L’ EuroToro stende il diavolo con due incornate

L’ EuroToro stende il diavolo con due incornate

L’ editoriale di Gino Strippoli – Granata implacabili vincono la sfida contro il Milan ma l’ arbitro stende Moretti per il derby

di Gino Strippoli

Era dal 2001 che il Toro non castigava il Milan e ieri sera i granata hanno rotto il digiuno entrando in campo con lo spirito giusto, con la mentalità vincente, con la grinta di chi voleva vincere la sfida europea. Una partita perfetta sotto tutti i punti di vista, tattici e di solidità tra i reparti mai slegati tra loro.

L’ORGANIZZAZIONE GRANATA – Izzo, Nkoulou e Moretti sono stati implacabili, poche le sbavature e, quando queste sono arrivate, ci ha pensato il portiere più forte d’ Italia, Salvatore Sirigu, a compiere almeno tre parate decisive.  L ‘ ordine a centrocampo dei granata e il pressing alto sui portatori di palla rossoneri hanno messo subito in difficoltà la manovra del Milan. Per frenare Belotti e compagni i rossoneri non hanno lesinato falli su falli, prendendo ammonizioni su ammonizioni – alcune perdonate dall’ arbitro Guida.

Operazione Allianz Stadium

LA PARTITA – Già nel primo tempo i rossoneri sarebbero dovuti rimanere in dieci uomini, ma l’ espulsione poi è arrivata nel finale come fosse un giudizio universale: un rosso diretto a Romagnoli, reo di protestato troppo energicamente nei confronti dell’arbitro. Ma a quel punto i giochi erano praticamente fatti, visto che il Toro era in vantaggio di due reti. Grande la prova del centrocampo granata con Rincon e Meité vera diga che non hanno mai concesso nulla agli avversari, conquistando invece molti palloni dalle gambe rossonere. Ottimo Lukic, un elemento che tatticamente si sta rivelando sempre più prezioso, sempre al posto giusto nel momento giusto.Ansaldi ancora una volta uno dei migliori in campo, tra finte e controfinte e dribbling ubriacanti che hanno mandato in tilt il ‘ povero ‘ Conti che non ci ha capito nulla, per tutto il tempo che è rimasto in campo. Il Toro ha cucito e ricucito sempre bene sulla mediana  dominando alla fine sui più portati palleggiatori avversari.

GLU AUTORI DEI GOL DEI GRANATA –  Belotti da solo in attacco, unica vera punta ha tenuto sempre in costante pericolo la triade di difensori avversari supportato bene da Berenguer, che ha fatto il trottolino spesso sbagliando il passaggio finale ma il suo movimento ha disorientato la retroguardia rossonera aprendo spazi per i granata.Già, sono state tante le voragini che si sono aperte davanti ai granata. Il rigore del Gallo e poi il bellissimo gol di Berenguer hanno messo fine alla sfida europea e ha portato il club piemontese al 5° posto in classifica, raggiungendo proprio la squadra allenata da Gattuso e l’Atalanta.

LE PARATE DI SIRIGU – Il Toro ha meritato vittoria , ma è anche giusto rendere merito alla cronaca con i tre interventi di Sirigu sui tiri rossoneri, sopratutto quelli su Bakayoko. Il Milan ha perso soprattutto i singoli duelli e non è mai riuscito a verticalizzare proprio grazie alla capacità dei granata di dare sempre più grinta e più voglia di vincere. Dopo l’ espulsione di Mazzarri, dopo una ammonizione non data ai rossoneri: i giocatori del Toro, aiutati dai tifosi, si sono sentiti come defraudati da una ennesima ingiustizia. Da lì è scattata una molla di orgoglio che ha fatto poi impennare il tremendismo granata. L’ unico neo l’ammonizione di Moretti che gli farà saltare il derby, e li sarà un problema vista l’ indisponibilità di Djidji. Toccherá sicuramente a Bremer. Ma per adesso il Toro e i suoi tifosi si possono godere di una vittoria che ha il sapore d’ Europa.

3 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. torosempre - 4 mesi fa

    Pensa a come avrà dornmito male il povero Vanni.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. GlennGould - 4 mesi fa

    Non riesco a smettere di esultare, credo di averlo fatto anche nel sonno.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. CUORE GRANATA 44 - 4 mesi fa

    Prima di postare un commento ho preferito smaltire l’adrenalina che avevo accumulato.Cosa dire più di quanto è già stato detto e scritto dai tanti “fratelli di virus”? Molto semplicemente ho visto il Toro che magari vorremmo ammirare con maggiore continuità: determinazione,concentrazione e “gioco da squadra.Come sempre monumentali NK e s. Salvatore. La volata conclusiva è ancora incerta,tuttavia proseguendo in tal modo, nessun traguardo ci è ancora precluso.FVCG!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy