Pescara, fuoco e paura: incendiate due auto del presidente Sebastiani

Nella notte / L’atto è stato considerato come assolutamente doloso: il numero 1 vuole lasciare la squadra a fine anno

di Gualtiero Lasala, @LasalaGualtiero

Il Pescara sarà il prossimo avversario del Torino, allo stadio Olimpico Grande Torino: la squadra sta attraversando un periodo alquanto difficile, non essendo ancora riuscita a vincere sul campo una partita, e dopo aver rimediato un 2-6 casalingo contro la Lazio ed essendo praticamente a pochi passi dalla retrocessione già a febbraio. Ma la tensione ha superato ogni limite quando, nella notte, due auto del presidente del Pescara Daniele Sebastiani sono state incendiate: le due macchine erano parcheggiate nel cortile della sua abitazione.

Il presidente del Pescara è stato svegliato alle 3.30 di questa mattina, quando ormai le fiamme erano molto alte e il fumo era arrivato nell’abitazione di Sebastiani. Reazione rabbiosa del numero 1 della squadra abruzzese che afferma: “Adesso basta. Sono indignato, a fine anno lascio la società.” rilasciata al quotidiano Il Centro.

Massimo Oddo, allenatore di un Pescara in ampia crisi e molto vicino alla retrocessione
Massimo Oddo, allenatore di un Pescara in ampia crisi e molto vicino alla retrocessione

Adesso si cercano i responsabili di questa azione: si stanno analizzando i filmati delle telecamere del cortile per individuare un volto. La natura dell’incendio, quindi, è stata subito considerata dolosa: nessun corto circuito, ma un gesto sconsiderato ed esagerato. La contestazione dei tifosi era arrivato anche alla cena di Natale dello scorso anno, ma adesso la reazione è senza dubbio sbagliata e poco sensata.

Il Pescara arriverà alla partita contro il Torino con una tensione alle stelle, in una partita che sarà molto importante per il campionato abruzzese.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy