Tas-Milan, ipotesi accordo stragiudiziale: rossoneri al lavoro

Tas-Milan, ipotesi accordo stragiudiziale: rossoneri al lavoro

Il punto / I rossoneri cercano di raggiungere un compromesso con la Uefa, con il Toro che osserva interessato gli sviluppi della vicenda

di Alberto Giulini, @albigiulini
Boban

Un compromesso con la Uefa: può essere questo l’obiettivo del Milan per quanto riguarda i procedimenti in corso per le violazioni del Fair Play Finanziario. Già, perché la decisione della camera giudicante Uefa di attendere il verdetto del Tas per il procedimento relativo al triennio 2014/2017 non ha fatto felice nemmeno i rossoneri oltre al Toro, che sarebbe stato ripescato in caso di esclusione del club milanese dalle coppe europee. L’accordo stragiudiziale è quindi la seconda possibilità che può dare al Torino speranze di ripescaggio: esaminiamola nel dettaglio, dopo aver fatto lo stesso con l’ipotesi procedura di urgenza. 

PAREGGIO DI BILANCIO 2021 – Sarà anche vero che la decisione dell’Uefa potrebbe garantire ai rossoneri la partecipazione alla prossima Europa League – il cui preliminare che vedrà impegnata la prima squadra italiana, la Roma, è fissato per il 25 luglio – ma il vero obiettivo del Milan, secondo quanto riportano le cronache che arrivano da casa Milan, è un altro. I rossoneri vorrebbero infatti ottenere più tempo per raggiungere il pareggio di bilancio, attualmente richiesto al 30 giugno 2021. Nel caso in cui il club di via Aldo Rossi non dovesse infatti arrivare in pari, scatterebbero due anni di esclusione dalle competizioni europee. Un rischio che il Milan vorrebbe assolutamente evitare ed è proprio per questo che, lo scorso dicembre, si appellò per la seconda volta al Tas di Losanna.

L’Europa e il rischio beffa: il TAS non ha in programma udienze sul Milan sino ad agosto

ACCORDO STRAGIUDIZIALE – I rossoneri vorrebbero infatti realizzare un compromesso con la Uefa che possa comprendere il procedimento relativo al triennio 2014/2017 e quello relativo al triennio 2015/2018. Ed il codice del Tas, al punto R42, conferma che “in ogni momento è possibile la risoluzione di una disputa tramite conciliazione; ogni soluzione può essere incorporata in un lodo arbitrale su consenso delle parti“. Il Milan e la Uefa, in pratica, potrebbero proporre al Tas una soluzione di compromesso che potrebbe essere ratificata dopo la verifica della sua congruità e del rispetto delle regole del Fair Play Finanziario. E un eventuale compromesso andrebbe inevitabilmente ad influenzare la pronuncia in sospeso per quanto riguarda le violazioni del FPF relative al triennio 2015-2018. Perché l’obiettivo del Milan, in conclusione, sarebbe quello di “incorporare” le due sentenze, cercando soprattutto di ottenere più tempo per il raggiungimento del pareggio di bilancio.

Tas-Milan, Boban fortifica l’ipotesi di accordo stragiudiziale. E sul Torino…

ULTIMA OCCASIONE PER IL RIPESCAGGIO – Come già illustrato, l’approdo in rossonero di un dirigente del calibro di Boban, per tre anni Vice Segretario Generale della FIFA, non può che aiutare a raggiungere un simile tipo di compromesso. Ed il Toro, in tutto questo, è spettatore interessato perché il Milan potrebbe anche accettare un’esclusione dalla prossima Europa League pur di bloccare i monitoraggi Uefa sui bilanci di esercizio del passato ottenendo al contempo un margine di tempo più favorevole per raggiungere il pareggio di bilancio. Ed è proprio questo il punto chiave: perché si possa giungere ad un accordo stragiudiziale, entrambe le parti devono essere favorevoli. Considerando inoltre che il Tas non ha in programma udienze sul Milan fino ad agosto, l’ipotesi di un accordo stragiudiziale rimarrebbe insomma la principale possibilità per il Toro di essere ripescato in Europa League.

 

 

32 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. robert - 3 mesi fa

    ve lo avevo detto che la Fifa e Uefa erano un covo di mafiosi e corrotti.A Blatter 8 anni di carcere e stamani hanno arrestato ex gobbo Platini per corruzione.A quando faremo una bella pulizia nella nostra Figc e Aia ?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. morassut.maur_9001655 - 3 mesi fa

    Lasciamo perdere che è meglio. Noi dobbiamo impostare la prossima stagione SENZA l’europa league!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. prawn - 3 mesi fa

    Ma suca il milan e la uefa e sbobban, e’ tropo tardi per mettere su una squadra per l’europa, cambiare tutti i piani, che ci vadano loro e che la roma esca ai prelimari, ladri tutti schifosi vergogna

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. granatadellabassa - 3 mesi fa

    Al di là delle mille ipotesi che stanno venendo fuori, siamo fuori tempo massimo per organizzare la partecipazione ai preliminari. Ora che il Milan trovi l’accordo con l’UEFA e lo proponga al TAS, passa ancora un mese abbondante.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. bertu62 - 3 mesi fa

    Cerco di rispondere un po a tutti:
    —–BOBAN al MILAN= è CHIARISSIMO che prendendo Boban “hanno preso 2 piccioni con una fava sola”, nel senso che hanno preso SIA un ex-bandiera della squadra SIA un ex-UEFA (vice-segretario generale per 3 anni) proprio per andare a cercare quell’accordo che consenta Loro di allungare il termine (Giugno 2021) sul raggiungimento del pareggio di bilancio, ma questo NON E’ vietato! E non si tratterebbe neppure di “inciucio” SEMPRE CHE poi CI SIA o l’accordo O la sanzione di squalifica, ma qui andiamo nell’altro caso:
    —-SENTENZE UEFA= non sono d’accordo con chi sostiene che in UEFA nessuno toccherà I BIG, perché E’ GIA’ SUCCESSO: come ho scritto le sanzioni sono arrivate per tutte le squadre coinvolte e ritenute colpevoli di varie infrazioni, basta una semplice ricerca su google per trovarle…Quanto al fatto che non faranno niente né al Milan né al City questo è tutto da vedere: per intanto il City aveva già presentato ricorso d’urgenza al TAS sull’inchiesta della UEFA, che è stato respinto dando quindi ragione all’UEFA sulla legittimità dell’inchiesta, poi siamo ancora in attesa dell’ufficialità della sanzione UEFA però ricordiamoci che questa indagine è partita da una serie di documenti resi pubblici (Football Leaks..) dove s’è visto che il City ha “truffato” la UEFA facendo ricorso a sponsorizzazioni fasulle per aggirare le regole del FFP, pertanto è uno scontro “sistema-UEFA/sistema-CITY, e la UEFA NON PUO’ far finta di nulla, altrimenti perderebbe credibilità a livello mondiale! Per questo credo che il City abbia cercato preventivamente di chiedere al TAS l’annullamento dell’inchiesta UEFA, e per via che il TAS non gli ha dato ragione credo che l’UEFA comminerà una squalifica ESEMPLARE al City, proprio per non perdere “la faccia”….
    —–MILAN-FIGC= non continuiamo da confondere la UEFA con la FIGC, perché così come il Milan ha violato le regole del FPF per l’UEFA lo ha fatto anche nel nostro campionato MA il compito di sanzionare il Milan nel nostro campionato E’ DELLA FIGC, NON dell’UEFA! SE le regole (che CI SONO!!!) fossero rispettate allora in Serie A ci sarebbero LA META’ delle squadre attuali, però le regole rispettate perché NON SONO APPLICATE, semplicemente! La FIGC è una struttura vecchia, obsoleta nelle Sue funzioni ma che serve SOLO a mantenere seduti su poltrone COSTOSISSIME dei “politici” a cui del calcio NON FREGA NIENTE e che di calcio NON CAPISCONO NULLA! E’ come dare il Ministero della Difesa ad una persona che non ha fatto neppure il militare ma che deve “riscuotere favori”…. Così è stato possibile che il Milan fosse venduto ad uno sconosciuto Cinese per 500 Milioni di Euro, così è stato possibile che facessero una campagna acquisti da 200 Milioni di Euro pur avendo già un passivo terrificante, ecc….ecc…. Però di cosa ci stupiamo se lasciamo che squadre come Roma e Lazio abbiano debiti ingenti? Di cosa ci stupiamo se squadre come il Chievo vengono penalizzate SOLO con 3 punti in meno in classifica per aver “truffato” diversi campionati “gonfiando” i bilanci tramite plusvalenze fittizie? E si potrebbe continuare ancora, con gli ultimi “casini” di classifica e calendari delle serie B e C…
    Prima di guardare alla pagliuzza nell’occhio della UEFA, togliamo LE TRAVI nei nostri occhi, in quelli della FIGC, dell’AIA, della LEGA CALCIO, ecc…ecc…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. FVCG69 - 3 mesi fa

    Boban è arrivato x questo azzeramento dei debiti mercato senza limiti partecipazione alle coppe il Toro x molto meno è andato in B e rischiando di sparire … mafiosi milanisti

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. Antoniogranata76 - 3 mesi fa

    @Leo Junior, è vero dimenticavo Boban

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. ACT1906 - 3 mesi fa

    Andate tutti a fanculo, fifa, eufa, lega calcio tutti a fanculo…. Andate tutti a fanculo, tutti a fanculo…..
    Solo per il TORO solo per NOI
    FORZA TORO!!!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  9. Antoniogranata76 - 3 mesi fa

    @Leo Junior, condivido tutto ciò che hai scritto, le Big non si escludono, al massimo finto blocco del mercato visto che in questi anni hanno comprato a debito diversi giocatori

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  10. Antoniogranata76 - 3 mesi fa

    @bertu62, scusa la mia ignoranza ma secondo ciò che affermi, al Milan conviene accordarsi per non rischiare sanzioni più gravi visto che come dici tu L UEFA non scherza, allora come mai non lo hanno ancora fatto e aspettano il TAS?Io sarò come i romani ma sono convinto che al Milan non faranno nulla, aggiungo che se dovessi sbagliare sarei felicissimo

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 mesi fa

      come non fanno nulla? più di così cosa possono fare? Hanno preso come dirigente un ex UEFA! E ti pare poco? Ma c’è qualcuno che pensa che Boban serva ad altro se non a questo? Aggiusta tutto e chi s’è visto s’è visto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  11. bertu62 - 3 mesi fa

    Nonostante l’articolo chiarisca tutti i punti leggo ancora parecchia confusione.. facciamo chiarezza:
    1-Il Milan rischia, e parecchio…In molti sono convinti che in realtà non si rischi nulla perché sarebbe tutto “un magna-magna” come direbbero i romani, ma non è così anche se può sembrare dato che l’UEFA ha deciso di “aspettare” la pronuncia del TAS sul ricorso fatto dal Milan SEMPRE sulla prima sentenza di condanna del 1° anno dei 3 presi in esame…Cosa importante perché ANCHE gli altri anni che sono “sotto-esame” dall’UEFA sono stati “macchiati” dalla violazione del FPF, e questo il Milan LO SA BENE…La UEFA ha deciso di aspettare che il TAS si pronunci per 2 motivi: primo per dimostrare al Milan che non ha “paura” e, 2°, che soprattutto NON DIMENTICA, nella fattispecie gli altri anni…Cosa rischia dunque il MILAN? Rischia di beccarsi un’altra sentenza per il 2° anno ed un’altra anche per il 3°, e questo per “chiudere” il 1° triennio….Poi c’è il 2° triennio, e poi c’è il pareggio di bilancio che SANNO BENISSIMO che non può essere raggiunto nel 2020 (cioè fra 1 anno…) che gli chiuderebbe AUTOMATICAMENTE la porta per le coppe Europee, TUTTE le coppe, compresa la CL! La UEFA non scherza, vedere PSG e Chelsea con il blocco del mercato, all’Inter ed al Milan stesso con il blocco numerico della Rosa e la lista “chiusa” su alcuni giocatori…
    2-Accordo UEFA-MILAN-TAS= come detto bene nell’articolo, il regolamento prevede la possibilità che si arrivi anche ad un accordo PRIMA del giudizio (stra-giudiziale..) e che quindi il TAS sia “tagliato fuori”: in questo accordo il Milan accetterebbe di NON partecipare a questa Europa League di fatto “accettando” l’esclusione da parte della UEFA con il relativo “ripescaggio” della 7° in classifica (il Toro) e la Roma “scalerebbe” al posto del Milan andando direttamente ai gironi…In “cambio” la UEFA concederebbe più tempo (almeno 1 anno in più..) al Milan per l’obbligo di raggiungere il pareggio di bilancio…
    Concludendo: se ci sarà un accordo UEFA-MILAN allora si “scalerebbero” le posizioni in classifica di 1, con la Roma ai gironi (come 5°) e noi ai preliminari (come 6°) perché non ci sarebbe nessuna rinuncia da parte del Milan che sarebbe L’UNICA cosa che lascerebbe la Roma ai preliminari e noi fuori dall’EL…
    FV♥G!! SEMPRE!!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. LeoJunior - 3 mesi fa

      te lo sei detto da solo: nei casi precedenti, con squadre blasonate, solo blocco del mercato. E andrà così anche questa volta. Non si escludono le Big. O pensi che facciano fuori il ManCity? ….
      Se chi decide seguisse una logica dovrebbe obbligare a decidere entro l’inizio della stagione. Il FPF serve a non drogare le squadre e quindi sfavorire chi ci gioca contro. visto che sono in ballo le partecipazioni alle coppe, se non lo si fa non si tutela chi ha corso regolarmente. Quindi viene meno il senso della norma.
      Se escludono una squadra che ha commesso l’illecito nel 2018/19 escludendola nel 2021, si favoriscono quelle che hanno corso con il Milan in quell’anno e non in quello nel quale la squadra si è “dopata”.
      Ma qui, di logica, ce n’è veramente poca!

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  12. Antoniogranata76 - 3 mesi fa

    Io non ho più parole, a questo punto che facciano pure le coppe ad invito

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  13. LeoJunior - 3 mesi fa

    Ma chi ci crede più? Hanno preso Boban solo per aggiustare questa faccenda. Non ditemi che in giro per il Mondo non c’erano altri dirigenti ….
    E la soluzione non sarà alcuna rinuncia alla EL. Prometteranno di vendere Donnarumma e altri, presenteranno qualche fantomatico BPlan (che non rispetteranno!) dove la CL sarà data per scontata e tutto si aggiusterà.
    Il Man City seguirà a ruota e tutti saranno contenti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  14. spettro73 - 3 mesi fa

    Mimmo apprezzo i tuoi interventi e il tuo ottimismo. Personalmente dopo la vittoria di Genova mi sono reso conto che forse nemmeno vincendo le ultime 5 partite saremmo andati in coppa, infatti sembra assurdo ma anche con 68 punti (la Roma avrebbe battuto il Sassuolo alla penultima) e quindi 41 fatti nel ritorno non ci saremmo qualificati. Quasi quasi mi ero rasserenato dopo la sconfitta di Empoli (ero allo stadio come nelle precedenti 5 trasferte, gobbodromo escluso), non avrei sopportato l’idea di farci fregare così dal sistema. Anzi ho iniziato a sperare nel ripescaggio che avrebbe fatto giustizia. Però dopo la decisione pilatesca dell’UEFA ho perso le speranze. Spero tu abbia ragione ma francamente il finale da te ipotizzato lo vedo lontano, anche perché le speranze non sono alimentate dal Milan, dal cui ambiente non filtra nulla. E anche quanto dice avvopal_14171626 penso sia vero. Detto questo magari in segreto qualcosa si sa. Vedremo. Certo ne sarei felicissimo. Spero solo che in caso di esito negativo la squadra e l’ambiente sia ancora più determinato e cattivo il prossimo anno. Dobbiamo farla pagare (sportivamente) a tutti. Sempre e solo Forza Toro!

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mimmo75 - 3 mesi fa

      Ciao. La rinuncia è cosa ben diversa da un accordo. Almeno leggendo in giro questo capisco. Tutte le testate affermano che in caso di accordo (procedura prevista dal regolamento) che preveda l’esclusione del Milan (non la rinuncia) il Toro sarà ripescato. La differenza è sostanziale: l’esclusione vede il Milan soggetto passivo, la rinuncia lo vedrebbe soggetto attivo. L’accordo consisterebbe nel fatto che il Milan non si opporrebbe a tale esclusione a fronte di condizioni meno severe nella gestione del bilancio. Vedremo. Un saluto.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  15. user-13963758 - 3 mesi fa

    ma sparatevi, bastardi rossoneri. siete passati da giusy farina al berlusca alla mafia cinese e ora a un imprecisato fondo rappresentato da una mrd croata, già commentatore di sky e tirapiedi dell’uefa. prox passo è il cartello di medellin…

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Marchese del Grillo - 3 mesi fa

      Eccellente sintesi e cronostoria.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  16. SSFT - 3 mesi fa

    @ddavide69 da quel che ho capito se un club (per qualsiasi ragione) rinuncia a partecipare all’el, allora NON vi può partecipare un club dello stesso campionato.
    Ma l’ipotesi qui prospettata non penso sia questa. Si parla infatti di “accettare” una eventuale esclusione (senza presentare quindi ricorso) in cambio di un accorpamento delle due sentenze e di deroghe al termine per raggiungere il pareggio di bilancio.
    Potrei sbagliare però.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Allora possiamo metterci il cuore in pace

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  17. Mimmo75 - 3 mesi fa

    Giocare l’EL (provando a vincerla e di conseguenza massimizzando i ricavi) e puntare alla CL nella prossima stagione, vuol dire dover allestire una rosa ampia e competitiva per affrontare nel miglior modo anche campionato e coppa Italia. Per farlo serve capacità ma soprattutto possibilità di investire somme ingenti senza doverle reperire dalle cessioni eccellenti e dal taglio del monte ingaggi. Può farlo il Milan, i vincoli del FFP e le prossime sanzioni ulteriori glielo consentono? Il punto è tutto qui. Senza la sentenza del TAS (e poi quella successiva, ora sospesa) i rossoneri non sanno di che morte moriranno e non sono padroni del loro destino, navigano al buio come il Titanic. Ad oggi nessuno gli impedisce di continuare a far debiti (come stanno facendo) ma domani il conto potrebbe risultare talmente salato da rendere preferibile rinunciare alla prossima EL e ridurre la rosa, sgravandola da ingaggi pesantissimi attraverso la cessione di un paio di pezzi pregiati (già il solo Donnarumma porterebbe una pioggia di milioni e ne farebbe risparmiare altrettanti d’ingaggio). Non riesco a immaginare un accordo diverso e la mancata richiesta della procedura d’urgenza fa capire che è il Milan a voler guidare la carrozza piuttosto che attendere un responso che, seppur più favorevole di quello precedente, non potrebbe mai risolvere davvero la situazione al punto da consentire una serena partecipazione alla prossima EL. Rischia di essere l’iceberg che affondò il Titanic. Il bilancio del Milan è talmente disastrato (e in ulteriore peggioramento) che non basterà un anno in più di tempo per raggiungere il break heaven ma sarà necessario anche ridurre drasticamente i costi. E come fai se DEVI essere competitivo su 3 fronti? Bisogna eliminare quel DEVI ma senza la sentenza del TAS non lo elimini. Una cosa è certa: l’EL non è la CL e i denari inizi a vederli davvero se arrivi almeno ai quarti. Inoltre, il Milan non è il Brommapojkarna: partecipare all’EL e uscirne prematuramente (già non si riesce ad arrivare in fondo da anni, neanche il Napoli, figuriamoci se non hai una rosa all’altezza) sarebbe l’ennesimo fallimento rossonero. Conviene iniziare il nuovo corso con un fallimento e ritrovarsi poi la mazzata dell’UEFA a complicati ulteriormente la vita? Non credo. O Milan e UEFA fanno una porcata megagalattica o in EL ci andremo noi. E il Milan ci ringrazierà pure.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. avvopal_14171626 - 3 mesi fa

      Ribadisco….se ci sarà un accordo, le squadre italiane in EL saranno 2.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  18. SSFT - 3 mesi fa

    Perdonate l’off topic ma, dato che mi sono state rivolte delle accuse a mio parere gravi e completamente false, ripubblico la mia risposta a @madamagranata.

    Prima cosa, la più importante e facilmente verificabile: non ho MAI RIVOLTO COMMENTI SESSISTI A NESSUN UTENTE. Darmi del sessista è un insulto, anzi una calunnia, molto più grave che dire che un utente ha scritto c*****e.
    Ennesima dimostrazione che madama ha bisogno di inventarsi un nemico per poter fare la vittima.

    Secondo punto, se una persona scrive inesattezze, bugie o invenzioni una volta glielo si fa notare. Se persevera posso solo giungere alla conclusione che è poco sveglio o che scrive in malafede. Ci sono opinioni e ci sono i fatti oggettivi, non tutto è opinabile.

    Ricollegandomi al punto 2, altra FALSITÀ è che io “attacchi” solo la madama.
    Come possono ben testimoniare altri utenti, tra cui per esempio @DavideGranata (con cui una volta ho discusso fino a tarda notte) ciò non è vero.

    Detto questo, come madama rivendica il diritto di scrivere, io rivendico quello di impedire che quando scrive balle la gente le possa prendere per verità. Madama avrai notato che tante volte hai scritto commenti a cui non ho dato risposta: sarà forse che se non dici falsità nessuno ti dà contro?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  19. Fabio - 3 mesi fa

    Dobbiamo prenderne atto e fissarcelo bene nella mente. Non esistono più le Società di calcio come il nostro immaginario le intende ma, solo entità economiche, il cui unico scopo è’ fare soldi. Non esistiamo noi quali tifosi, esistono clienti sulla cui passione speculare e guadagnare. Lo sport si allinea alla meccanica di questo mondo malato, contano solo potere e denaro, il resto è mera illusione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Giancarlo - 3 mesi fa

      In parte hai ragione, anche perchè non esistono più (o quasi) i Presidenti tifosi che talvolta rovinavano famiglie ed aziende per la loro passione. Si, i tempi sono cambiati e si deve fare fuoco con la legna a disposizione e perciò ad una sana gestione dovrebbe corrispondere anche una buona performance della squadra. E’ per questo che ho fiducia in Cairo. A medio termine potremo ritrovarci nelle prime tre posizioni, con i debiti non si dovrebbe (uso il condizionale) andare da nessuna parte e spero di vedere presto gli strisciati nelle condizioni attuali del Milano, ma non solo.
      Altro punto: ora 17.06.2019 ci conviene ancora pensare all’EL? Siamo in grado, tra una o due settimane, quando ci sarà la sentenza (?) sul Milan cambiare i piani della preparazione, la campagna acquisti e non fare brutte figure?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  20. Bischero - 3 mesi fa

    Ci ancoriamo ai vetri? Siamo al 17 di giugno.se non arriva entro la settimana credo che sia più controproducente che altro aspettare.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  21. Policano - 3 mesi fa

    Tutto quello che vuole il Milan del maresciallo Tito boban

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  22. avvopal_14171626 - 3 mesi fa

    se c0è accordo stragiudiziale con la rinuncia del Milan all’EL, non c’è nessun ripescaggio……danno relativo per noi ma gravissimo danno per il calcio italiano…..

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. ddavide69 - 3 mesi fa

      Io non conosco la materia : quello che dici immagino sia una regola insita nel procedimento di transazione stragiudiziale.

      E’ cosi?

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  23. generazionenuova - 3 mesi fa

    M.a facciamo
    I.debiti che ci pare! Tanto
    L.a cricca
    A.iuterà sempre
    N.oi e strisciati…

    Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy