Lucarelli sfida la difesa granata

Gli amaranto di Arrigoni sono reduci da un periodo piuttosto negativo in campionato, culminato con la batosta subita mercoledì scorso in quel di Genova. Il Livorno occupa la medesima posizione in classifica del Toro avendo raggranellato sinora 21 punti, esattamente come i granata di Zac.
L’andamento delle due squadre è stato però inverso poiché il Livorno è partito alla grande mentre i…

di Redazione Toro News

Gli amaranto di Arrigoni sono reduci da un periodo piuttosto negativo in campionato, culminato con la batosta subita mercoledì scorso in quel di Genova. Il Livorno occupa la medesima posizione in classifica del Toro avendo raggranellato sinora 21 punti, esattamente come i granata di Zac.
L’andamento delle due squadre è stato però inverso poiché il Livorno è partito alla grande mentre i granata molto male ma la situazione nell’ultimo mese si è completamente capovolta, portando il Toro in acque più tranquille e gli amaranto fuori dalla zona Champion’s. La squadra di Spinelli ha anche superato il girone di Coppa Uefa qualificandosi per le fasi ad eliminazione diretta, nonostante l’incomprensibile desiderio del presidente, cioè che la squadra fosse eliminata dalla competizione europea per concentrarsi meglio sul campionato.

Nella conferenza di stamattina a Tirrenia, sede del campo d’allenamento dei labronici, Claudio Arrigoni (allenatore dell’ultimo Toro di Cimminelli e Romero) ha analizzato la partita di domani, dichiarando di ritenere il Toro una squadra molto pericolosa, che esprime in giocatori come Rosina veri e propri talenti. Dal punto di vista dell’organico la compagine capitanata dal discusso ex Cristiano Lucarelli, il quale rinunciò al lauto stipendio pattuito con la società granata pur di giocare per la squadra della sua città, si prepara alla sfida consapevole di dover rinunciare all’esterno destro David Balleri, altro livornese doc. L’iraniano Rezaei dovrebbe essere il sostituto dell’altro ex granata Fabio Galante, andrà così a comporre una difesa a 3 insieme a Grandoni ed a Kuffour.

A centrocampo le corsie saranno presidiate da Pfertzel e dal torinese Giovanni Pasquale mentre in mezzo al campo agiranno il regista Passoni ed i mediani Morrone (sempre presente finora in campionato) e Filippini. In avanti a fianco dell’inamovibile Cristiano Lucarelli dovrebbe giocare il frizzante Bakayoko o in alternativa Vigiani, reduce dallo splendido gol siglato contro la Sampdoria.

L’impianto tattico delle due squadre si preannuncia perciò piuttosto simile con le difese schierate a tre. Nel caso venisse proposto da Zac lo stesso sistema di gioco con il quale il Toro ha affrontato la Roma, ovvero con Barone, Gallo e Ardito in mediana i due moduli sarebbero speculari.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy