Di Francesco pre Cagliari-Torino: “Gara fondamentale ma non decisiva”

Conferenza stampa / Le parole dell’allenatore del Cagliari nella vigilia del match con il Torino

di Redazione Toro News

Ci siamo. Domani sera Cagliari e Torino si fronteggeranno in un complicatissimo scontro salvezza in Sardegna. A questo proposito, Eusebio Di Francesco ha tenuto la consueta conferenza stampa della vigilia, in cui ha introdotto i temi principali della partita contro il Torino. Queste le sue dichiarazioni come riportate dai colleghi di calciocasteddu.it.

Sull’importanza della partita: “Certamente col Torino è una gara fondamentale, ma dopo mancano altre quindici partite, quindi non sarà decisiva. Mi aspetto un salto di qualità, dobbiamo attaccarli con più uomini in area di rigore. Contro l’Atalanta abbiamo provato ma siamo stati sfortunati. Domani mi aspetto molto di più. Non dobbiamo piangerci addosso, ma lottare e dimostrare di non meritare questa classifica. Non dobbiamo tirarci indietro e continuare a combattere”. 

“In questo momento sto vedendo lo spirito, un modo di allenarsi molto concentrato. Per quanto riguarda la fase difensiva sono molto contento come viene applicata, mentre per quanto riguarda quella offensiva questa settimana abbiamo lavorato di più. Per quello che riguarda la mia impronta, spero di potermi esprimere a fine stagione”. Nainggolan e Ceppitelli sono in dubbio ma c’è ancora la possibilità che tornino a disposizione: “Aspettiamo l’allenamento di oggi, vediamo un po’. Anche Ceppitelli ha possibilità di essere recuperato”.

5 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

    Anche per noi “la situazione è grave ma non è seria”
    😀

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Toroperduto - 1 settimana fa

      Dai su stai bravo…. C’è chi ha meno punti.

      Se non si trattasse del Toro giuro che vorrei essere ultimo in classifica per sentire che puttanate direbbe il nostro gran presidente!!!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Marchese Granata - 1 settimana fa

        Che alle volte e necessario cadere prima di rialzarsi più forti di prima. Un anno di B ci farà bene!

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Héctor Belascoarán - 1 settimana fa

          Un anno in B potrebbe farci bene a patto che cambi praticamente tutto a cominciare dalla presidenza.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
        2. rolandinho9 - 1 settimana fa

          Non lo si tifa chiaramente ma andare in B ci aiuterebbe a ricostruire prima. Se capiterà non ci sarà da piangere, c’è da piangere a fare la A fatta così

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy