Con Antenucci ecco il 4-4-2 classico

di Gianluca Sacchetto – Il Toro non vuole più ripetere l’errore dell’anno scorso, quando la scelta di non acquistare una seconda punta di grande valore per la serie B, come lo era Eder, costò di fatto la promozione. Petrachi ha, quindi, puntato gli occhi in modo deciso su Antenucci, attaccante capace di realizzare 24 reti con la maglia dell’Ascoli durante la passata stagione…

di Redazione Toro News

di Gianluca Sacchetto – Il Toro non vuole più ripetere l’errore dell’anno scorso, quando la scelta di non acquistare una seconda punta di grande valore per la serie B, come lo era Eder, costò di fatto la promozione. Petrachi ha, quindi, puntato gli occhi in modo deciso su Antenucci, attaccante capace di realizzare 24 reti con la maglia dell’Ascoli durante la passata stagione e che a Catania è chiuso da un giocatore come Maxi Lopez. Nel giro di 48 ore l’affare si potrebbe concludere sulla base di una comproprietà, per la reciproca soddisfazione delle due dirigenze.

Con il suo arrivo, Lerda varierebbe il suo modulo in un 4-4-2 classico, che gioverebbe certamente a Bianchi. Il capitano ha dimostrato di soffrire molto l’attuale schema granata perché, essendo di fatto l’unica punta, tutte le attenzioni della difesa sono indirizzate a lui e le occasioni sono poche. Non sempre può arrivare il gol incredibile (vedi Padova)  e la passata stagione dimostrò che una seconda punta vicina gli fa compiere il salto di qualità. Anche il Pià visto a Torino, non certo nel momento migliore della sua carriera, gli portava via spesso l’uomo e gli permetteva di andare alla conclusione con più facilità. Si tratta, quindi, di un discorso quasi squisitamente tattico.

Il 4-4-2 permetterebbe poi alla difesa granata di avere maggiore copertura, un aspetto decisamente importante. Tra le prime otto della classe quella del Toro è, infatti, la peggior retroguardia, con 27 reti al passivo, quasi il doppio di quelle subite dal Varese. E al tempo stesso anche l’attacco è il meno prolifico, in compagnia di Reggina e Pescara. L’arrivo di Antenucci potrebbe essere anche importante, quindi, dal punto di vista tattico. Chissà che lo spostamento di alcuni equilibri non possa fare la differenza in positivo in questa stagione finora non entusiasmante.

(foto: calciocatania.it)

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy