Allarme Coronavirus, perché il rinvio potrebbe “favorire” il Torino

Approfondimento / Coronavirus: una situazione spiacevole che potrebbe rappresentare un piccolo “vantaggio” sportivo per i granata. Ecco quale

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Coronavirus (CoVid-19) ha colpito anche l’Italia. Il virus proveniente dalla Cina ha messo in stato d’allerta soprattutto il nord del nostro paese, costringendo il Piemonte – insieme a Lombardia e Veneto – a rinviare tutti gli eventi sportivi previsti per il week end appena trascorso. Tra questi c’era ovviamente la sfida in programma tra Toro e Parma, che doveva giocarsi ieri allo stadio Olimpico Grande Torino. Una situazione grave, da affrontare con la massima cautela per evitare scongiurare il rischio contagi, ma da cui il Torino potrebbe anche “avvantaggiarsi” – sportivamente parlando – per le prossime settimane.

Torino-Parma, incertezza sulla data del recupero: ecco cosa può succedere

TEMPO – Un Toro in grande difficoltà, reduce da sei sconfitte consecutive, ha bisogno di tempo per riuscire ad uscire da un tunnel molto buio nel quale è caduto nel girone di ritorno. Il rinvio di Torino-Parma permetterà a Longo di avere più tempo per infondere ai suoi giocatori altri concetti fondamentali: tempo prezioso, che però non va assolutamente sprecato. Da una situazione che è allarmante per la sanità Nazionale, il Toro deve riuscire a sfruttarne cinicamente ogni aspetto.

Malagò (CONI): “Ieri sera Torino-Parma non sembrava a rischio”

REINTEGRI – Ovviamente il tempo che i granata stanno guadagnando sull’onda di questo allarme va a vantaggio anche dei giocatori che devono recuperare la loro condizione fisica ideale. Il primo di tutti è Vincenzo Millico, colpito da un infortunio in allenamento, che avrà la possibilità di lavorare per tornare in gruppo il prima possibile. Discorso simile anche per Baselli e Zaza, non al meglio della condizione: avranno l’opportunità di lavorare e riprendersi un ruolo importante nella squadra, soprattutto il centrocampista.

Coronavirus: Filadelfia chiuso ai tifosi per tutta la prossima settimana

POSTICIPO – Per concludere, un altro “vantaggio” arriva proprio dal rinvio. Torino e Parma stavano per sfidarsi in due momenti completamente diversi, con i granata in piena crisi e i crociati in serie positiva. Quando le due squadre recupereranno la sfida, ci si augura che il Toro sia in una situazione diversa e che possa affrontare il Parma con uno spirito più energico. Insomma, nonostante la grande paura causata dal virus, il Torino avrà modo di guadagnare tempo.

8 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Maurygranata - 8 mesi fa

    Mi pare che il Parma non fosse messo benissimo con gli infortunati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Vlad51 - 8 mesi fa

    Viso che comunque uno dei problemi del toro risulta essere la scarsa tenuta atletica che non garantisce di arrivare brillantemente alle conclusioni delle partite….l’articolo poteva essere sicuramente impostato meglio…..anche se e’ chiaro a tutti che lo stop dovuto a motivi di sicurezza sanitaria potrebbe essere un piccolo vantaggio ed un modo per recuperare forma e smalto atletico….sicuramente su questo aspetto bisogna essere cinici e sfruttare la cosa a proprio vantaggio….

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Emilianozapata - 8 mesi fa

    Solo per alleggerire un po’ la tensione: dopo gli allenamenti, anche le partite a porte chiuse. È la vendetta di Mazzarri!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. Conta7 - 8 mesi fa

    In un momento del genere, uno degli articoli “cinicamente” più squallidi mai comparsi su queste colonne.
    Se il Toro è anche questo, allora siamo messi veramente male!
    Tristezza vera

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. GlennGould - 8 mesi fa

      Condivido totalmente.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. verarob_701 - 8 mesi fa

    qualsiasi scemenza va bene pur di scrivere….quali saranno le condizioni ” mentali” delle 2 squadre, non si può sapere.
    La crisi della squadra è anche mentale, e interrompere la serie negativa potrebbe aiutare, e da questo punto di vista, saltare il Parma in casa , e sostituirlo con il Napoli in trasferta non mi pare il meglio.
    Il Parma arrivava senza Inglese Sepe Kucka, probabilmente Darmian e con Kulusevski reduce da infortunio e Gervinho indietro di allenamento, difficile pensare che la situazione peggiori.
    Detto ciò, a meno di un’evoluzione veloce e in meglio della situazione coronavirus, le possibilità che il match di recupero si svolga a porte chiuse sono molto alte…..caro sig Lasala, ha proprio ragione, meglio di così non poteva andare…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. ALESSANDRO 69 - 8 mesi fa

    Ragionamento che lascia il tempo che trova…Magari la si giocava e la si vinceva così andavamo a Napoli con una condizione psicologica migliore…Ma chi può dirlo???

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. pupi - 8 mesi fa

    Stesso ragionamento fatto dal Parma visto che avevano acciaccati pure loro. Articolo sottile sottile che manco si vede.

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy