Basha, il soldato di Ventura

Basha, il soldato di Ventura

Il pagellone di fine stagione / Buona annata per il mediano albanese, sempre all’altezza quando chiamato in causa. Voto: 6,5

di Gianluca Sartori, @gianluca_sarto

 

Ha concluso la sua terza annata in granata Migjen Basha: il mediano albanese è stato in questa stagione il rincalzo ideale per la mediana di Ventura. Ottimo in fase di interdizione, intelligente dal punto di vista tattico e sempre all’altezza della situazione, Basha è uno di quegli elementi che ogni allenatore vorrebbe sempre avere nella rosa a disposizione per la sua serietà e la sua applicazione.

INFORTUNI NEL FINALE – Il mediano albanese è stato impiegato molto da Ventura soprattutto nel girone di andata, quando El Kaddouri girava a corrente ancora troppo alternata. Il tecnico genovese ha ruotato come titolari l’albanese, Brighi e Farnerud fino al mercato di gennaio come interni del centrocampo a 5: l’arrivo di Jasmin Kurtic, su cui si è puntato in modo deciso fin dall’inizio, e la crescita di El Kaddouri hanno poi limitato gli spazi per il mediano albanese, il cui finale di stagione è stato poi rovinato da un paio di malanni fisici che lo hanno relegato ai margini negli ultimi due mesi di campionato.

SEMPRE AL 100% – Basha, pur non essendo giocatore di qualità sopraffina, non si è mai risparmiato e si è fatto apprezzare per aver sempre dato tutto per la maglia granata. Un elemento, il mediano della Nazionale albanese di Gianni De Biasi, che quello che può dare lo dà sempre e che, per aver passato tre anni sotto la direzione del tecnico genovese, conosce ormai a menadito il calcio di Ventura. Il suo futuro è comunque un punto interrogativo: a centrocampo tutto è ancora da decidere, ma l’arrivo di Marco Benassi, che potrebbe non essere l’unico in un reparto in cui c’è bisogno di alzare l’asticella della qualità, potrebbe restringere notevolmente lo spazio a disposizione per l’albanese.

Il contratto di Basha scade nel 2015: è il momento di decidere cosa fare di lui. Cederlo in via definitiva, magari come pedina di scambio, visto che il suo cartellino ha preso comunque valore e potrebbe fruttare una buona plusvalenza, o rinnovare l’accordo economico che lo lega al Toro, in modo da non rinunciare all’usato sicuro? Vedremo come si muoverà il DS Petrachi. Molto dipenderà anche dagli eventuali riscatti di Kurtic, Tachtsidis ed El Kaddouri.

MINUTI GIOCATI: 1392
PRESENZE: 24
GOL: 0
CARTELLINI GIALLI: 2
CARTELLINI ROSSI: 0

VOTO FINALE: 6,5

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy