Covid-19, gli aggiornamenti del 27 marzo / 969 decessi in un giorno, mai così tanti

Diretta TN / Gli aggiornamenti di giornata, dallo sport e non solo, sulla grave emergenza sanitaria che sta affrontando il nostro Paese

di Redazione Toro News

22.10 Anche il presidente federale Gabriele Gravina ha ringraziato l’Inghilterra per l’omaggio di Wembley illuminato con il tricolore italiano (QUI LE SUE PAROLE)

22.08 La lettera del presidente della Juventus e della European Club Association Andrea Agnelli: “Sarà richiesto uno sforzo senza precedenti. Priorità alla salute pubblica, ma dobbiamo trovare il modo di salvare il calcio e il suo business”. 

21.45 Donald Trump firma, tramutandolo in legge, il pacchetto da 2.000 miliardi di dollari aiuti all’economia americana. Gli stimoli “concederanno l’aiuto di cui c’è urgentemente bisogno”, dice Trump.

21.36 Online anche un simpatico video di Mattarella. Un fuori onda in cui è emersa l’umanità del Presidente della Repubblica.

21.30 Il Milan ha annunciato di aver rinviato a data da destinarsi la ripresa degli allenamenti. Questa la decisione del club, che ha pubblicato un comunicato sul sito ufficiale: “AC Milan comunica che, in ottemperanza alle disposizioni di Governo e Istituzioni medico-sanitarie, la ripresa degli allenamenti della Prima Squadra maschile, femminile e del Settore giovanile è rinviata a data da destinarsi. Per il Club, la salute e la sicurezza dei propri giocatori, dello staff, dei tifosi e dei dipendenti/collaboratori sono la priorità. AC Milan, per la ripresa dell’attività agonistica, auspica una soluzione unanime, in accordo con tutti i Club di Serie A, che anteponga nei propri fini la salute dei propri atleti e di tutti i soggetti interessati ed è aperta a valutare qualsiasi proposta purché in linea con i seguenti presupposti:
1) Le squadre torneranno ad allenarsi e a giocare di nuovo quando ci saranno adeguate condizioni di sicurezza, attenendosi alle disposizioni delle Istituzioni medico-sanitarie; 2) La ripresa degli allenamenti e delle partite dovrà avvenire al momento opportuno e nelle medesime condizioni per tutte le squadre della Lega Serie A. AC Milan è a fianco di tutti gli italiani per superare questa crisi e farà la sua parte per contribuire alla ripresa economica del Paese.”

20.54 L’Atletico Madrid è la terza società della Liga, dopo il Barcellona e l’Espanyol, a presentare un piano di riduzione dei salari (Erte) per gestire la crisi dovuta agli effetti della pandemia. Lo ha annunciato il ceo del club madrileno, Miguel Gil Marin, che ha inviato una lettera ai soci spiegando che la riduzione degli emolumenti a giocatori, tecnici, dipendenti è l’unico modo per assicurare la sopravvivenza del club. “Siamo obbligati a richiedere ufficialmente l’apertura di un Erte per quei professionisti che, a causa dello stato di allarme dichiarato nel Paese, non possono svolgere in tutto o in parte il loro lavoro. Ciò riguarda sia i dipendenti che i giocatori e i tecnici dei nostri team. Stiamo lavorando per ridurre al minimo l’impatto della misura e limitarla a ciò che è strettamente essenziale”

20.51 A proposito di immagini storiche, ecco quella di questa sera in Piazza San Pietro con Papa Francesco.

20.49 Giornata molto emozionante questa con le parole di Papa Francesco e ora anche con l’arco di Wembley illuminato con i colori del nostro tricolore

20.37 Nelle ultime 24 ore sono 345 le nuove vittime da coronavirus negli Usa, un record da quando è scoppiata l’epidemia nel Paese. E’ quanto emerge dai dati della Johns Hopkins University che parla di 18.000 nuovi contagi, portando il bilancio a oltre 97 mila.

20.12 Il Consiglio della Fidal, riunito oggi in videoconferenza, ha affrontato la difficile situazione venutasi a creare con l’insorgere ed il diffondersi nel Paese dell’epidemia da Covid-19. Il Consiglio ha deliberato la sospensione fino al 31 maggio (salvo diversa indicazione da parte del Governo) dell’attività agonistica su tutto il territorio nazionale.

20.01 Il sottosegretario alla presidenza del Consiglio Riccardo Fraccaro ha firmato un a circolare che invita tutti gli edifici pubblici a esporre la bandiera italiana a mezz’asta nella giornata di martedì 31 marzo in segno di lutto per le vittime del coronavirus, di vicinanza ai familiari delle vittime, di partecipazione nazionale al cordoglio delle comunità più colpite.

19.59 Sono 73 i pazienti italiani che la Germania è pronta ad accogliere nei reparti di terapia intensiva dei suoi diversi Laender. Stando a fonti diplomatiche, finora ne sono arrivati sei: 4 a Lipsia e 2 a Dresda. Mentre i due pazienti, che sarebbero dovuti partire oggi, non lasceranno il paese, le loro condizioni sono troppo gravi.

19.37 Test a tappeto su tutti i dipendenti e gli ospiti delle 700 case di riposo in Piemonte.

19.34 E sulle azioni del Governo a favore dei cittadini italiani Mattarella ha sottolineato: “Sono stati approntati – e sono in corso di esame parlamentare – provvedimenti di sostegno per i tanti settori della vita sociale ed economica colpiti. Altri ne sono preannunciati. Conosco – e comprendo bene – la profonda preoccupazione che molte persone provano per l’incertezza sul futuro del proprio lavoro. Dobbiamo compiere ogni sforzo per non lasciare indietro nessuno.”

19.32 All’Unione Europea Mattarella ha rivolto tali parole: “Sono indispensabili ulteriori iniziative comuni, superando vecchi schemi ormai fuori dalla realtà delle drammatiche condizioni in cui si trova il nostro Continente. Mi auguro che tutti comprendano appieno, prima che sia troppo tardi, la gravità della minaccia per l’Europa. La solidarietà non è soltanto richiesta dai valori dell’Unione ma è anche nel comune interesse”.

19.20 “Stiamo vivendo una pagina triste della nostra storia. Abbiamo visto immagini che sarà impossibile dimenticare”. Lo afferma Sergio Mattarella in un messaggio agli italiani. E ancora: “Mi permetto nuovamente, care concittadine e cari concittadini, di rivolgermi a voi, nel corso di questa difficile emergenza, per condividere alcune riflessioni. Ne avverto il dovere. La prima si traduce in un pensiero rivolto alle persone che hanno perso la vita a causa di questa epidemia; e ai loro familiari. Il dolore del distacco è stato ingigantito dalla sofferenza di non poter essere loro vicini e dalla tristezza dell’impossibilità di celebrare, come dovuto, il commiato dalle comunità di cui erano parte. Comunità che sono duramente impoverite dalla loro scomparsa”. 

19.09 Bella iniziativa della FA, l’associazione calcistica inglese: stasera, in coincidenza con la gara rinviata tra Inghilterra e Italia, l’arco dello stadio di Wembley verrà illuminato per 90 minuti con il tricolore italiano. Il maxischermo davanti alla Olympic Way, inoltre, mostrerà la scritta: “Siamo separati, ma siamo insieme. Forza Italia #DistantiMaUniti“.

19.04 Papa Francesco ha ancora aggiunto: “In questo nostro mondo, che Tu ami più di noi, siamo andati avanti a tutta
velocità, sentendoci forti e capaci in tutto. Avidi di guadagno, ci siamo lasciati assorbire dalle cose e frastornare dalla fretta. Non ci siamo fermati davanti ai tuoi richiami, non ci siamo ridestati di fronte a guerre e ingiustizie planetarie, non abbiamo ascoltato il grido dei poveri, e del nostro pianeta gravemente malato. Abbiamo proseguito imperterriti, pensando di rimanere sempre sani in un mondo malato”. E infine:“Da settimane sembra che sia scesa la sera. Fitte tenebre si sono addensate sulle nostre piazze, strade e città; si sono impadronite delle nostre vite riempiendo tutto di un silenzio assordante e di un vuoto desolante” e “ci siamo ritrovati impauriti e smarriti, presi alla sprovvista da una tempesta inaspettata e furiosa. Ci siamo resi conto di trovarci sulla stessa barca, tutti fragili e disorientati, ma nello stesso tempo importanti e necessari, tutti chiamati a remare insieme”. 

19.03 “Il Signore ci interpella e, in mezzo alla nostra tempesta, ci invita a risvegliare e attivare la solidarietà e la speranza capaci di dare solidità, sostegno e significato a queste ore in cui tutto sembra naufragare. Abbracciare la sua croce – ha sottolineato Papa Francesco in una piazza San Pietro tremendamente deserta – significa trovare il coraggio di abbracciare tutte le contrarietà del tempo presente, abbandonando per un momento il nostro affanno di onnipotenza e di possesso per dare spazio alla creatività che solo lo Spirito è capace di suscitare. Significa trovare il coraggio di aprire spazi dove tutti possano sentirsi chiamati e permettere nuove forme di ospitalità, di fraternità e di solidarietà”.

18.24 I casi di Coronavirus in Europa hanno superato quota 300.000. Lo indica il conteggio dell’agenzia France Presse.

18.19 In diretta da San Pietro Papa Francesco sta celebrando l’Urbi et orbi. “La preghiera è la nostra difesa. Tutto in queste ore sembra naufragare, ma il Signore si risveglia per la Pasqua. Abbiamo un ancora, un timone, una speranza: la sua croce. In mezzo all’isolamento che stiamo sperimentando in questi giorni, ascoltiamo ancora una volta l’annuncio che ci salva: è risorto e vive in mezzo a noi”. E ancora:“Non è il tempo del tuo giudizio, ma del nostro giudizio: il tempo di scegliere che cosa conta e che cosa passa, di separare ciò che è necessario da ciò che non lo è. È il tempo di reimpostare la rotta della vita verso di Te, Signore, e verso gli altri”. Infine, ha concluso:  “Da questo colonnato che abbraccia Roma e il mondo scenda su di voi, come un abbraccio consolante, la benedizione di Dio. Signore, benedici il mondo, dona salute ai corpi e conforto ai cuori. Ci chiedi di non avere paura. Ma la nostra fede è debole e siamo timorosi. Però Tu, Signore, non lasciarci in balia della tempesta”.

18.16 Nella città metropolitana di Milano sono in tutto ad oggi 7.459 i contagiati da Coronavirus, con un incremento di 574 rispetto a ieri. I dati sono dell’assessore al Welfare della regione Lombardia, Giulio Gallera. Il dato dell’incremento “è di molto inferiore rispetto a ieri” ha fatto notare. Quanto alla sola città capoluogo i positivi risultano essere 3900 con un aumento di 261 rispetto a ieri (+301 era il dato incrementale rispetto al giorno prima).

17.56 E’ in lieve calo il numero relativo ai nuovi contagiati in Lombardia: secondo quanto reso noto dall’assessore regionale al Welfare Giulio Gallera, i positivi in regione sono 37.298, con una crescita di 2.409 in un giorno, mentre ieri era stata di 2.543. Calano anche i ricoveri: i nuovi accessi nei reparti non di terapia intensiva sono 456 per un totale di 11.137, mentre ieri erano stati 655. Sono 29 i nuovi ricoverati in terapia intensiva.

17.43 Sono 3.732 i malati ricoverati in terapia intensiva, 120 in più rispetto a ieri. Di questi, 1.292 sono in Lombardia. Dei 66.414 malati complessivi, 26.029 sono poi ricoverati con sintomi e 36.653 sono quelli in isolamento domiciliare.

17.41 Sono 9.134 i morti in Italia a causa del Coronavirus, con un aumento rispetto a ieri di 969. E’ l’incremento più alto dall’inizio dell’emergenza. Giovedì l’aumento era stato di 662. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. 50 sono vittime relative a ieri e non conteggiate

17.39 Sono 10.950 le persone guarite in Italia dopo aver contratto il coronavirus, 589 in più di ieri. Il dato è stato reso noto dalla Protezione Civile. Ieri l’aumento dei guariti era stato di 999

17.37 Sono complessivamente 66.414 i malati di Coronavirus in Italia, con un incremento rispetto a ieri di 4.401. Giovedì l’incremento era stato di 4.492. Il numero complessivo dei contagiati – comprese le vittime e i guariti – ha raggiunto i 86.498.

17.35 “La Figc ha messo a disposizione tutto il centro tecnico di Coverciano per aiutarci in questo momento col Coronavirus, già da lunedì mattina porteremo lì le prime persone”. Lo ha detto il sindaco di Firenze Dario Nardella, in collegamento telefonico con la trasmissione ‘Un giorno da pecora’ su Rai Radio 1.   “Casa Azzurri – ha ribadito – è stata ribattezzata Casa della solidarietà, ringrazio tantissimo la Figc”.

17.19 Con 74 nuovi casi di contagio nelle ultime 24 ore, il totale delle persone infettate dal coronavirus in Grecia è salito oggi a 966, di cui 65 si trovano in terapia intensiva. Lo ha detto l’infettivologo Sotiris Tsiodras nel quotidiano briefing del ministero della Sanità ad Atene.

17.17 New York ha fatto registrare 134 vittime da Coronavirus in un solo giorno. Il bilancio – secondo gli ultimi dati resi noti dal governatore Andrew Cuomo – parla ora di 519 morti dai 385 di 24 ore prima. I casi di contagio sono saliti a 44.635 in tutto lo Stato di cui 25 mila nella Grande Mela.

17.15 Il primo ministro francese, Edouard Philippe, ha annunciato, al termine del Consiglio dei ministri, la proroga di 15 giorni del confinamento per i francesi. La misura restrittiva sarebbe scaduta – dopo i primi 15 giorni – martedì  31 marzo.

17.00 “Ciao ragazzi, per me è finita la quarantena, questo è il documento che mi permette di girare per la Cina liberamente”. Così, in un video pubblicato su Instagram, Fabio Cannavaro. “Stamattina già sono stato al centro commerciale, in banca, a pranzo fuori. C’è grande attenzione, ovunque misurano la temperatura, ma la vita sta tornando alla normalità. Questo ci deve far ben sperare per l’Italia”. 

16.58 Studio dell’Università di Torino: assumere più vitamina D per ridurre il rischio di contagio. Ecco quanto riporta il quotidiano La Repubblica.

16.49 Il sindaco di Torino Appendino: “Sospenderemo anche per le famiglie la Tari in scadenza ad aprile”.

16.47 Ulteriore calo per le principali Borse europee, dopo l’apertura in rosso di Wall Street, mentre l’emergenza Coronavirus avanza nel Paese. Si aggiungono i dati sulla fiducia dei consumatori mai cosi’ bassi negli Usa dal 2008 e in calo in Italia, meno in Francia. La peggiore è Londra (-5,9%), seguita da Parigi (-4,8%), Madrid (-4%), Francoforte (-3,7%) e Milano (-3,4%).

16.35 “Ora sto molto meglio, ma ho avuto sintomi forti un paio di giorni fa”. Lo ha rivelato Paulo Dybala, l’attaccante argentino della Juventus in quarantena dopo essere stato trovato positivo al Coronavrus.

16.24 La situazione dell’epidemia di coronavirus in Africa è “molto preoccupante, c’è un’evoluzione drammatica, con un aumento geografico del numero dei Paesi e anche del numero dei contagiati”. E’ l’allarme lanciato dalla direttrice regionale dell’Oms per l’Africa, Matshidiso Rebecca Moeti. Da qualche giorno, “ci sono 39 Paesi con circa 300 casi al giorno”, per un totale di 2.234 casi, ha aggiunto, avvertendo che le misure di isolamento sono difficili da adottare dove “c’è una vita comunitaria molto forte. Dobbiamo trovare altri metodi di igiene per minimizzare la propagazione”.

15.54  L’appello del governatore del Piemonte Cirio al Governo: “Vicini alla saturazione in terapia intensiva, senza altri ventilatori rischiamo di non farcela”

15.35 Il numero delle persone contagiate dal Coronavirus in America latina dall’inizio dell’emergenza ha raggiunto in queste ore, secondo un conteggio realizzato dall’ANSA, i 10.040 casi, di cui oltre la metà (5.694) in tre Paesi del subcontinente: Brasile, Ecuador e Cile.

15.12 Sono aumentati di 82 unità  i contagi nelle Marche nella giornata di ieri, passando da 3.114 a 3.196: si tratta del 18,76% dei 437 campioni processati. Il dato diffuso oggi dal Gores, il gruppo regionale che gestisce l’emergnza sanitaria, pur riferendosi a un numero di test inferiore al giorno precedente (erano stati 727), continua a  evidenziare un nuovo calo del rapporto(35,27%) tra i test effettuati dall’inizio della crisi e il totale di quelli risultati positivi.

15.05 Tokyo 2020: entro fine aprile le nuove date, ipotesi Giochi in primavera. Secondo i media giapponesi il CIO farà una comunicazione ufficiale nel giro di tre settimane.

14.36 “Sicuramente non sta crescendo la linea di contagi ma penso stia per iniziare la discesa”: è quanto ha detto il governatore della Lombardia Attilio Fontana. “Anche oggi c’è stato un processamento di maggiori tamponi rispetto ai giorni precedenti – ha detto – e oggi si assiste a una riduzione del numero dei contagi”. 

14.24 Giovanni Malagò, presidente del Coni, a Tutti Convocati: “Beffardo segno del destino che proprio le regioni Olimpiche Lombardia e Veneto siano così colpite. Non mi sento di dire che questo implichi qualcosa sull’organizzazione dei Giochi del 2026. Gli impianti li abbiamo”.

14.17 Il Coronavirus dilaga nel governo britannico colpendo dopo Boris Johnson un’altra figura chiave nell’emergenza: il ministro della Sanità, Matt Hancock, che ha confermato in prima persona di essere a sua volta risultato positivo al test e di avere al momento “sintomi lievi”.

14.15 Sono 7.092 le persone finora risultate positive nella nostra regione: 1.106 in provincia di Alessandria, 303 in provincia di Asti, 367 in provincia di Biella, 518 in provincia di Cuneo, 609 in provincia di Novara, 3.361 in provincia di Torino, 358 in provincia di Vercelli, 288 nel Verbano-Cusio-Ossola, 66 residenti fuori regione, ma in carico alle strutture sanitarie piemontesi. I ricoverati in terapia intensiva sono 431.

14.13 Sono 24 i decessi di persone positive al test comunicati questa mattina dall’Unità di Crisi della Regione Piemonte: 6 in provincia di Torino, 2 nell’Alessandrino, 1 nel Cuneese, 1 nel Vco, 3 nell’Astigiano, 1 nel Biellese, 10 nel Novarese. Il totale complessivo è ora di 569 deceduti risultati positivi al virus, così suddivisi su base provinciale: 133 ad Alessandria, 22 ad Asti, 57 a Biella, 35 a Cuneo, 77 a Novara, 176 a Torino, 25 a Vercelli, 34 nel Verbano-Cusio-Ossola, 10 residenti fuori regione, ma deceduti in Piemonte.

14.11 L’Unità di crisi della Regione Piemonte ha comunicato che il numero complessivo di pazienti virologicamente guariti è salito a 35, cosi suddivisi su base provinciale: 16 residenti in provincia di Torino, 3 nell’Alessandrino, 5 nel Cuneese, 5 nell’Astigiano, 3 del Novarese, 1 nel Vercellese, 2 provenienti da fuori regione.

14.06 Giocatori dell’Espanyol in cassa integrazione. “La richiesta è stata fatta in maniera unilaterale – si legge nel comunicato della società spagnola militante in Liga – per motivi di urgenza e di responsabilità nei confronti dell’entità e di tutti i propri integranti”. Resterà in vigore per la durata della crisi: stato d’emergenza proclamato il 14 marzo e al momento in piedi fino all’11 di aprile.

14.04 “Forse le scuole non riapriranno più, la vedo dura mettere a repentaglio la salute dei ragazzi e creare un popolo di contagiatori”. Lo ha affermato il presidente del Veneto Luca Zaia.

14.02 Novak Djokovic e sua moglie Jelena hanno donato un milione di euro alla Serbia per l’acquisto di respiratori e altro materiale medico-sanitario necessario alla lotta contro il Coronavirus.

14.00 L’ospedale in Fiera Milano “non subirà alcun tipo si rallentamento circa l’inaugurazione, la previsione che l’inizio della prossima settimana ci sia inaugurazione stessa”. A dirlo è il presidente della Regione Lombardia, Attilio Fontana.

13.26 Termina ora la conferenza stampa di Silvio Brusaferro (Istituto Superiore della Sanità) e di Franco Locatelli (Consiglio Superiore della Sanità) per approfondire i dati forniti giornalmente dalla Protezione Civile.

13.15 Ancora Locatelli sulla possibilità di conoscere i numeri reali del contagio, argomento di cui si discute da giorni: “È praticamente impossibile stimare i numeri degli asintomatici”.

13.05 Sempre sull’eventuale prolungamento delle misure di distanziamento sociale, il presidente Locatelli dice: “Siamo ancora in fase di contenimento, valuteremo giornalmente, ma ad oggi ritengo inevitabile che le misure vengano prolungate”.

13.00 Brusaferro: “Prolungamento misure? Le misure adottate stanno funzionando secondo i nostri dati, ma una previsione è difficile. È qualcosa con cui dovremo convivere nelle prossime settimane trovando delle modalità di convivenza per tutelare soprattutto le categorie più fragili e non dobbiamo dimenticarci che siamo il paese pilota, quindi dobbiamo trovare metodologie secondo le evidenze scientifiche”.

12.57 Brusaferro: “Il Comitato tecnico scientifico si è espresso chiaramente: i test sono affidabili ma lunghi e complessi. Tutti i test rapidi ad oggi non sono abbastanza affidabili: per questo non vengono utilizzati al momento. Ci auguriamo tutti che raggiungano un’affidabilità tale da poterli utilizzare”.

12.45 Brusaferro: “Non siamo al picco, non l’abbiamo superato. Dobbiamo essere chiari: ci sono dei dati che ci fanno ben sperare, siamo in fase di rallentamento che ci fa sperare di essere vicini al picco. La pendenza della discesa dipenderà dai nostri comportamenti”.

12.39 Poi Locatelli fa cenno alla disinformazione sui sospetti (smentiti dall’intera comunità scientifica) che il Sars-COV-2 sia stato ingegnerizzato: “Virus costruito in laboratorio è fantaterrorismo”.

12.37 Conferenza stampa di Franco Locatelli (presidente del Comitato Superiore della Sanità e membro del Comitato tecnico scientifico), in breve le dichiarazioni principali: “Più dell’80% dei deceduti sono ultrasettantenni, ma gli anziani sono un patrimonio da tutelare. L’isolamento sociale è fondamentale”.

12.25 La reazione della borsa di Londra alla notizia di Johnson positivo al virus: -4,2%.

12.15 Boris Johnson, primo ministro britannico è risultato positivo al coronavirus. È stato proprio lui ad annunciarlo con un tweet: “Continuerò a guidare il Governo in video conferenza, insieme batteremo il virus”

11.45  Il gesto di solidarietà di Gattuso per la sua Calabria: l’allenatore del Napoli, con una donazione, ha permesso di acquistare un’ambulanza e diversi tamponi. ‘Ringhio’ raccoglierà ulteriori contributi con la sua fondazione ‘Forza Ragazzi’.

11.30 Buone notizie nella nota stampa dello Spallanzani: “Si rafforza il trend di diminuzione del numero di ricoveri contemporaneamente all’aumento del numero dei pazienti dimessi o trasferiti in strutture a bassa complessità assistenziale. I pazienti Covid-19 ricoverati sono 202 di questi 25 necessitano di supporto respiratorio. A questa mattina sono 136 i pazienti dimessi e trasferiti a domicilio o presso strutture territoriali. In giornata sono previste ulteriori dimissioni di pazienti asintomatici o paucisintomatici”.

11.00 Secondo una stima della Fondazione Gimbe, i casi reali di coronavirus in Italia sarebbero 208.000. Secondo lo studio della Fondazione, ci sarebbero molti casi non identificati tenendo conto che in Italia “i tamponi vengono effettuati prevalentemente sui soggetti sintomatici e, esaminando solo la punta dell’iceberg, la gravità di Covid-19 viene ampiamente sovrastimata”.

10.30 Salgono, purtroppo, i medici deceduti in Italia: lo ha comunicato la Federazione nazionale degli ordini dei medici. Il totale dei decessi sale così a 44.

10.10 Secondo il Corriere della Sera il trend di Codogno (uno dei primi focolai di Covid-19 in Italia) è in lieve risalita: dopo giorni di crescita zero, sei persone sono risultate positive al coronavirus: “Un segnale che i divieti introdotti con la zona rossa avevano funzionato” ha dichiarato il sindaco Francesco Passerini.

10.05 Il mondo del calcio ancora protagonista di gesti virtuosi per combattere questa pandemia: David De Gea, portiere del Manchester United, ha donato 300.000 euro alla Comunità di Madrid per fronteggiare l’emergenza e il PSG ha raccolto 250 mila euro da donare agli ospedali di Parigi grazie alla vendita di 1500 magliette speciali andate sold out in 24 ore.

10.00 Il Governatore della Regione Lombardia, Fontana, ha chiarito la causa dell’aumento dei casi registrato ieri dopo 4 giorni di lieve calo: “Ieri quando ho fornito il dato avevo a disposizione il numero, non l’elaborazione. Poi nel pomeriggio è stato chiarito che erano aumentati i tamponi. uno statistico mi faceva notare come comunque, all’interno di una stabilizzazione, può capitare che in un giorno ci sia un picco, ma che conferma la stabilizzazione. Gli esperti dicono che la valutazione va fatta nell’ambito di cinque giorni almeno per poter fare una conclusione”.

9.45 Numeri in forte crescita anche in Germania: 42.288 malati, 5.780 in più nelle ultime 24 ore.

9.40 Annunciate misure restrittive per contenere il contagio anche in Russia: da domani bar e ristoranti saranno chiusi. Lo ha annunciato il Cremlino.

9.35 Donald Trump: “Ho appena concluso un’ottima conversazione con il presidente Xi Jinping, la Cina ha molta esperienza e ha sviluppato una forte conoscenza del virus. Stiamo lavorando a stretto contatto insieme. Molto rispetto!”

9.30 Apriamo questa diretta con il triste primato degli States, che sono diventati il paese con più contagiati al mondo: secondo il New York Times sarebbero circa 81.000 con oltre 1000 morti.

Bentrovati amici di Toro News: in questo articolo troverete tutti gli aggiornamenti, minuto per minuto, sulla situazione Covid-19 e sulle sue ripercussioni per il mondo sportivo e non solo. Lo sport è stato fermato in tutta Europa, con svariati campionati di diverse discipline che negli scorsi giorni sono stati interrotti fino a data da destinarsi. Già rinviati anche Euro 2020 e le Olimpiadi di Tokyo 2020.

In Italia, da ormai quattro giorni, è entrato in vigore un nuovo decreto che blocca tutta la produzione non essenziale del Paese. Bloccati, inoltre, gli spostamenti da un comune ad un altro, a meno che non ci siano delle comprovate necessità. Ieri, dopo quattro giorni di lieve calo, il numero dei nuovi contagi è tornato a salire. Per quanto riguarda lo sport, fermate tutte la manifestazioni sportive di ogni ordine e grado.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy