fa

    Questa si che è una proposta indecente, anzi, becera. Spero che l’avversione sia totale, altro che sgravio spese.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. ALEgranataALE - 5 mesi fa

    Gobbi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. cavalieri3_14183283 - 5 mesi fa

    idea penosa. solo il Fila

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. granatadellabassa - 5 mesi fa

    In attesa dell’apposito spazio al Filadelfia, questa mi sembra un’ottima soluzione. Soprattutto per chi arriva da lontano: si va al museo e poi alla partita.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. user-14171750 - 5 mesi fa

    al Filadelfia e il posto del museo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. patricio.hernandez - 5 mesi fa

    la casa del museo non puo’ che essere il filadelfia cazzo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy