Covid-19, gli aggiornamenti del 15 aprile / Continuano a calare i ricoveri

Diretta TN / Gli aggiornamenti di giornata, dallo sport e non solo, sulla grave emergenza sanitaria che sta affrontando il nostro Paese

di Redazione Toro News

Di seguito i principali aggiornamenti di mercoledì 15 aprile sulla situazione del Covid-19 in Italia e all’estero, relativi al mondo dello sport e non solo.

18.00 – Arriva il consueto bollettino della Protezione Civile:

Casi attuali: 105.418 (+1.127, +1,1%)
• Deceduti: 21.645 (+578, +2,7%)
• Dimessi/Guariti: 38.092 (+962, +2,6%)
• Ricoverati in Terapia Intensiva: 3.079 (-107, -3,4%)

Totale casi: 165.155 (+2.667, +1,6%)

17.15 – Scatta anche in Piemonte l’obbligo di uscire con il volto coperto da una mascherina quando scatterà la fase 2. La regione prevede di consegnare a tappeto 5 milioni di dispositivi lavabili ai cittadini piemontesi.

15.15 – Giocatori, staff e dirigenti del Parma hanno accettato la riduzione dello stipendio (in misura di una mensilità onnicomprensiva)

13.50 –  La Federazione nazionale degli ordini delle professioni infermieristiche (Fnopi) ha aggiornato il bilancio degli infermieri morti dall’inizio dell’epidemia: sono 30, con un aumento di 2 rispetto all’ultimo report

13.45 – Il Tour de France è stato rinviato ufficialmente. La Grande Boucle, inizialmente prevista dal 27 giugno al 19 luglio, si disputerà dal 29 agosto al 20 settembre

13.22 – Alle 15 è in programma il Consiglio della Lega Serie A: si tenterà di fare delle previsioni sul proseguo della stagione

13.01 – Il presidente del Consiglio Giuseppe Conte terrà una informativa nell’Aula della Camera il prossimo 21 aprile alle 17. Lo ha deciso, secondo quanto apprende l’Ansa, la conferenza dei Capigruppo di Montecitorio, i cui lavori sono in corso. L’informativa di Conte era stata chiesta dal capogruppo di Fdi Francesco Lollobrigida.

12.16 – Il comitato tecnico scientifico della Federcalcio è attualmente in riunione con i vertici del calcio italiano per stilare un protocollo da inviare alle Leghe e che conterrà le linee guida per la ripresa delle attività dei club di calcio. Alle 10.30 è iniziata la riunione tra la FIGC e il comitato tecnico-scientifico.

12.13 – Il numero 1 del tennis mondiale Novak Djokovic e la moglie Jelena hanno donato un’ingente somma agli ospedali di Treviglio-Caravaggio e Romano di Lombardia. Lo ha rivelato il direttore generale della Asst Bergamo Ovest, Peter Assembergs. “In questi giorni tantissime aziende, enti, associazioni, privati ci sono stati vicini e ringrazio tutti per la generosità dimostrata. Leggere, però, tra i donatori anche il nome del miglior giocatore al mondo di tennis, Novak Djokovic, mi ha veramente emozionato”.

11.25 – Sale ancora il numero dei medici morti nel nostro Paese a causa del coronavirus: secondo l’ultimo conteggio sono ora 120 le vittime tra i camici bianchi.

10.59 – Sono oltre 1 milione i contagi di coronavirus in Europa secondo l’Afp. Si tratta di circa la metà dei casi registrati in tutto il mondo (oltre 2 milioni).

10.31 – I casi di coronavirus a livello mondiale hanno superato i due milioni: lo afferma il conteggio del sito worldometers (Dadax). Nel complesso, i casi sono ora a quota 2.000.743, mentre il numero dei decessi è salito a 126.776 e quello dei guariti a 484.781

10.21 – La Russia registra 3.388 nuovi casi di coronavirus in un giorno, un nuovo preoccupante record per il Paese. I dati ufficiali riportati stamani dall’agenzia Tass parlano ormai di un totale di 24.490 casi in 84 regioni. Ieri erano stati segnalati 2.774 nuovi casi. In Russia sono 198 i morti con coronavirus, dopo che nelle ultime 24 si sono registrati altri 28 decessi, e 1.986 le persone guarite dopo aver contratto l’infezione.

9.39 – Il presidente americano Donald Trump ha convocato per giovedì una video conferenza dei leader del G7 per “coordinare le risposte nazionali” alla pandemia. I sette leader, tra cui Giuseppe Conte, si erano già sentiti via video a metà marzo.

9.30 – “La situazione è ancora seria, le misure stanno portando i risultati e grazie al comportamento degli italiani è stato possibile salvare migliaia e migliaia di persone ma serve essere realisti perché i sono numeri ancora seri e pesanti“. A dirlo è il ministro della Salute Roberto Speranza nel corso della trasmissione Di martedì su La7. “Alcuni indicatori sono positivi ma siamo nel pieno della crisi, non ci servono polemiche ma lavorare assieme. Dieci giorni fa i posti occupati in terapia intensiva da malati Covid erano oltre 4mila. Oggi siamo a 3186. Questo significa che la direzione è giusta, che dobbiamo continuare per questa strada, che è ancora dura. Non possiamo assolutamente sottovalutare la situazione molto seria in cui siamo. È giusto che ci sia la voglia di ripartire. Però insisto sul punto che la premessa della ripartenza economica e sociale deve essere sempre al vittoria della battaglia sanitaria. E le due cose non devono mai essere messe in contraddizione”.

Bentrovati amici di Toro News: in questo articolo troverete tutti gli aggiornamenti, minuto per minuto, sulla situazione Covid-19 e sulle sue ripercussioni per il mondo sportivo e non solo. Lo sport è stato fermato in tutta Europa, con svariati campionati di diverse discipline che negli scorsi giorni sono stati interrotti fino a data da destinarsi. Già rinviati anche Euro 2020 e le Olimpiadi di Tokyo 2020.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy