Toro e Coronavirus, batte forte il cuore granata: tutte le iniziative benefiche

Beneficenza / Dai giocatori ai Toro Club: tutto il mondo granata si è mosso e continua a farlo in questo periodo di emergenza

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

GIOCATORI

Il Coronavirus sta mettendo in ginocchio tutto il mondo: in totale, il virus ha già colpito più di un milione di persone in tutto il globo, con l’Italia che sta combattendo questa battaglia da inizio marzo. Anche lo sport si è fermato, ma l’ambiente non ha smesso di rendersi utile.

In primo luogo sono stati tanti i giocatori del Torino a voler essere in prima linea per combattere il Covid-19. In ordine di tempo, Daniele Baselli è subito sceso in campo per Manerbio, la città (in provincia di Brescia) particolarmente colpita: il centrocampista ha dato aiuti alle strutture sanitarie del suo paese d’origine.

A ruota è stato seguito da Simone Zaza, che ha voluto occuparsi della Basilicata: ha aperto una raccolta fondi per gli ospedali di Matera, Potenza e Policoro. Ancora adesso si può continuare a donare (QUI I DETTAGLI).

Andrea Belotti non ha voluto essere da meno, sentendosi toccato da vicino: il Gallo, bergamasco di nascita, ha cercato di dare aiuti concreti ai suoi paesi d’origine particolarmente colpiti dal virus. Anche grazie al padre, da anni nella Protezione Civile, si è occupato della distribuzione di cibo e medicine agli anziani della zona. Ma non è la prima iniziativa di Belotti. Già il 21 marzo l’attaccante aveva messo all’asta su E-Bay una sua maglia da gioco, promettendo di devolvere il ricavato agli ospedali Bergamo (QUI I DETTAGLI).

Rincon lancia una raccolta fondi: “Voglio aiutare le persone senza lavoro”

In questa lista c’è anche Tomas Rincon, che ha voluto lanciare la sua raccolta fondi, occupandosi delle persone che sono rimaste senza lavoro in questo periodo tragico. L’iniziativa si chiama “Emergenza Torino – Combattiamo insieme”, ma non è la sua prima azione in aiuto delle persone in difficoltà: già nei primi giorni della diffusione del virus, Rincon aveva donato mascherine e attrezzature mediche per il personale sanitario.

Ultimo in ordine temporale è stato Koffi Djidji, che ha voluto mettere all’asta una sua maglia del Torino su Instagram: sotto il suo ultimo post si potrà fare un’offerta per acquistarla. L’offerta migliore si porterà a casa il premio e il ricavato di questa asta sarà devoluto in beneficenza.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy