Corriere di Torino: “Sono stato il primo affare di Vagnati, si è conquistato il Toro”

Corriere di Torino: “Sono stato il primo affare di Vagnati, si è conquistato il Toro”

Rassegna Stampa / Le principali notizie sul mondo del Toro sui giornali odierni

di Redazione Toro News

Una storia molto interessante e particolare quella scelta dal Corriere di Torino lunedì 11 maggio. Al centro della narrazione, infatti, c’è Stefano Capellupo, è un centrocampista nato a Torino e cresciuto nel Torino, da dove è partito il suo viaggio nel calcio di provincia che ora lo vede giocare con la maglia del Bra (Serie D). Capellupo è stato il primo acquisto da direttore sportivo di Davide Vagnati, prossimo a diventare il successore di Massimo Bava sotto la Mole. Bisogna tornare al 2012 e sulle colonne del Corriere di Torino si legge: “Io giocavo nel Casale, mentre Vagnati era diventato da pochi mesi direttore sportivo della Giacomense dopo aver terminato lì la carriera da calciatore. Tant’è che lo conobbi in campo, durante la stagione 2011-2012. A fine anno con il Casale giocammo la finale play off per salire in serie C1 contro la Virtus Entella. Feci una buona partita proprio davanti a Vagnati, che quel giorno era in tribuna. Di lì a poco lui mi chiamò per chiedermi di passare alla Giacomense. Io avrei preferito salire di categoria, ma scelsi di rimanere in serie C2 perché convinto dalla serietà della società emiliana guidata da patron Colombarini”. Su Vagnati Capellupo aggiunge: “Ha fatto la gavetta sia da calciatore che da dirigente, è arrivato in Serie A per meriti propri. Credo che l’arrivo al Torino per lui sia soltanto un punto di partenza”. 

Maggiori informazioni sull’edizione odierna del Corriere di Torino.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Fantomen - 5 mesi fa

    Bel l’affare …….chi ben comincia è a metà dell’opera……andiamo bene

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. user-9011689 - 5 mesi fa

    Ora sono più tranquillo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. spiritolibero - 5 mesi fa

    Tra poco parleremo del Pragalbè

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy