Calciomercato Torino, il punto: Kone a un passo dal Cosenza, riavviati i contatti per Paleari

Calciomercato Torino, il punto: Kone a un passo dal Cosenza, riavviati i contatti per Paleari

Calciomercato / Bava rimane vigile su Verdi, che è sempre la prima scelta dei granata

di Redazione Toro News

PALEARI

Alberto Paleari

La trattativa per portare Paleari in granata, dopo il brusco stop di una settimana fa che sembrava aver portato a uno stop definitivo, si è riaperta nelle ultime ore. Bava avrebbe riallacciato i rapporti con il Cittadella e con l’entourage del giocatore, attendendo risposte positive. Al momento l’unica certezza è che Paleari sia la prima scelta per il ruolo di vice-Sirigu.

12 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. PrivilegioGranata - 5 mesi fa

    Condivido anch’io frase per frase il ragionamento di LeoJunior, sensato, pacato, intelligente.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Madama_granata - 5 mesi fa

    Totalmente d’accordo con Leo Junior.
    Osservazioni giuste, ragionate e ponderate.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CHRISWILL - 5 mesi fa

    ACCONTENTIAMOCI DELLA STESSA SQUADRA DELL’ANNO PASSATO…….DEL RESTO ANCHE IL TOTTENHAM CON GLI STESSI UOMINI L’ANNO SCORSO E’ ARRIVATO IN FINALE DI CHAMPIONS!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. eurotoro - 5 mesi fa

      ..io direi godiamoci la strssa squadra!..i meccanismi sempre piu oleati..un gioco sempre piu fluido…la crescita dei piu giovani che questo anno ci daranno qualcosa in piu…ebbene si!..al momento siamo superiori a tante nostre concorrenti che dovevano rinforzarsi ma sembra siano ancora le stesse che abbiamo bastonato…e la ciliegiona sulla torta arrivera’

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. LeoJunior - 5 mesi fa

    Purtroppo credo sia quasi impossibile fare un discorso serio e ponderato quando si parla di Cairo e della società su questo ed altri siti. La bellezza dello strumento che da accesso a tutte le voci ha il limite di dare libero sfogo a tutte le frustrazioni spesso poco argomentate.
    Nel caso ci fosse ancora un piccolo spiraglio per poter discutere serenamente su quella che dovrebbe essere la nostra squadra e la campagna acquisti: faccio notare che il Torino f.c. (così non scontentiamo quelli che sono depositari della verità e possono parlare in esclusiva di Toro) si sta comportando esattamente come tutte le squadre e non solo in Italia ma in Europa. Se siamo capaci di fare le debite proporzioni.
    Al netto di piccoli movimenti (parlo sempre rispetto alle rose a disposizione e le risorse finanziarie in gioco) spesso in sostituzione di giocatori in uscita, quasi tutti sono in stallo.
    Devo ricordare alla platea di specialisti che il Napoli si sta intortando su James, Icardi, Pepè e alla fine non compra nulla. Che l’Inter si è impantanata con Icardi, Lukaku, etc., che la Roma non sa che centravanti giocherà. Ma anche il Real, ManU e altre big sono in attesa di sviluppi. Tutti per lo stesso motivo. Il mercato si è gonfiato a tal punto che non si può più continuare con la corsa al rialzo.
    Passando alle medie: Fiorentina? Samp? Atalanta? Qualche piccolo innesto a fronte di uscite.
    In questo contesto NOI abbiamo deciso di NON vendere e quindi di non fare operazioi di sostituzione. Ci mancano i nostri “big”. E per quello (con le dovute proporzioni) stiamo aspettando come tutti.
    Perchè Cairo dovrebbe pagare 25 milioni Verdi quando l’Inter dei cinesi con capitali infiniti sta giocando al ribasso per Dzeko? Ma che ci butti questi 5 milioni in più e lo compri! E ADL ha perso Pepè per 5 milioni di commissioni! Pezzente. La Roma poi che non offre 80 milioni per Icardi ….
    Sveglia ragazzi. La cuccagna sta finendo e forse la gente sta rinsavendo. Cairo che ha tutti i difetti del Mondo ma non si è ancora fatto prendere da questa follia, ragiona così da tempo.
    Ma noi siamo noi e quindi perchè non andare controtendenza e iniziare a buttare i soldi?!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. CHRISWILL - 5 mesi fa

      ALLA FINE RESTA UN MERCATO……POVERO!!!!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. eurotoro - 5 mesi fa

      Bravo…analisi lucida della situazione…aggiungo che gli abbonamenti pay tv stanno crollando..la cuccagna sta finendo…le societa sane coi bilanci..di questo passo scaleranno posizioni a scapito di quelle che hanno fatto o faranno il passo piu lungo della gamba…altri casi milan ci saranno(esclusioni dalle coppe..restrizioni sul mercato)…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    3. Mimmo75 - 5 mesi fa

      Se al mondo esistesse solo Verdi ti darei anche ragione. Non condivido nulla del tuo discorso. Intanto non ha senso guardare le altre per giustificare le proprie mancanze. Perché di mancanze parliamo, non della pretesa del tifoso medio di vedere continuo botti di mercato. Ci sono affari che “meritano” il tempo necessario perché legati a filo doppio ad altri nel classico domino. E allora ci sta, ma fino a un certo punto, perché non esiste solo Verdi, che per prendere Simone si debba attendere che il Napoli sblocchi l’affare James. Ma un limite va messo a queste situazioni, altrimenti non si sarà padroni del proprio destino fino in fondo. Un esempio? Mettiamo che alla fine James resti a Madrid o non finisca comunque al Napoli. Sfuma Verdi e magari, nel frattempo, anche il piano B perché l’alternativa a Simone si è accasata altrove. E comunque, se il tuo obiettivo principale non riesci a raggiungerlo dovrai accontentarti di un ripiego. Ma capisco, come dicevo, che certe dinamiche siano inevitabili. Parlavo di mancanze e mi riferisco a quelle situazioni critiche che si dovranno comunque risolvere perché già esistenti o sopravvenute (vedi infortunio di Iago). A noi manca la riserva (seria, non l’adattabile Berenguer) di Ansaldi, uno capace di insidiarne la titolarità oggi e di garantire almeno lo stesso livello di prestazioni tra uno o due anni. Ci manca dalla scorsa stagione e stiamo ancora qui ad aspettare sperando non accada a Cristian quel che è successo a Iago, Lyanco e Djidji. Nel frattempo anche DeSi non ha alternative fin quando Aina non tornerà pienamente a disposizione. E così ci ritroviamo senza alternativa a Iago (non mi si venga a dire che Lukic e Baselli sono giocatori con le caratteristiche dello spagnolo) se non il solo Berenguer (che però è anche l’unica alternativa a DeSi e Ansaldi). Adatti alla meno peggio Lukic o Baselli? Ti resta il solo Rincon (a mezzo servizio) come alternativa ai centrocampisti. Queste sono mancanze. Affrontiamo l’EL con leggerezza sperando che tutto fili liscio. Sperando, non determinando. E dovrei consolarmi guardando in casa altrui? Risolvo i miei problemi facendolo? Se poi la società è così sicura che bastino dei primavera a risolvere le emergenze alzo le mani: vuol dire che abbiamo dei fenomeni in casa e ancora noi tifosi non lo sappiamo.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 5 mesi fa

        Mimmo credo tu abbia un pò frainteso il mio ragionamento. Non ho mai detto che gli acquisti non servano. Stavo analizzando come si stia muovendo tutto il mercato e noi non possiamo far finta che non sia così. E non mettevo in relazione l’acquisto di Verdi con quello di James. Parlavo solo di prezzi e tempistiche. Tutti sono fermi perchè la bolla è cresciuta a tal punto che ci si trova con prezzi esagerati e non sostenibili. Verdi non vale 25 milioni così come Bonifazi non ne vale 15. Ma Lukaku non ne vale 85 e così andando. Quindi nessuno fa più la prima mossa perchè comprare oggi a questi prezzi vuol dire portarsi a casa minusvalenze i prossimi anni. Sappiamo tutti che il giochino delle plusvalenze doveva avere un termine e ci stiamo arrivando. Ecco perchè è tutto bloccato.
        E in questo scenario noi dovremmo essere i primi a muoverci e buttare dei soldi. Soldi che, vorrei ricordare, non sono infiniti e quello che togli/butti da una parte non lo spendi da un’altra.
        Quindi la strategia mi sembra solo di buon senso.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
    4. Roland78 - 5 mesi fa

      Una giusta analisi, anche se rispetto alle squadre da te citate, la nostra ha già iniziato la stagione ufficiale, senza peraltro alcune importanti pedine (di ricambio ma ora vediamo quanto sarebbero fondamentali) . Ciò che è assolutamente criticabile sono le dichiarazioni del Presidente, che sventola ai 4 venti 3 acquisti subito per permettere a Mazzarri di poterci lavorare, e poi contraddice quanto detto. Agli occhi dei tifosi, almeno dei miei, perde credibilità.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. LeoJunior - 5 mesi fa

        So che i paragoni contano poco e ognuno guarda a casa sua. Ma pensa all’Inter e alle incazzature di Conte. Eppure sono fermi. E hanno Marotta, Ausilio e i Cinesi pieni di soldi

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Madama_granata - 5 mesi fa

    Io credo che le notizie di calciomercato siano per ora solo un “pour parler”, cioè penso che i giornalisti, se non c’è nulla di ufficiale, il più delle volte tirino solo ad indovinare.
    Certo è che ogni giorno ci dicono (non solo su Toronews) che x Verdi le trattative proseguono, che “è quasi fatta”.
    Ora leggo che il Napoli non si muove dai famosi 25.000.000 x la vendita, mentre il Toro vuole il giocatore “in prestito oneroso” con diritto/dovere di riscatto (quindi in pratica pagandolo l’anno prossimo) per un totale di 18/20.000.000.
    Se è vero ciò che ci dicono, temo che non solo la trattativa non sia a buon punto: temo proprio che non si arrivi ad un esito positivo!
    Tante parole x nulla.. Vedremo!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy