Torino-Sampdoria, Ljajic aspetta Schick: parabole diverse, il talento come denominatore

Torino-Sampdoria, Ljajic aspetta Schick: parabole diverse, il talento come denominatore

Testa a testa / Uno dei duelli più interessanti della serata, tra un giovane in rampa di lancio e chi si sta riscoprendo importante

di Nikhil Jha, @nikhiljha13

Per una stella che nasce, una che (ri)nasce: è l’incrocio che vede uno di fronte all’altro Adem Ljajic e Patrik Schick, il talento ceco strappato dalla Sampdoria alla concorrenza della Roma e capace, nella sua stagione inaugurale in Serie A, di arrivare fino in doppia cifra, con l’obiettivo di spingersi sempre più in là. Una felice intuizione della dirigenza blucerchiata.

UC Sampdoria v FC Torino - Serie A

Sembrava invece ormai destinato al ruolo di grande rimpianto Adem Ljajic a Torino, dopo una lunga parte di campionato in cui il giocatore è apparso abulico e sottotono. Poi la svolta: con il cambio di modulo (dal 4-3-3 al 4-2-3-1) e il dirottamento dietro la punta, in una posizione che gli permette di tenere alta la tensione restando sempre nel vivo del gioco, il serbo si è rivitalizzato, tornando al gol ma soprattutto risultando centrale nelle geometrie della squadra.

Due profili che quindi stasera, sul prato del Grande Torino, si affronteranno a distanza per continuare lo straordinario momento di forma: l’ex Sparta Praga arriva da due reti consecutive contro Sassuolo e Crotone. L’ultima in particolare ha impressionato per tecnica e velocità, in una combinazione che a molti ha ricordato Dennis Bergkamp, stella olandese dell’Arsenal a cavallo del nuovo millennio.

Ljajic, dalla sua, proverà a spaventare la retroguardia avversaria attraverso quello che ormai sta diventando il colpo della casa, ossia il tiro da fuori, vero marchio di fabbrica del fantasista serbo, che in questo modo ha già colpito diversi avversari: Cagliari e Chievo solo tra le ultime.

VERONA, ITALY - APRIL 23: Adem Ljajic of Torino FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc'Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)
VERONA, ITALY – APRIL 23: Adem Ljajic of Torino FC celebrates after scoring the opening goal during the Serie A match between AC ChievoVerona and FC Torino at Stadio Marc’Antonio Bentegodi on April 23, 2017 in Verona, Italy. (Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Insomma, un testa a testa che promette spettacolo e gol: due figure che si stanno prendendo – o riprendendo – la propria piazza, e per cui l’anticipo serale del sabato è un’occasione per far risaltare il proprio talento cristallino.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. KanYasuda - 3 anni fa

    ……ahahhahahahahahahah !!!!!
    … accetteresti la vendita di Belotti pensando alla liquidità che ti porterebbe per comprare tra i tanti uno come Schick ?
    A parte che è già dei GOBBI, ( non sarebbe stato altrimenti se non avesse avuto quella faccia di Merda ) ma anche se lo comprassimo, ti accontenteresti di vederlo fare quelle giocate preziose per dire che abbiamo un talento insieme ad uno come Ljajic ?
    Schick mettilo al centro dell’area, ( cosa che non gli hanno fatto fare mai fino adesso) poi mi sarai dire se è un Combattente come il Gallo.
    Belotti non avrà una Tecnica sopraffina, ma creategli una Squadra intorno dove gli buttano in mezzo all’area tanti palloni, poi vedremo se è meglio investire su S C H I C K !!!
    Già il Cognome mi sta sui C.GL..N. , ma ripensate ai gol che ha fatto il Gallo, come se li è procurati e come ne ha fatti fare !
    Combatte con Dzeko per la Classifica Cannonieri ?
    Se Belotti giocava con la Roma, avrebbe fatto già una trentacinquina di gol e noi pensiamo di venderlo pensando alla nuova squadra che si potrebbe ricostruire ?
    Ma anche se fosse, poi, quei Soldi, si reinvestirebbero ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Torogranata - 3 anni fa

      Non ho detto mai che accetterei la vendita del Gallo,ma purtroppo prima o poi lo perdiamo e questo è inevitabile finché come presidente abbiamo Cairo. Poi non sto neanche dicendo che Schick è come o meglio di Bellotti, ma in prospettiva può diventarlo,non dimentichiamo che fino a 2 anni fa il Gallo faceva la panchina a Palermo

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. KanYasuda - 3 anni fa

        Si capisce già benissimo che è un Bimbo Montato.
        Ci ha già pensato la Juve… tranquillo !

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. KanYasuda - 3 anni fa

          Belotti non ha il suo talento, ma migliora Lavorando e Sudando e per la Squadra !

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Torogranata - 3 anni fa

    Mi piacerebbe vederli insieme al Toro insieme l’anno prossimo, visto la quasi sicura partenza del Gallo direi a Cairo e Petrachi che con 100milioni in cassa si può provare a prenderlo.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy