Italia, le prime parole di Conte da ct

Italia, le prime parole di Conte da ct

Firma del contratto in diretta per Conte e Tavecchio e poi conferenza stampa 

di Redazione Toro News

Prima conferenza stampa per Tavecchio da Presidente della Federazione e per Conte da commissario tecnico della Nazionale. Dopo il piccolo colpo di scena della firma del contratto in diretta ad inizio conferenza, Tavecchio risponde alle prime domande ribadendo la sua scelta e lasciando intendere che, grazie alla scelta di Conte, ci sono richieste di nuovi sponsor esteri per la Federazione. Poi prende la parola Conte che ringrazia subito i suoi predecessori Prandelli e Arrigo Sacchi quale responsabili delle Nazionali giovanili. Conte ha affermato di non voler rientrare in pista così presto, aspettava un top club europeo, ma si è sentito onorato della chiamata della Federazione.

Discorso molto interessante per quello che riguarda le convocazioni, Conte ha ribadito la necessità di ricorrere a dei blocchi di giocatori della stessa squadra, ma ha chiarito fin da subito che la sua convocazione bisognerà meritarsela e che nessuno sarà certo del posto. Conte ha garantito che non subirà pressioni dello sponsor e che si meriterà i tanti soldi di stipendio che riceve con i fatti. Il suo staff, in via di completamento, è già al lavoro per le prossime sfide con Olanda e Norvegia di settembre. Il suo obbiettivo è riportare la voglia di correre in azzurro e l’ansia che precede la convocazione come succedeva ai tempi in cui era un giocatore. La sua voglia di vincere, espressa con le sue frasi ormai di rito, è uscita fuori già in questa conferenza stampa, in cui Conte si impegna a riportare l’Italia alla “dolce condanna della vittoria“. 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy