Graziani: “Belotti merita la Nazionale. Ma ci sono rimasto male per la sua intervista”

Graziani: “Belotti merita la Nazionale. Ma ci sono rimasto male per la sua intervista”

L’ex bomber di Torino e Roma ha parlato a MC Sport Network

di Redazione Toro News
graziani

Ciccio Graziani, storico bomber dell’ultimo scudetto granata, è tornato a parlare del Torino. In particolar modo, nella sua intervista al programma radiofonico “Maracanà” di MC Sport Network, l’attenzione si è focalizzata su Belotti e sulla mancata convocazione. Graziani ha voluto anche fare un appunto al Capitano del Toro riguardo all’intervista pubblicata questa mattina sulla Gazzetta dello Sport:

“Mi dispiace che Roberto Mancini abbia messo da parte Belotti, che per me avrebbe meritato la chiamata in Nazionale. Oggi ho letto la sua intervista (sulla Gazzetta dello Sport ndr) e ci sono rimasto un po’ male. Ha citato solo il Grande Torino, cosa giustissima che va fatta sempre, ma non ha ricordato il mio Toro, che per anni è stato alla pari della Juventus”.

11 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. peter1 - 5 mesi fa

    Il Toro che arrivò secondo con ben cinquanta punti nel carniere (le vittorie allora valevano solo due punti) nel 1977 era addirittura più forte di quello che aveva vinto lo scudetto un anno prima, perché consapevole della sua forza e giocò a schiena diritta contro la juve. A quei tempi Boniperti quando d’estate stilavano il calendario ammise con sincerità che in cuor suo avrebbe voluto cancellare due giornate, quelle dei derby. Troppe palpitazioni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. Tifoso da Malta - 5 mesi fa

    In questo momento io condivido le scelte di CT Mancini.
    Belotti, grande lottatore, spreca molte palle.
    Belotti non realizza moltissime palle gol.
    Spero che Belotti torna ad essere un vero bomber.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Madama_granata - 5 mesi fa

    Riprendendo ciò che dice Kieft: io il Torino dell’ultimo scudetto l’ho visto, eccome!
    E avrei un appunto da fare al sig.Graziani.
    Strano, molto strano, che i suoi compagni di allora, quelli che hanno il Toro nel cuore da sempre, e che ancor oggi sono Granata, non si sono affatto risentiti delle parole del nostro attuale Capitano: solo lui!
    Veramente singolare!
    Potrebbero, ma non lo hanno fatto, protestare Pulici, Zaccarelli, i due Sala, Castellini, Pecci, ecc, (non sto ad elencarli tutti).
    Lui, non credo prprio: la sua, di protesta, mi sembra veramente fuori luogo.
    Il signor Graziani, a quel tempo, alla prima opportunità capitatagli, ed al primo sentore di fragilità della squadra, si è affrettato a fare le valigie e a correre dove pensava di andare a stare meglio.
    Oggi non lo sento mai dire una parola detta col cuore o con la passione verso il nostro Torino, non sento la nostalgia del ricordo nelle sue parole, né tantomeno il senso di appartenenza!
    Del Toro parla sempre poco e male, con freddezza e distacco.
    Quale differenza con i suoi ex-compagni, che, nelle parole e negli scritti,rivivono quel periodo con struggente nostalgia!
    Rileggiamoci le interviste di quelli sopra citati, e in quelle parole, dopo 40 anni, ritroviamo il “Vecchio Cuore Granata”.!
    Graziani si dimenticò subito “quanto” avrebbe dovuto essere grato alla nostra squadra, che aveva fatto di lui un campione!
    Dei due “gemelli” uno solo è fuggito, l’altro è rimasto sempre tra noi.

    SOPRATTUTTO è totalmente di cattivo gusto pensare di mettersi alla pari con Uomini morti, tutti morti, che, in un viaggio fatto con e per la Società Torino Calcio, ci hanno rimesso la vita.
    Bravo Belotti, che ha ricordato “gli Invincibili”!
    Le sue citazioni sono più che appropriate, e le sue parole, almeno per me, valgono molto più di quelle del Signor Graziani!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ProfondoGranata - 5 mesi fa

      Purtoppo, purtroppo, mi vedo costretto ad essere perfettamente d’accordo.
      E in particolare dei sui interventi radiofonici a Radio Sportiva non ho per nulla gradito tutti i suoi apprezzamenti sulla juve e sul continuo rimarcare quanto siano stati bravi a realizzare uno stadio di proprietà, dimenticando quanto sia costato caro al Toro subire gli intrighi dell’avvocato.
      Mi dispiace Ciccio, ma della grande squadra dello scudetto tu mi sei piu di altri scivolato in basso…

      Rispondi Mi piace Non mi piace
    2. gior_425 - 5 mesi fa

      Vero, per me Pulici è figlio unico!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatadellabassa - 5 mesi fa

    Com’è suscettibile Graziani! Certamente dopo il Grande Torino viene il suo Toro, però da qui a rimanerci male…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. wally - 5 mesi fa

    Graziani è nella Storia del Toro e nessuno lo mette in discussione..e più di lui lo è Pulici.. Anche a me dispiace quando lui cita poco il Toro esternando (legittimamente) il suo stra tifo romanista, diversamente da Pulici che dichiara sempre il suo Grande amore Granata..
    cose che capitano Ciccio

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Carlin - 5 mesi fa

    Belotti avra anche dimenticato di menzionare il TORO dei Pulici Graziani e Sala,ma tu quando sei in televisione sei tutto un elogio per i gobbi.Dei 2 preferisco Belotti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. user-13973712 - 5 mesi fa

    Se in società ci fosse uno come Pulici i nostri giocatori- prima squadra e primavera- sarebbero preparatissimi

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. TORO1960 - 5 mesi fa

    Vero, caro Ciccio!♉♉♉

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Kieft - 5 mesi fa

    Purtroppo il grande Torino anche per la tragedia di superga è diventato leggenda……io non ho potuto vedere l’impr Del 76 ma Graziani pulici sala….sono nella storia

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy