Torino, Lyanco supera la prova derby: con lui si può raggiungere la maturità in difesa

Torino, Lyanco supera la prova derby: con lui si può raggiungere la maturità in difesa

Focus on / Il brasiliano sta rendendo bene anche quando la squadra non gira

di Andrea Marchello, @AndreaMarchell0

Si sta rendendo protagonista di alcune prestazioni positive Lyanco, che sta riuscendo a garantire al Torino solidità al reparto difensivo anche quando la squadra soffre di generalizzati cali di concentrazione.

CRESCITA – Il percorso di crescita del brasiliano è innegabile. Dall’inizio della stagione infatti il lavoro che Mazzarri ha svolto su di lui è stato mirato, ed i risultati iniziano ad essere tangibili. Anche nelle gare ad Udine e Roma, dove la squadra ha espresso forse le più gravi carenze e lacune in tutti i reparti – e specialmente in difesa -, Lyanco è stato tra i pochi in grado di uscire dal campo a testa alta, senza vedersi addebitate sviste o errori clamorosi: poche le sbavature e le incertezze, per un giocatore che per il tecnico sta diventando una risorsa sempre più preziosa lì dietro.

Le pagelle di Torino-Juventus 0-1: Gallo cuore di capitano, per Sirigu tre miracoli inutili

ESAME DERBY – La prova più importante della stagione, finora, è stata rappresentata dal Derby della Mole: contro la Juventus Lyanco ha incassato un’altra conferma positiva, superando de facto l’esame derby. Nella gara di sabato è stato in grado di fronteggiare (e fermare efficacemente) Dybala, giocando spesso d’anticipo e mostrando una maturità tattica importante. Contro il Brescia, prossimo avversario del Torino, la sua presenza è molto probabile, così com’è probabile il suo inserimento nelle posizioni elevate della gerarchia difensiva granata.

17 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

  1. Madama_granata - 11 mesi fa

    Io vorrei vedere qualche partita con:
    IZZO-LYANCO-BONIFAZI.
    Non “faccio l’esperta di calcio”, come dice il co-tifoso poco più avanti, tuttavia mi piacerebbe vedere giocare insieme questi 3 atleti, per constatare cosa riescono a fare.
    Per me sarebbe la soluzione migliore, valida anche x il futuro.
    Su Nkoulou credo che ormai non sia più il caso di contare.
    Dopo il rientro, le sue prestazioni sono state con troppi errori.
    Penso che la testa sia già a Roma, anche se le gambe corrono ancora Torino!
    L’unica cosa che però un po’ mi preoccupa è la tenuta fisica di Lyanco e Bonifazi.
    Se il loro fisico reggerà, forse il Toro tornerà ad avere una valida difesa.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  2. prawn - 11 mesi fa

    Lyanco N’Kolou, Izzo quest’anno si e’ montato la testa..

    E laterali Ansaldi e Laxalt..

    Ripeto, 433 e’ una bella difesa… e davanti Iago Gallo Verdi

    In mezzo poi magari babbo natale porta qualcuno

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  3. Dr Bobetti - 11 mesi fa

    Lyanco è cresciuto molto, si è abituato alla difesa a 3 ed ha trovato continuità fisica.
    Dobbiamo recuperare al meglio Izzo, lavorare sulla crescita di Bremer.
    Quest’anno nessun sogno, raggiungere la salvezza prima possibile. Nella prossima estate cambiare molto, dal manico a diversi giocatori (compresi alcuni che vorranno palcoscenici più importanti… non penso solo a N’Koulou).
    Il Cagliari dimostra che con investimenti oculati (danari ricavati dalle cessioni) e con un Mister in panca centrato si possa fare buon calcio ed un gran bel campionato.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Bischero - 11 mesi fa

      Maran gioca in contropiede tanto quanto Mazzarri. Non con una difesa a 3 ma a 4.gioca con una punta simeone. Un trequartista Joao Pedro e una mezzala avanzata castro. Semplicemente corrono(nandez e rog viaggiano al doppio dei nostri) e cosa importante hanno quel pizzico di culo che non guasta mai. Con il Napoli hanno beccato beccato 7 o 8 tiri con pali e traverse e hanno fatto un contropiede segnando. Con la dea un autogol con doppio rimpallo. Un espulsione da imbecile di ilicic e svariate occasioni per l Atalanta con 2 legni.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. TOROPERDUTO - 11 mesi fa

        Ciao bischero ti leggo e spesso sono d’accordo con te.
        Personalmente penso che il problema non sia come fai giocare la squadra, se contropiede o no, ma è se fai giocare la squadra.
        Io non sono così esigente da voler il calcio champagne ma vorrei giocare, laddove giocare vuol dire passare la palla, noi non facciamo tre passaggi di fila e sono più pericoloso io seduto sul water che i nostri in contropiede.
        Penso che questo sia oggettivo ed ineccepibile.
        La domanda é posto che questa squadra non sta sicuramente dando il massimo, con un altro lo darebbe??
        A riguardo sono molto combattuto.
        Ovviamente il tutto circoscritto al campionato attuale per evitare di retrocedere, per il resto sappiamo benissimo di chi sono le colpe strutturali.

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Bischero - 11 mesi fa

          Ciao. Darebbe di più con un altro allenatore? Non lo so. Magari un altro allenatore ringalluzzirebbe qualcuno. Ma a livello di punti storicamente la forbice fra chi va via e chi arriva é minima. Non tale da bruciare una linea tecnica in corsa con aumento di costi senza aver la possibilità di scegliere chi vuoi ma chi é disponibile. I cambi tecnici hanno un senso solo a stagione chiusa cioé marzo/aprile. Il nuovo allenatore conosce il gruppo per 4 o 5 gare e trae delle conclusioni. Con una tifoseria schizofrenica come la nostra dare ora la squadra in mano a un nuovo allenatore vuol dire bruciarlo al 90%.cominceranno a fargli le pulci su ogni cosa se mantiene la media punti del predecessore e lo segherebbero l anno dopo dopo 5 gare se la squadra non ingrana. Mi piacerebbe mettere certi tifosi al timone. Cambierebbero 4 allenatori a campionato.

          Rispondi Mi piace Non mi piace
  4. gian - 11 mesi fa

    Stranezze(?) del calcio. Maran uno dei candidati a sostituire Mazzarri,l’anno scorso sfioro’ l’esonero (uno dei tanti),il Cagliari si salvò per un pelo. Quest’anno, sulla vecchia ossatura si è impostato un centrocampo adeguato. Senza spese folli e manca Pavoletti. Senza commento, saluti.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. marione - 11 mesi fa

      A parte Maran, ma immagino avranno anche qualcuno che segue i giocatori e li conosce, non uno che non lo ha mai fatto e non ha rapporti con procuratori. Senza nulla togliere a Maran

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Dr Bobetti - 11 mesi fa

        Quello del DS ad oggi è un vuoto pesante, la società sapeva che Petrachi sarebbe andato via e quindi doveva cautelarsi a modo.
        Se Bava (bravissimo con i giovani) doveva essere, era anche giusto supportarlo per poter lavorare da subito nel mondo professionistico della A. Ed invece il solito minimalismo accentratore cairota…

        Rispondi Mi piace Non mi piace
  5. Granata227 - 11 mesi fa

    Sul gol a sinistra in marcatura c’erano izzo e meite. Fate tanto gli schizzinosi e gli esperti di calcio ma poi non ci arrivate a capire che sui piazzati i giocatori non rimangono mica posizionati come in formazione.

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Dr Bobetti - 11 mesi fa

      Esatto, sul gol preso l’imbarcata è stata generale. Sia nell’aver lasciato libero Higuain ma anche e soprattutto nell’aver lasciato libero De Ligt in mezzo all’area con 2 centrali quasi sulla linea di porta.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
  6. Alex70 - 11 mesi fa

    Io avevo paura del Pipita che ahimè quando entrato dai gobi ha fatto la differenza , non lo hanno mai marcato bene
    ma che cazzo si dice qui…
    ma dai dobbiamo migliorare nella pressione e attenzione il goal preso dai gobbi sembravano le belle statuine tipo calcio balilla erano completamente fermi
    devono stare piu’ attenti
    e poi basta
    MAZZARRI VIAAAAAAA
    COME CAZZO DI FA A CONVINCERE CAIRO DI NON PERDER ALTRO TEMPO
    MA DAI BASTA, ogni volta che Ciro deve prendere una decisone impiega 100000 anni
    NON POSSO PENSARE CHE SI POSSA ANCORA SEDERE UN MINUTO SULLA NOSTRA PANCHINA

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  7. crocian_786 - 11 mesi fa

    Brescia-Torino 2
    Tutto il resto non conta un piffero
    Almeno sabato.
    Poi dopo la sosta si potrà riparlare di giuoco del pallone

    Rispondi Mi piace Non mi piace
  8. Simone - 11 mesi fa

    Sbaglio o Higuain era dalla sua parte quando su calcio d’angolo l’ha rimessa in mezzo?

    Rispondi Mi piace Non mi piace
    1. Mazz - 11 mesi fa

      a me sembra che Izzo abbia saltato a vuoto e lasciato alle spalle Higuain.

      Rispondi Mi piace Non mi piace
      1. Simone - 11 mesi fa

        Higuain era a sx e li giocava Lyanco.
        Izzo gioca solo a dx

        Rispondi Mi piace Non mi piace
        1. Grizzly - 11 mesi fa

          Sui calci d’angolo difendiamo a zona, Higuain era nella zona di IZZO… in compenso De Light se lo sono perso Bremer e Lyanco. Comunque Lyanco ha fatto una buona partita, l’ho visto molto più sicuro e deciso…. magra consolazione in questa situazione.

          Rispondi Mi piace Non mi piace

Recupera Password

accettazione privacy